Resolve

Rete di Sorveglianza Epidemiologica del Veneto

Bluetongue – focolaio di BTV4 confermato Slovenia

Bluetongue – focolaio di BTV4 confermato Slovenia

22/11/2016

In data 21/11/2016 il Ministero dell’Agricoltura, delle Foreste e dell’Alimentazione della Slovenia ha notificato all’OIE 9 focolai di BTV4 che hanno interessato il paese a partire dal 25 agosto scorso. Dopo la prima positività riscontrata in un gregge di 57 pecore nel comune di Bisterza (Ilirska Bistrica, Postumia) – riportata in una precedente nota-, sono stati identificati nello stesso comune altri 7 focolai: il 5/09 in un allevamento di bovini (27 animali di cui 2 sintomatici) e in un allevamento con 16 bovini e 43 pecore di cui 1 sintomatica; il 7/09 in un allevamento di bovini (24 animali di cui 1 sintomatico); l’8/09 in un allevamento di bovini (6 animali di cui 1 positivo); il 14/09 in un allevamento di bovini (24 animali di cui 1 sintomatico) e in un gregge di 85 pecore (di cui 1 sintomatica); il 29/09 in un gregge di 152 pecore (di cui 1 sintomatica). Inoltre, un altro focolaio in un allevamento di 32 bovini (di cui 1 sintomatico) è stato notificato il 30/08 nel comune di Capodistria (Koper). Tutti i focolai risultano ufficialmente chiusi ma permangono le misure di controllo delle movimentazioni e di sorveglianza nelle zone di restrizione.

Si riporta una mappa della distribuzione dei focolai sloveni e dei focolai notificati in Veneto alla data odierna, vengono anche riportati i focolai di BTV4 denunciati nelle province limitrofe del Veneto: 6 nella provincia autonoma di Trento (3 allevamenti bovini, 1 ovino, 1 caprino e 1 muflone), 2 in provincia di Pordenone (ovini) e 1 nella provincia di Brescia (bovino). Inoltre sono presenti quattro casi sospetti, in provincia di Udine, Pordenone, Brescia e Mantova che sono in attesa di conferma diagnostica.

31/08/2016

In data 26/08/2016 è stato segnalato un focolaio di BTV4 in Slovenia. La malattia è stata identificata in un allevamento di ovini della località Velika Bukovica (comune di Ilirska Bistrica, nella zona ovest della Slovenia) in seguito ad un sospetto clinico su due capi riscontrato il 25/08/2016. I campioni prelevati sono stati inviati al Laboratorio Nazionale di Referenza per la BT, e la positività è stata confermata tramite RT-qPCR il 26/08/2016.

Si tratterebbe del secondo focolaio sloveno di BTV4, dopo quello identificato nel mese di Dicembre 2015, e la zona di restrizione è stata allargata a tutto il territorio sloveno.

Ulteriori informazioni sono riportate sul sito del Ministero dell’Agricoltura, delle Foreste e dell’Alimentazione a questo link, in lingua Slovena.

redazione@admin

Articoli correlati

Un pensiero su “Bluetongue – focolaio di BTV4 confermato Slovenia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *