Resolve

Rete di Sorveglianza Epidemiologica del Veneto

Peste Suina Africana – Situazione epidemiologica e informativa

Peste Suina Africana – Situazione epidemiologica e informativa

20/07/2020

Riepilogo situazione epidemiologica dei principali focolai a livello europeo nel primo semestre 2020:

UNGHERIA

L’epidemia di PSA si è diffusa negli ultimi mesi nella popolazione selvatica nelle regioni a nord-est del paese. Su un totale di 45.166 cinghiali analizzati sono risultati positivi 6.821 animali. La sorveglianza attiva e passiva sui selvatici viene segnalata in aumento rispetto gli anni precedenti. Per maggiori informazioni si rimanda al riassunto semestrale sulla situazione epidemiologica del paese nel sito della Commissione Europea: PSA- Ungheria.

LETTONIA

Dal 5 luglio 2019 non sono più stati comunicati focolai sui domestici.

La sorveglianza passiva sui selvatici ha permesso di testare 62 cinghiali trovati morti mentre gli animali cacciati sono stati 5.055. In totale i cinghiali positivi alla PCR sono stati 148 e sono localizzati per la maggior parte a ovest del paese. Per maggiori informazioni si rimanda al riassunto semestrale sulla situazione epidemiologica del paese nel sito della Commissione Europea: PSA-Lettonia.

POLONIA

Nei primi sei mesi dell’anno i focolai di PSA sui domestici sono stati 4 mentre i casi segnalati sui cinghiali sono stati 2.659. Il numero di maiali testati è stato di 446.641; invece, i cinghiali testati sono stati 69.975. L’epidemia è diffusa soprattutto a est del paese e in una regione del sud-ovest. Rispetto gli anni precedenti il numero di animali testati è in costante aumento. Per maggiori informazioni si rimanda al riassunto semestrale sulla situazione epidemiologica del paese nel sito della Commissione Europea: PSA-Polonia.

ROMANIA

La Peste Suina Africana in Romania è diffusa su tutto il territorio nazionale. Il maggior numero di focolai è stato registrato a sud del paese e verso il confine con Moldavia e Ungheria. Nei primi sei mesi dell’anno sono stati analizzati 13.146 maiali di cui 558 sono risultati positivi alla PCR. Per quanto riguarda i focolai sui selvatici, i cinghiali positivi sono stati 1.582 su un numero di animali analizzati pari a 20.456. Per maggiori informazioni si rimanda al riassunto semestrale sulla situazione epidemiologica del paese nel sito della Commissione Europea: PSA-Romania.

SLOVACCHIA

Dal 19 agosto 2019 non sono più stati comunicati focolai in allevamenti di maiali.

Nel primo semestre del 2020 i focolai sui selvatici si sono concentrati nelle aree a sud-est del paese. In totale i cinghiali segnalati come positivi sono stati 180. Le misure messe in atto dalle istituzioni slovacche sono state dichiarate efficaci anche in considerazione del piano di eradicazione sui cinghiali approvato dalla commissione europea con la DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2020/368 DELLA COMMISSIONE del 3 marzo 2020. Per maggiori informazioni si rimanda al riassunto semestrale sulla situazione epidemiologica del paese nel sito della Commissione Europea: PSA-Slovacchia.

08/04/2020
In data 07/04/2020 in Lettonia sono stati notificati 9 focolai sulla popolazione selvatica. I cinghiali positivi al virus sono stai 10. Per ulteriori informazioni si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
06/04/2020
In data 04/04/2020 in Moldavia è stato segnalato un focolaio di PSA sulla popolazione selvatica. I cinghiali ritrovati morti sono stati 4. Per ulteriori dettagli si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 03/04/2020 in Slovacchia sono stati segnalati 2 focolai di Peste Suina Africana con il ritrovamento di 2 cinghiali morti.  Per ulteriori informazioni si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 03/04/2020 in Romania sono stati notificati 22 focolai di PSA. In totale gli animali colpiti sono stati 23 cinghiali e 20 suini. Per ulteriori dettagli si consiglia di consultare i report
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5
completi sul sito dell’OIE.
In data 03/04/2020 in Ucraina è stato notificato un focolaio di PSA sulla popolazione selvatica con il ritrovamento di 3 cinghiali morti. Per ulteriori dettagli si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 02/04/2020 in Ungheria sono stati notificati 149 focolai di Peste Suina Africana. I focolai hanno coinvolta la popolazione di cinghiali per un totale di 211 esemplari. Per maggiori dettagli si consiglia di consultare i report:
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
sul sito del”OIE.
In data 02/04/2020 in Ucraina sono stati segnalati 2 focolai di PSA sulla popolazione domestica di suini allevati. In totale i suini coinvolti sono stati 574. Per ulteriori informazioni si rimanda ai report
Report 1
Report 2
sul sito dell’OIE.
01/04/2020
In data 31/03/2020 in Moldavia è stato segnalato un focolaio di Peste Suina Africana con il ritrovamento di 2 cinghiali morti. Per informazioni più dettagliare si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 31/03/2020 in Lettonia sono stati segnalati 5 focolai di PSA sulla popolazione selvatica associati a 6 cinghiali trovati morti o abbattuti successivamente. Per ulteriori informazioni consultare il report completo sul sito dell’OIE.
27/03/2020
In data 27/03/2020 in Bulgaria sono stati notificati 2 focolai sui suini domestici con 309 esemplari morti o abbattuti. Per informazioni più dettagliate si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 27/03/2020 in Romania sono stati notificati 51 focolai associati a 101 cinghiali e 146 suini morti di PSA. Per ulteriori informazioni si rimanda ai report
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5
completi sul sito dell’OIE.
In data 26/03/2020 in Ungheria sono stati segnalati 190 focolai che hanno coinvolto la popolazione selvatica. In totale sono stati ritrovati 370 cinghiali positivi al virus. Per ulteriori dettagli sui focolai ungheresi si coniglia di consultare i report
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
completi sul sito dell’OIE.
In data 26/03/2020 in Slovacchia è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana con un cinghiale trovato morto. Per informazioni più dettagliate si consiglia di rimandare al report completo sul sito dell’OIE.
In data 25/03/2020 in Polonia sono stati notificati 50 focolai di PSA sulla popolazione selvatica con 82 cinghiali trovati morti. Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare il report completo sul sito dell’OIE.
25/03/2020
In data 24/03/2020 in Lettonia sono stati segnalati 5 focolai di PSA sulla popolazione selvatica. I cinghiali tra trovati morti e abbattuti successivamente sono stati 5. Per informazioni più dettagliate si rimanda la report completo sul sito dell’OIE.
In data 23/03/2020 in Polonia sono stati notificati 84 focolai di PSA sulla popolazione selvatica con 128 cinghiali trovati morti. Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare il report completo sul sito dell’OIE.
In data 23/03/2020 in Ucraina è stato segnalato un focolaio di Peste Suina Africana in un piccolo allevamento di suini di 37 capi. Per informazioni più dettagliate si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
23/03/2020
In data 20/03/2020 in Romania sono stati notificati 17 focolai di PSA. Il virus è stato ritrovato in 49 cinghiali e in 41 suini domestici. Per informazioni più dettagliate si consiglia di consultare i report
Report 1 
Report 2
Report 3
Report 4
completi sul sito dell’OIE.
In data 20/03/2020 in Moldavia sono stati segnalati 2 focolai di PSA. In totale sono stati ritrovati 3 suini e 1 cinghiale risultati positivi alla Real Time-PCR. Per maggiori informazioni si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 18/03/2020 in Ungheria sono stati notificati 85 focolai di Peste Suina Africana associati a cinghiali tra morti e trovati ancora in vita. Per ulteriori informazioni si rimanda ai report:
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5 
completi sul sito dell’OIE.
19/03/2020
In data 18/03/2020 in Slovacchia sono stati notificati 2 focolai su popolazione selvatica associati a 16 cinghiali tra morti o abbattuti per PSA. Per ulteriori informazioni si rimanda al report OIE.
In data 18/03/2020 in Moldavia sono stati segnalati 3 focolai su 8 cinghiali morti per Peste Suina Africana. Per ulteriori informazioni si manda ai report:
Report 1
Report 2
completi sul sito dell’OIE.
In data 17/03/2020 in Ungheria sono stati notificati 14 focolai di PSA, tutti sulla popolazione selvatica. Sono stati ritrovati 20 cinghiali positivi al virus tra morti o ritrovati ancora in vita. Per ulteriori informazioni si manda ai report:
Report 1
Report 2
completi sul sito dell’OIE.
In data 17/03/2020 in Belgio è stato segnalato un focolaio sulla popolazione selvatica con ritrovamento di un cinghiale morto di Peste Suina Africana. Per ulteriori informazioni si manda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 17/03/2020 in Lettonia sono stati segnalati 6 focolai di PSA con 6 cinghiali trovati morti o abbattuti successivamente. Per ulteriori informazioni si manda al report completo sul sito dell’OIE.
16/03/2020
In data 13/03/2020 in Moldavia è stato segnalato un focolaio di PSA con 4 cinghiali trovati morti. Per ulteriori informazioni si manda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 12/03/2020 in Lettonia sono stati notificati 4 focolai di PSA sulla popolazione selvatica con 10 animali morti o trovati ancora in vita. Per ulteriori informazioni si manda al report completo sul sito dell’OIE.
12/03/2020
In data 11/03/2020 in Ungheria sono stati notificati 93 focolai di Pesta Suina Africana che hanno coinvolto 184 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
completi sul sito dell’OIE.
In data 11/03/2020 sono stati notificati 3 focolai di PSA sulla popolazione selvatica della Moldavia. Gli animali trovati positivi erano 4. Per maggiori dettagli consultare il report dell’OIE.
In data 10/03/2020 in Slovacchia sono stati segnalati dalle autorità sanitarie 3 focolai di Peste Suina Africana con 5 cinghiali trovati morti o soppressi successivamente. Nel report OIE sono riportati maggiori dettagli.
In data 09/03/2020 sono stati segnalati in 3 focolai di PSA in Bulgaria. In totale sono stati coinvolti 66 suini domestici. Per maggiori dettagli si consiglia di consultare sulla pagina dell’ OIE il report di riferimento.
10/03/2020
In data 06/03/2020 a ovest della Romania sono stati notificati 17 focolai. In totale sono stati trovati positivi al virus 103 suini domestici e 34 cinghiali. Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report:
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 06/03/2020 in Moldavia sono stati notificati 2 focolai con 12 cinghiali in totale tra morti e ritrovati ancora in vita. Per maggiori dettagli si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
In data 05/03/2020 sono stati segnalati 3 focolai in Romania sulla popolazione selvatica. Tutti e 5 i cinghiali ritrovati erano già morti. Per qualsiasi approfondimento si rimanda al seguente report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/03/2020
In data 04/03/2020 in Moldavia è stato notificato un focolaio con un cinghiale morto positivo al virus (report), mentre in data 05/03/2020 è stato segnalato un altro focolaio associato a 6 cinghiali trovati morti (report). I report completi per visualizzare la mappa e gli approfondimenti epidemiologici sono pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 04/03/2020 sono stati notificati 134 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 230 cinghiali, tra morti o ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6 
Report 7
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 04/03/2020 sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, entrambi sulla popolazione selvatica. Il virus è stato isolato in due cinghiali, uno dei quali ritrovato ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/03/2020
In data 03/03/2020 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Belgio. E’ stata ritrovata una carcassa di un cinghiale, morto circa 6 mesi fa, che è risultata positiva al virus al prelievo del midollo osseo.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Sempre in data 03/03/2020 sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Slovacchia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati rilevati positivi al virus 22 cinghiali, dieci dei quali ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
03/03/2020
In data 03/03/2020 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione selvatica. Sono state ritrovate tre carcasse di cinghiale positive al virus nel distretto di Glodeni, nella parte nord-ovest del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
02/03/2020
In data 28/02/2020 sono stati notificati altri 34 focolai di Peste Suina Africana in Romania. Da sottolineare il rilevamento di capi positivi in un allevamento di grandi dimensioni, con all’interno quasi 24.000 suini, dei quali ne sono morti a causa della malattia 425.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la successiva distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 27/02/2020 sono stati notificati altri 121 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 202 cinghiali, tra morti o ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 27/02/2020 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, con il ritrovamento di una carcassa di cinghiale nel distretto di Glodeni (nord-ovest del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
25/02/2020
In data 24/02/2020 sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con il coinvolgimento di altrettanti cinghiali ritrovati ancora in vita e positivi al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
24/02/2020
In data 20/02/2020 sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana in Ucraina. Un caso è avvenuto sulla popolazione selvatica, con il ritrovamento di un cinghiale positivo al virus. Il secondo sulla popolazione domestica, in un allevamento di 460 capi, dove 5 maiali deceduti sono risultati positivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE
20/02/2020
In data 19/02/2020 sono stati notificati altri 82 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica, con 130 cinghiali positivi al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 19/02/2020 sono stati notificati 5 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con il rilevamento di positività su un altrettanto numero di cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 14/02/2020 sono stati notificati 65 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania. Ad essere coinvolti sono stati in totale 142 cinghiali e circa 200 suini domestici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE
Sempre in data 14/02/2020 sono stati notificati 12 focolai di Peste Suina Africana in Serbia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 25 cinghiali, 20 dei quelli ritrovati già morti. Tutti le positività sono state ritrovate ad est del Paese, vicino al confine con la Romania e la Bulgaria.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
14/02/2020
In data 13/02/2020 sono stati notificati altri 10 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati rilevati positivi al virus 11 cinghiali, la maggior parte dei quali ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Sempre in data 13/02/2020 sono stati notificati altri due focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, con il coinvolgimento di un totale di tre cinghiali positivi al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE
13/02/2020
In data 12/02/2020 sono stati notificati 57 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 95 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
completi pubblicati sul sito dell’OIE
Sempre in data 12/02/2020 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, con il ritrovamento di 16 carcasse di cinghiale positive al virus nel distretto di Falesti (ovest del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
10/02/2020
In data 07/02/2020 sono stati notificati 46 focolai di Peste Suina Africana in Romania. sia nella popolazione selvatica che in quella domestica.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 06/02/2020 sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, con il ritrovamento di 8 carcasse di cinghiale risultate positive al virus. Tutte le carcasse sono state ritrovate nel distretto di Falesti, ad ovest del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 05/02/2020 sono stati notificati altri 93 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. Sono stati coinvolti in totale 171 cinghiali, la maggior parte dei quali ritrovati già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
completi pubblicati sul sito dell’OIE
05/02/2020
In data 04/02/2020 sono stati notificati 5 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia. A risultare positivi al virus sono stati 6 cinghiali, due di quali ritrovati già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
04/02/2020
Il 31/01/2020 sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Serbia, tutti sulla popolazione selvatica. Sono risultati positivi al virus 17 cinghiali, 11 dei quali ritrovati già morti. Quasi tutti i ritrovamenti sono avvenuti nella parte est del Paese, vicino al confine con la Romania e la Bulgaria.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
03/02/2020
Tre il 30 e il 31 gennaio 2020 sono stati notificati altri 48 focolai di Peste Suina Africana in Romania. In totale sono stati coinvolti 131 cinghiali e 105 suini domestici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 30/01/2020 sono stati notificati altri due focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, con il coinvolgimento di 4 cinghiali risultati positivi al virus e ritrovati già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
30/01/2020
In data 29/01/2020 sono stati notificati altri 2 focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, su altrettante carcasse di cinghiale ritrovate nel distretto di Falesti (ovest del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
29/01/2020
In data 28/01/2020 sono stati notificati altri 95 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 154 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 28/01/2020 sono stati notificati 3 focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione selvatica. Tre carcasse di cinghiale sono risultate positive al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 27/01/2020 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, con la positività diagnostica al virus in un cinghiale ritrovato vivo nell’Oblast di Chernigov (nord del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
27/01/2020
In data 23/01/2020 sono stati notificati 69 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. Il virus è stato isolato su 88 carcasse di cinghiale, trovate tutte nella parte est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
23/01/2020
In data 22/01/2020 sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria. Sono stati coinvolti 7 cinghiali (uno dei quali rinvenuto morto) e un piccolo allevamento di 58 capi, successivamente la positività al virus rilevata in tre suini deceduti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Sempre in data 22/01/2020 sono stati notificati altri 123 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, sulla popolazione selvatica. In totale sono risultati positivi al virus 184 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 21/01/2020 sono stati notificati altri 14 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. Quindici cinghiali sono risultati positivi al virus, recuperati i tutto il territorio del Paese e solo due dei quali rinvenuti già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
21/01/2020
In data 20/01/2020 sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ucraina. Sono stati coinvolti un cinghiale e un suino, quest’ultimo trovato morto vicino a un villaggio nell’Oblast di Rovno.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE
20/01/2020
In data 17/01/2020 sono stati notificati altri 29 focolai di Peste Suina Africana in Romania. In totale sono stati coinvolti 41 cinghiali e 29 suini domestici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE
In data 17/01/2020 sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia. Sono state ritrovate 6 carcasse di cinghiali nel distretto di Falesti (ovest del Paese), tutte positive al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Sempre in data 17/01/2020 sono stati notificati altri 114 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stai coinvolti 192 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
completi pubblicati sul sito dell’OIE
16/01/2020
In data 15/01/2020 sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, con il rilevamento del virus in 6 carcasse di cinghiale ritrovate tutte nel distretto di Falesti (ovest del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
15/01/2020
In data 14/01/2020 sono stati notificati altri 6 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. La positività al virus è stata segnalata in 7 cinghiali, solo uno dei quali ritrovato già morto.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 13/01/2020 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Belgio, nella provincia di Lussemburgo. Il virus è stato isolato in una carcassa di cinghiale, la cui data di morte è stata datata a circa tre mesi fa. Il sito di ritrovamento è stato all’interno della zona II.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 13/01/2020 sono stati notificati 11 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, con il coinvolgimento di un totale di 20 cinghiali. Le 20 carcasse sono state ritrovate tutte nel distretto di Falesti, nel centro-ovest del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
13/01/2020
In data 10/01/2020 sono stati notificati altri 73 focolai di Peste Suina Africana in Romania. In totale sono stati coinvolti dalla malattia 109 cinghiali e circa 25.000 suini domestici. Da sottolineare il rilevamento del virus in un grosso allevamento commerciale di circa 24.000 suini, nel distretto di Braila (sud-est del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 09/01/2020 sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, tutti sulla popolazione domestica. Le positività sono state rilevate in 4 allevamenti diversi, di cui tre di piccole dimensioni e uno di circa 40.000 capi, sito nella regione di Sumen (est del Paese).
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle relative carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
09/01/2020
In data 08/01/2020 sono stati notificati 55 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono state ritrovate 82 carcasse di cinghiale positive al virus, tutte nel voivodato di Lubuskie (ovest del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
08/01/2020
In data 07/01/2020 sono stati notificati altri 39 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, tutti sulla popolazione selvatica. Sono stati ritrovati positivi al virus 61 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 07/01/2020 sono stati notificati 8 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con 8 cinghiali risultati positivi al virus ritrovati, su tutto il territorio del Paese, ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 04/01/2020 sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, in altrettanti allevamenti commerciali. Tra questi, di notevole rilevanza, sono state ritrovate 64 carcasse positive al virus in un allevamento di circa 24.000 capi, nella regione del Sumen (est del Paese).
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle relative carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
03/01/2020
Il 02/01/2020 sono sono stati notificati altri 9 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. Tredici cinghiali sono stati diagnosticati positivi al virus, 4 dei quali sono stati ritrovati già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
02/01/2020
Il 30/12/2019 sono stati notificati 87 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, con il coinvolgimento di un totale di 116 cinghiali, tutti ritrovati già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Tra il 24 e il 30 dicembre sono stati notificati altri 91 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 121 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
Report 8
Report 9
Report 10
Report 11
Report 12
completi pubblicati sul sito dell’OIE
Tra il 24 e il 26 dicembre sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, tutti sulla popolazione selvatica. A risultare positivi al virus sono stati in totale 7 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
Tra il 23 e il 31 dicembre sono stati notificati altri 27 focolai di Peste Suina Africana in Romania, con il coinvolgimento di 60 cinghiali e 84 suini domestici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 6
Report 7
Report 8
completi pubblicati sul sito dell’OIE
24/12/2019
In data 23/12/2019 sono stati notificati altri 11 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con la positività diagnostica al virus su altrettanti cinghiali ritrovati in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 20/12/2019 sono stati notificati 74 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. A risultare positivi al virus, in totale, sono stati 103 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 20/12/2019 sono stati notificati 7 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con il coinvolgimento di 6 cinghiali e di un piccolo allevamento di 48 capi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
Sempre in data 20/12/2019 sono stati notificati altri 33 focolai di Peste Suina Africana in Romania. In totale sono stati coinvolti 28 cinghiali e più di 2.500 suini domestici. In particolare, è stato rilevato il virus dell’ASF in un allevamento commerciale di 2.309 capi dopo il ritrovamento di 5 suini morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
19/12/2019
In data 18/12/2019 sono stati notificati 74 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. Sono state ritrovate 99 carcasse di cinghiale, tutte nella zona orientale del Paese e tutte positive al virus.

Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE

18/12/2019
In data 17/12/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Belgio, nella provincia di Lussemburgo. Una carcassa di cinghiale è stata analizzata ed è stato rilevato il virus. La morte dell’animale è stata datata a circa tre mesi fa, in settembre 2019, e il sito di ritrovamento è all’interno della zona I (zona completamente isolata già da luglio 2019.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 17/12/2019 sono stati notificati 38 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, su un altrettanto numero di cinghiali rilevati positivi al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
Sempre in data 17/12/2019 sono stati notificati altri 33 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati ritrovati 52 cinghiali positivi al virus, tra morti e ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
17/12/2019
In data 16/12/2019 sono stati notificati 17 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 17 cinghiali, undici dei quali ritrovati ancora in vita e positivi al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 13/12/2019 sono stati notificati altri 85 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, sulla popolazione selvatica. In totale, sono stati coinvolti 100 cinghiali, tutti ritrovati morti nella parte orientale del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 12/12/2019 sono stati notificati altri 19 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione selvatica che in quella domestica. Ci sono stati 47 casi in cinghiali e un totale di 118 suini domestici tra positivi o a contatto con essi.
Le Autorità hanno disposto la distruzione di tutte le carcasse e l’abbattimento dei capi a contatto con i positivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 11/12/2019 sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 12 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 10/12/2019 sono stati notificati altri 4 focolai di Peste Suina Africana in Romania. Sono stati ritrovati positivi al virus 3 cinghiali, ancora in vita, e tutti i suini di un piccolo allevamento di 13 capi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
11/12/2019
In data 10/12/2019 sono stati notificati altri 43 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. Sessantasei sono stati i cinghiali analizzati e risultati positivi al virus, tutti provenienti dalla parte est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
10/12/2019
In data 06/12/2019 sono stati notificati altri 58 focolai di Peste Suina Africana in Romania. in totale sono stati coinvolti 39 cinghiali e più di 300 suini domestici. 
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
Sempre in data 06/12/2019 sono stati notificati altri 25 focolai di Pesta Suina Africana in Polonia, sulla popolazione selvatica. Sono state ritrovate le carcasse di 41 cinghiali, tutte nel voivodato di Lubuskie (ovest del Paese), positive al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
05/12/2019
In data 04/12/2019 sono stati notificati altri 99 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. Sono stati diagnosticati positivi al virus 126 cinghiali, tutti trovati già morti nella parte nord-orientale del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
04/12/2019
In data 03/12/2019 sono stati notificati 57 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati 89 i cinghiali ritrovati positivi, tra morti e ancora in vita, tutti nella parte est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
Sempre i data 03/12/2019 anche in Lettonia sono stati notificati altri 18 focolai sulla popolazione selvatica, su tutto il territorio del Paese. Dei 25 cinghiali risultati positivi al virus, tutti sono stati ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
03/12/2019
In data 02/12/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione domestica. Il virus è stato trovato in due capi trovati morti di un piccolo allevamento nel distretto di Hincesti, nel sud del Paese.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei restanti 29 capi e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
02/12/2019
In data 28/11/2019 sono stati notificati altri 26 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione selvatica che in quella domestica. In totale sono stati coinvolti 38 cinghiali e 271 suini domestici, su tutto il territorio del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 27/11/2019 sono stati notificati altri 36 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale, sono stati ritrovati positivi al virus 37 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
27/11/2019
In data 26/11/2019 sono stati notificati altri 11 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. Sono state rilevate 12 positività in altrettanti cinghiali e solo in un caso l’animale è stato ritrovato morto.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
26/11/2019
In data 25/11/2019 sono stati notificati altri 16 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 18 cinghiali, 15 dei quali ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
25/11/2019
In data 22/11/2019 sono stati notificati altri 62 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione domestica che in quella selvatica. In totale, tra capi positivi o a contatto con essi, sono stati abbattuti 29 cinghiali e circa 500 suini domestici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 20/11/2019 sono stati notificati altri 9 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con il coinvolgimento di un totale di 10 cinghiali, ritrovati tutti vivi in varie zone del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
In data 19/11/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, sulla popolazione domestica. Il virus è stato segnalato in un allevamento commerciale di piccole-medie dimensioni (429 capi), con il ritrovamento di 11 capi morti risultati positivi. L’allevamento è sito nell’Oblast di Poltava (nel nord del Paese).
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei rimanenti capi e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
20/11/2019
In data 19/11/2019 sono stati notificati altri 6 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con il coinvolgimento di un totale di 7 cinghiali (3 ritrovati già morti).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Sempre in data 19/11/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione domestica. In un piccolo allevamento di 8 capi nel distretto di Hincesti è stato ritrovato un capo morto e, successivamente le prove diagnostiche, ne è derivato che il decesso è stato a causa dell’Asfarviridae virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei rimanenti capi e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
18/11/2019
In data odierna sono stati notificati 26 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 28 cinghiali, la maggior parte dei quali (22) trovati già morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
15/11/2019
In data 14/11/2019 sono stati notificati 10 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, uno dei quali in un cinghiale catturato vivo e i rimanenti tutti in piccoli allevamenti familiari, per un totale di 101 suini coinvolti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
Sempre in data 14/11/2019 è stato notificato un altro focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, in un piccolo allevamento di 30 capi. Il virus è stato isolato in seguito alla morte di due capi, risultati successivamente positivi.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 13/11/2019 sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, su altrettanti cinghiali, due dei quali ritrovati ancora vivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/11/2019
In data 13/11/2019 sono stati notificati altri 72 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati colpiti dalla malattia 84 cinghiali, su tutto il territorio del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
12/11/2019
In data 11/11/2019 sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, sulla popolazione selvatica. In totale sono stati catturati 12 cinghiali positivi al virus, in tutto il territorio del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/11/2019
In data 07/11/2019 sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con il riscontro del virus in 7 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 07/11/2019 sono stati notificati altri 29 focolai di Peste Suina Africana in Romania. Gli animali coinvolti nella malattia, tra positivi o a contatto con essi, sono stati in totale 10592, tra i quali 40 cinghiali e più di 10000 suini domestici. Da sottolineare il rilevamento del virus in un grosso allevamento di più di 9000 capi nel distretto di Arges (sud del Paese).
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi ancora in vita e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 05/11/2019 sono stati notificati 36 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, con il coinvolgimento di un totale di 42 cinghiali, tutti ritrovati già morti. I ritrovamenti sono avvenuti tutti nella parte est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 05/11/2019 sono stati notificati 17 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. Sono stati coinvolti 21 cinghiali, 17 dei quali ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
Sempre in data 05/11/2019 è stato notificato un nuovo focolaio in Ucraina, con il coinvolgimento di due cinghiali rinvenuti morti nell’Oblast di Zhitomir (nord del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 04/11/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Belgio (provincia di Lussemburgo), su un cinghiale ritrovato morto. Del cinghiale erano rimaste ormai solo le ossa e la sua morte  è stata quindi datata prima di Maggio 2019. Le analisi sono state effettuate sul midollo osseo.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 01/11/2019 sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, su altrettanti cinghiali. Solo uno di questi è stato ritrovato morto, mentre i restanti 4 sono risultati positivi al virus successivamente la loro cattura.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/11/2019
In data 31/10/2019 sono stati notificati 12 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con il coinvolgimento di 13 cinghiali. Tutti sono stati catturati ancora vivi e, successivamente la positività al virus, disposti ad abbattimento e distruzione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 30/10/2019 sono stati notificati altri 40 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione domestica che in quella selvatica. In totale sono stati coinvolti più di 4000 suini allevati e 25 cinghiali. Tra i focolai, è stato colpito dal virus un allevamento di 3700 capi nel distretto di Olt, nel sud del Paese, nel quale è stato disposto lo stamping out.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
Report 5
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
29/10/2019
In data odierna sono stati notificati 25 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 28 cinghiali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 25/10/2019 sono stati notificati altri 21 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione selvatica che su quella domestica. In totale, sono stati coinvolti 64 cinghiali e circa 5300 capi domestici. Uno degli allevamenti colpiti, nel distretto di Calarasi (sud del Paese), deteneva al suo interno più di 5000 suini.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 24/10/2019 sono stati notificati altri 11 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati catturati 12 cinghiali nell’ambito della sorveglianza risultati positivi al virus e sono stati sottoposti quindi ad abbattimento e distruzione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 24/10/2019 è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in un allevamento commerciale di suini in Bulgaria, nel distretto di Burgas. un capo è stato ritrovato morto ed è risultato positivo al virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei restanti 104 capi e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
Sempre in data 24/10/2019 sono stati notificati 31 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. Trentotto sono stati i cinghiali colpiti dal virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 23/10/2019 è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, sulla popolazione domestica. Ad essere colpito è stato un singolo suino di un allevamento familiare nell’Oblast di Poltava.
Il suino, morto per la malattia, è stato disposto alla distruzione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 22/10/2019 sono stati notificati altri 40 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, dove sono stati coinvolti in totale 47 cinghiali, tutti ritrovati morti nella parte est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/10/2019
In data 18/10/2019 sono stati notificati 26 ulteriori focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione domestica che in quella selvatica. Tra morti o disposti all’abbattimento sono stati coinvolti circa 200 suini domestici e 52 cinghiali, su tutto il territorio del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
In data 18/10/2019 sono stati notificati altri 60 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati colpiti dal virus 94 cinghiali nella parte orientale del Paese, tutti ritrovati morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 18/10/2019 sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con il coinvolgimento di 3 cinghiali e di un allevamento di 68 capi.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento totale dell’allevamento, che al momento è ancora in corso.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
14/10/2019
In data 18/10/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di 50 capi sito nell’Oblast di Poltava. A causa del virus ci sono stati 9 casi confermati con la morte di altrettanti capi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
In data 17/10/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Polonia, in un piccolo allevamento familiare di 4 capi nel voivodato di Podlaskie. Di questi, 3 sono risultati positivi al virus. E’ stato disposto l’abbattimento di tutto l’allevamento.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
Sempre in data 17/10/2019 sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica. Quattro cinghiali sono stati catturati vivi nel corso della sorveglianza attiva e sono risultati positivi al virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle relative carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/10/2019
In data 16/10/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, con la positività di un cinghiale ritrovato vivo nel distretto di Kosice. Il cinghiale è stato disposto all’abbattimento e la sua carcassa verrà distrutta.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
16/10/2019
In data 15/10/2019 sono stati notificati altri 45 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. Sono stati coinvolti in totale 59 cinghiali positivi al virus, molti dei quali ritrovati morti e i restanti abbattuti, tra le province di PestBorsod-Abauj-Zemplen e Heves.
Tutte le carcasse sono già state distrutte e le Autorità hanno disposto un aumento dei controlli delle movimentazioni dei capi sensibili all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
14/10/2019
In data 11/10/2019 sono stati notificati altri 40 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia in selvatici che in domestici. In totale sono stati coinvolti quasi 4000 suini domestici e 23 cinghiali. Se per la maggior parte il virus ha colpito piccoli allevamenti familiari, in un caso è stata rilevata la positività in un allevamento commerciale di più di 3000 capi, sito nel distretto di Braila.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi a contatto con i positivi e la distruzione di tutte le carcasse. I focolai, ad oggi, non sono ancora stati risolti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
14/10/2019
In data 11/10/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Bulgaria, sulla popolazione selvatica. Un cinghiale è stato ritrovato morto nella provincia di Plovdiv ed è risultato positivo al virus successivamente gli accertamenti diagnostici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/10/2019
Sono stati notificati altri due focolai di Peste Suina Africana in data odierna in Lettonia, su altrettanti cinghiali ritrovati vivi. I due selvatici sono già stati abbattute e le loro carcasse sono state distrutte.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/10/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia. Un cinghiale, trovato vivo nel distretto di Kosice, è risultato positivo al virus. E’ stato disposto l’abbattimento del capo e la distruzione della carcassa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/10/2019
In data odierna sono stati notificati altri 22 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, sulla popolazione selvatica, per un totale di 28 cinghiali coinvolti. Tre di questi sono stati ritrovati morti nella provincia di Heves, uno nella provincia di Hajdu-Bihar e un cluster di 24 cinghiali nella provincia di Jasz-Nagykun-Szolnok, tre dei quali ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
07/10/2019
In data 04/10/2019 sono stati notificati altri 39 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, trentotto dei quali sulla popolazione selvatica (per un totale di 50 cinghiali) e uno su un piccolo allevamento di 32 capi nel voivodato di Warminsko-Mazurskie, a nord del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
07/10/2019
In data 04/10/2019 sono stati notificati altri 53 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia sulla popolazione domestica sia selvatica. In totale sono stati coinvolti circa 600 suini domestici, tra positivi o a contatto con essi, e 39 cinghiali.
Le Autorità hanno disposto: abbattimento dei capi a contatto con i positivi, abbattimento dei cinghiali positivi ritrovati ancora in vita, distruzione di tutte le carcasse e una continua sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
07/10/2019
Un altro cinghiale è stato rinvenuto morto nella città di Targoviste, in Bulgaria, ed è risultato positivo al virus della Peste Suina Africana.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/10/2019
In data 04/10/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia. Un cinghiale è stato ritrovato morto nel distretto di Kosice, a sud-est del Paese. Le Autorità hanno ordinato la distruzione della carcassa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/10/2019
In data odierna sono stati notificati altri 9 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, sulla popolazione selvatica. Sui 10 cinghiali risultati positivi al virus, 8 sono stati ritrovati ancora in vita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/10/2019
In data 01/10/2019 sono stati notificati altri 60 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, sulla popolazione selvatica. Tutti i cinghiali (75 in totale) sono stati ritrovati morti nella parte nord-est del Paese.
Le Autorità hanno disposto la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/10/2019
In data 01/10/2019 sono stati notificati altri 43 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. Le positività sono state rilevate in due cluster distinti, entrambi nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen, con il coinvolgimento di un totale di 50 cinghiali. Trentacinque di questi al momento del ritrovo erano già morti, mentre 15 sono risultati positivi al virus ancora in vita.
Le Autorità hanno disposto un aumento dei controlli delle movimentazioni delle specie sensibili all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (1 2) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
01/10/2019
In data 30/09/2019 sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in Slovacchia, su altrettanti cinghiali ritrovati morti nel distretto di Kosice (sud-est del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/10/2019
In data 30/09/2019 sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, con il coinvolgimento di un totale di 5 cinghiali. Le carcasse sono state ritrovate tutte nella città di Budaors, nella provincia di Pest.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/10/2019
In data 28/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione domestica. In un piccolo allevamento della Regione della Gagauzia sono stati segnalati 36 suini morti, risultati successivamente positivi al virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei restanti animali dell’allevamento (solo altri 4) e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/09/2019
In data 27/09/2019 sono stati notificati altri 61 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. Settantuno cinghiali sono stati trovati morti e sono risultati positivi alle prove diagnostiche nei confronti del virus. Tutte le carcasse sono state ritrovate nel territorio a nord-est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/09/2019
In data 27/09/2019 sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con il riscontro di positività al virus in altrettanti cinghiali.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/09/2019
In data 27/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, sulla popolazione selvatica. Un cinghiale, ritrovato morto nel distretto di Kosice (est del Paese), è risultato positivo al virus.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/09/2019
In data 25/09/2019 sono stati notificati altri 62 focolai di Peste Suina Africana in Romania, su tutto il territorio del Paese. In totale sono stati coinvolti circa 7000 suini domestici, tra positivi e a contatto con i positivi, e 19 cinghiali.
I Servizi Veterinari stanno lavorando per la risoluzione di tutti i focolai in questione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
26/09/2019
Ieri sono stati notificati altri 7 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, su altrettanti cinghiali catturati vivi.
Le Autorità ne hanno disposto l’abbattimento e la successiva distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/09/2019
In data 25/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, sulla popolazione domestica. In un alevamento di circa 8000 capi, nell’Oblast di Zaporozh’Ye (sud-est del Paese), sono stati ritrovate 246 carcasse di suino, tutte positive al virus.
Vigono severe misure di controllo sulla movimentazione degli animali domestici all’interno del territorio e sulla popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/09/2019
In data odierna sono stati notificati altri 44 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, sulla popolazione selvatica. Le positività sono state riscontrate in due diversi cluster, uno nella provincia di Jasz-Nagykun-Szolnok, con il coinvolgimento di 20 cinghiali, 19 dei quali ritrovati morti, mentre il secondo nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen, dove sono stati trovati 27 cinghiali positivi al virus (26 morti).
Le Autorità hanno disposto la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
24/09/2019
In data 23/09/2019 sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria. Due cinghiali ritrovati vivi, uno nel distretto di Lovec e l’altro nel distretto di Burgas, sono stati riscontrati positivi al virus. Il terzo focolaio è stato rilevato in un piccolo allevamento di 10 capi nel distretto di Kardzali, dove tutti gli animali sono morti per la malattia.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/09/2019
In data 20/09/2019 sono stati notificati altri 38 focolai di Peste Suina Africana in Romania, tutti nel sud del Paese. In totale sono stati coinvolti 8 cinghiali tra morti o disposti all’abbattimento e circa 4200 suini domestici (81 trovati morti, i restanti abbattuti per contatto diretto con i positivi).
Le Autorità stanno continuando ad effettuare i controlli sulle movimentazioni degli animali sensibili all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/09/2019
In data 19/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Bulgaria, su un cinghiale ritrovato morto nel distretto di Blagoevgard (sud-ovest del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/09/2019
In data 18/09/2019 sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, su altrettanti cinghiali ritrovati vivi e sottoposti a diagnosi per il virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei tre animali e la distruzione delle loro carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/09/2019
In data 18/09/2019 sono stati notificati altri 22 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, con il coinvolgimento in totale di 26 cinghiali positivi al virus. Ventitré di questi sono stati ritrovati morti nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen e altri 3 (di cui uno vivo) nella provincia di Szabolcs-Szatmar-Bereg. 
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/09/2019
In data 16/09/2019 sono stati notificati altri 80 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale, sono state ritrovate 139 carcasse di cinghiale positive al virus, nella parte est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/09/2019
In data 16/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Serbia, sulla popolazione domestica. In un piccolo allevamento di otto capi, due suini trovati morti sono risultati positivi al virus. L’allevamento è sito ad est della Provincia Autonoma di Vojvodina, vicino al confine con la Romania, e si tratta del primo caso confermato in questa provincia.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi rimasti e la distruzione di tutte le carcasse. Sono stati intensificati inoltre i controlli delle movimentazioni all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
16/09/2019
In data 13/09/2019 sono stati notificati altri 117 focolai di Peste Suina Africana in Romania. Tra morti per la malattia o disposti all’abbattimento in totale sono circa 22.000 suini domestici e 64 cinghiali. Tra i tanti allevamenti colpiti, due detenevano un numero elevato di capi: un allevamento con circa 16.200 capi nel distretto di Braila e uno di quasi 5.000 nel distretto di Calarasi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
Report 4
completi pubblicati sul sito dell’OIE.

In data 13/09/2019 sono stati notificati altri 4 focolai in Bulgaria, uno in un piccolo allevamento di 2 capi e tre in altrettanti cinghiali trovati morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

In data 11/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Lettonia, con il ritrovamento del virus in un cinghiale vivo.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dell’animale e la distruzione della carcassa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

In data 11/09/2019 sono stati notificati altri 2 focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione domestica. sono stati coinvolti altrettanti allevamenti, per un totale di 12 animali tra morti o disposti all’abbattimento. Entrambi i casi sono avvenuti nel sud-ovest del Paese, tra i distretti di Cantemir e Nisporeni.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.

In data 11/09/2019 sono stati notificati 30 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 33 cinghiali nel nord-est del Paese, la maggior parte dei quali ritrovati morti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (1 2) completi pubblicati sul sito dell’OIE.

In data 10/09/2019 è stato notificato un altro focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, sulla popolazione domestica. Il virus è stato isolato in un capo rinvenuto morto in un allevamento nell’Oblast di Kirovograd. E stato quindi disposto l’abbattimento di tutti i rimanenti capi dell’allevamento (43).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

In data 10/09/2019 sono stati notificati altri 59 focolai in Polonia, dove sono stati coinvolti 110 cinghiali e un piccolo allevamento di 10 capi (con 5 animali trovati morti).
I Servizi Veterinari stanno lavorando per l’abbattimento e la distruzione di tutti gli animali.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.

In data 09/09/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un piccolo allevamento nell’Oblast di Nikolayev, nel sud del Paese.
La positività è stata rilevata in un capo rinvenuto morto e le Autorità quindi hanno disposto l’abbattimento degli altri 24 capi rimasti e la successiva distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

In data 07/09/2019 sono stati notificati 123 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania. In totale sono stati coinvolti 221 cinghiali e quasi mille suini domestici su tutto il territorio nazionale.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e l’abbattimento dei capi suscettibili o positivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
05/09/2019
In data odierna sono stati notificati altri 4 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con la positività al virus in altrettanti cinghiali ritrovati vivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/09/2019
In data 04/09/2019 sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, sulla popolazione selvatica. Due carcasse di cinghiale sono state ritrovate nella provincia di Smoljan, nel sud del Paese, vicino al confine con la Grecia, e una nella provincia di Ruse, a nord, vicino alla Romania.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e intensificato i controlli delle movimentazioni di suini all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/09/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione domestica. In un piccolo allevamento composto da 6 capi, nel distretto di Cahul, è stato ritrovato un suino morto positivo al virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei 5 capi rimasti e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/09/2019
In data 04/09/2019 sono stati notificati 52 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 60 cinghiali, 53 dei quali trovati morti e 7 diagnosticati positivi in vita. Tutti i ritrovamenti sono nella parte nord-orientale del Paese, tra le provincie di Borsod-Abauj-Zemplen (47 cinghiali), Heves (7), Jasz-Nagykun-Szolnok (4) e Hajdu-Bihar (2).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report 
Report 1
Report 2 
Report 3
completi pubblicati sul sito dell’OIE.
03/09/2019
In data 03/09/2019 sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in Slovacchia, con il rilevamento del virus in tre carcasse di cinghiale, nel distretto di Kosice.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/09/2019
In data odierna sono stati notificati altri 7 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con il coinvolgimento di 5 cinghiali e 2 allevamenti, per un totale di circa 160 suini. I due allevamenti si trovano entrambi nella regione del Sumen.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/09/2019
In data 30/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Serbia, sulla popolazione domestica. il virus è stato ritrovato su 8 suini trovati morti in un piccola allevamento di 20 capi.
Le Autorità si stanno adoperando per eliminare il focolaio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/09/2019
In data 30/08/2019 sono stati notificati altri 7 focolai in Lettonia, con 7 positività in altrettanti cinghiali.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei cinghiali positivi (tutti ritrovati vivi) e la distruzione delle relative carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/09/2019
In data 30/08/2019 sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, in un cinghiale e in un piccolo allevamento di 11 capi. Entrambi i casi sono stati rilevati nel sud del Paese, tra i distretti di Cantemir e di Cahul, rispettivamente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
02/09/2019
In data 29/08/2019 sono stati notificati 42 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania. Sono stati coinvolti circa 450 suini e 26 cinghiali, tra animali positivi o a contatto con essi.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento degli animali a rischio contagio e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12 – 3) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
02/09/2019
In data 29/08/2019 è stato notificato un caso di Peste Suina Africana in un unico suino tenuto in cattività, in Ucraina. L’allevamento familiare si trova nell’Oblast di Kirovograd.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/09/2019
In data 29/08/2019 sono stati notificati altri 4 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella popolazione selvatica. In totale sono state ritrovate 5 carcasse di cinghiale positive al virus, tra le province di Borsod-Abauj-Zemplen ed Heves.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/08/2019
In data 27/08/2019 sono stati notificati altri 35 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella popolazione selvatica. Sono state ritrovate 35 carcasse e 5 cinghiali vivi positivi al virus, tutti nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
29/08/2019
Sempre in Polonia, il 23/08/2019, sono stati notificati altri 10 focolai nella popolazione domestica in altrettanti allevamenti. I morti sono stati in tutto 51, nei quali è stata confermata la presenza del virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi a contatto con i positivi (circa 5200).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/08/2019
In data 23/08/2019 sono stati notificati 64 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 101 cinghiali, trovati morti.
Le Autorità hanno intensificato i controlli delle movimentazioni degli animali sensibili all’interno del Paese e disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/08/2019
In data odierna sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, con altrettanti cinghiali ritrovati morti.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 31 focolai di Peste Suina Africana in Romania. In totale sono state segnalate positività in un cinghiale, in uno zoo (30 animali tra morti o disposti all’abbattimento) e in 29 piccoli allevamenti con circa un totale di 350 animali.
La risoluzione dei focolai è in corso.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data 22/08/2019 sono stati notificati 7 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, tutti sulla popolazione selvatica, con altrettanti cinghiali colpiti dal virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento degli animali positivi e la distruzione delle relative carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, nei quali sono stati colpiti 2 cinghiali e un piccolo allevamento di 40 capi, tutti nel distretto di Cahul (sud del Paese).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (1 2completi pubblicati sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 24 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria. In totale sono state segnalate positività in 30 cinghiali e in un allevamento di circa 4500 animali.
La risoluzione dei focolai è in corso.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (1 2completi pubblicati sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data 22/08/2019 sono stati notificati altri 12 focolai di Peste Suina Africana in Serbia, sulla popolazione domestica. Dopo i primi focolai del Paese, confermati il 13 agosto, in altri 12 allevamenti posti nelle vicinanze dei primi tre casi è stata diagnosticata la presenza del virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi a contatto con i positivi (per un totale di 138 animali) e la distruzione di tutte le carcasse (141). Hanno inoltre disposto l’aumento dei controlli sulle movimentazioni degli animali sensibili all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 31 focolai di Peste Suina Africana in Romania, 30 dei quali sulla popolazione domestica e un cinghiale. Gli allevamenti si trovano tutti nella parte est del Paese, tra i distretti di Vaslui, Galati e Braila.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di circa 350 animali a contatto con i 62 morti ritrovati.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data 22/08/2019 sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia. Tutti i casi sono stati notificati sulla popolazione selvatica, con il coinvolgimento di sette cinghiali ritrovati in vita positivi al virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la distruzione dei cinghiali positivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, in un allevamento di 40 capi nel distretto di Cahul. Il focolaio è stato rilevato successivamente la morte di 4 capi.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi suscettibili dell’allevamento e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/08/2019
Tra il 16 luglio e il 17 agosto 2019 sono stati notificati altri 186 focolai di Peste Suina Africana in Romania, lungo tutta la zona a sud del Paese. In totale sono stati colpiti 68 cinghiali e quasi 4000 suini domestici.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (1 2completi pubblicati sul sito dell’OIE.
21/08/2019
In data 21/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, sulla popolazione selvatica. Un cinghiale è stato ritrovato morto nel distretto di Kosice, nel sud-est del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/08/2019
In data odierna sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, di cui 4 casi sulla popolazione domestica e 1 su un cinghiale. Tutte le positività sono state ritrovate nel distretto di Cantemir, nel sud del Paese vicino al confine con la Romania.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i 29 capi a contatto con i positivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/08/2019
In data 20/8/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, nella popolazione selvatica. Due cinghiali, nella città di Zatin, distretto di Kosice (sud-est del Paese) sono stati diagnosticati positivi al virus.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/08/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Belgio, nella popolazione selvatica. Un cinghiale è stato ritrovato positivo al virus nella provincia del Lussemburgo.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la successiva distruzione della carcassa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/08/2019
In data odierna sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica. Uno dei due allevamenti colpiti (nell’oblast di L’Viv situato ad ovest del Paese) dal virus detiene quasi 100.000 capi e sono stati ritrovati 680 morti a seguito dell’introduzione del virus.
Le Autorità stanno tuttora lavorando per la risoluzione dei due focolai.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
17/08/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, sulla popolazione domestica, in un allevamento di 5 capi nel distretto di Cimislia.
Le Autorità hanno disposto la ditruzione dell’animale rinvenuto morto e l’abbattimento dei rimanenti 4 capi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
16/08/2019
In data 16/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica. Il virus ha colpito un piccolo allevamento familiare di due capi nell’oblast di Nikolayev, nel sud del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
16/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri sei nuovi focolai di Peste Suina Africana in Slovacchia, di cui 5 nella popolazione domestica (con un totale di 39 capi coinvolti tra morti o disposti all’abbattimento) e un caso positivo su un cinghiale.
Tutti i casi sono avvenuti nel distreto di Kosice, nel sud-est del Paese. Le Autorità hanno incrementato i controlli all’interno dell’area di sorveglianza.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/08/2019
In data 14/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, nella popolazione domestica. In un piccolo allevamento di 8 capi sono state fatte le analisi nei confronti del virus in un capo ritrovato morto. L’allevamento si trova nel sud-est del Paese, nel distretto di Kosice.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei rimanenti sette capi e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 16 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, su 20 cinghiali, sparsi su tutto il territorio del Paese. Nessun cinghiale è stato ritrovato morto, tutte le positività derivano da analisi in vita.
Le Autorità hanno quindi disposto l’abbattimento e la distruzione di tutti i positivi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 6 focolai di Peste Suina Africana in Romania, 5 nella popolazione domestica (con due capi morti) e 1 cinghiale ritrovato morto in un parco naturale. Gli allevamenti sono tutti stanziali del distretto di Buzao, nel sud-est del Paese.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei rimanenti 22 suini e la distruzione di tutte le carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/08/2019
In data 13/08/2019 sono stati notificati 24 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 27 cinghiali, 24 dei quali ritrovati morti e 3 disposti all’abbattimento. Ventuno focolai sono stati nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen e i rimanenti in quelle di Nograd (2) e Heves (1), tutte nel nord del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report (12) completi pubblicati sul sito dell’OIE.
13/08/2019
In data odierna è stata confermata la prima positività al virus della Peste Suina Africana in Serbia.
13/08/2019
In data odierna è stato notificato un altro focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione selvatica. Due cinghiali sono stati ritrovati morti nel distretto di Cimislia (città di Gura Galbenei) e sono risultati positivi al virus.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
13/08/2019
In data 12/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione domestica. L’allevamento di circa 70 capi si trova nel distretto di Cahul, nel sud del Paese, e sono stati notificati 13 morti.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento nei confronti dei 58 capi rimasti e la distruzione di tutte le carcasse. Inoltre è stata incrementata la sorveglianza delle movimentazioni delle specie sensibili all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/08/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, nella popolazione selvatica. Un cinghiale ritrovato nel distretto di Trebisov (regione di Kosice – sud-est del Paese) è stato sottoposto a prove diagnostiche per il virus ed è risultato positivo.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la distruzione della carcassa ed un incremento di controllo delle movimentazioni dei capi suscettibili all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/08/2019
In data 11/08/2019 sono stati notificati 4 casi sospetti di Peste Suina Africana in Serbia, sulla popolazione domestica. Si tratta dei primi casi notificati della malattia in questo Paese. I 4 allevamenti sono posti a pochi km di distanza l’uno dall’altro, al centro del Paese, tra i distretti di Podunavski e Beograd. In totale sono stati ritrovati 7 animali morti sui 121 presenti negli allevamenti.
Le Autorità stanno attendendo l’esito degli esami di laboratorio, per la conferma o meno della presenza del virus nel Paese. Seguiranno quindi aggiornamenti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/08/2019
In data 09/08/2019 sono stati notificati altri 177 focolai di Peste Suina Africana in Romania. Il totale di animali colpiti dalla malattia o a rischio di contagio sono stati più di 7000, tra animali da allevamento e selvatici (49).
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione di tutte le carcasse. Al momento queste operazioni sono ancora in corso.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda ai report completi pubblicati sul sito dell’OIE: report 1report 2report 3 report 4.
12/08/2019
In data 09/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nel distretto di Odessa, nel sud del Paese al confine con Moldavia e Romania. Sono state rinvenute tre carcasse della specie suina nella riva di un fiume, diagnosticate positive tutte al virus.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/08/2019
09/08/2019
In data 08/08/2019 sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in due piccoli allevamenti della Moldavia, entrambi nel distretto di Cantemir, nel sud del Paese, per un totale di 13 suini tra morti o disposti all’abbattimento.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
Nella stessa data è stato notificato un nuovo focolaio, sempre nella popolazione domestica, nel distretto di Cahul (sud della Moldavia). Su un totale di 59 capi presenti, 17 sono stati ritrovati morti ed è stato diagnosticato il virus. Maggiori dettagli nel report pubblicato sul sito dell’OIE.
Per entrambi i casi, le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle relative carcasse.
08/08/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione selvatica. Un cinghiale è stato ritrovato morto nella città di Izmail, vicino alla città di Odessa, nel confine con la Romania.
Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa e un aumento di controlli all’interno dell’area di sorveglianza.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/08/2019
In data 07/08/2019 sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana nella popolazione domestica, in due allevamenti familiari. Entrambi i casi sono avvenuti nella parte sud-orientale della Slovacchia, nel distretto di Trebisov (nella regione Kosice, vicino al confine con l’Ungheria).
In un caso l’allevamento deteneva solo un suino, rinvenuto morto a causa della malattia. L’altro invece un totale di 3 capi, uno morto e per gli altri due le Autorità hanno disposto l’abbattimento. Inoltre, sempre in data 7 agosto 2019, con DECISIONE DI ESECUZIONE 2019/1334 DELLA COMMISSIONE, sono state istituite le nuove zone di protezione e di sorveglianza del Paese, con i relativi comuni all’interno.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in 4 cinghiali rinvenuti morti, tra i distretti di Heves e Nograd, nel nord dell’Ungheria.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e il controllo delle movimentazioni suine all’interno della zona di sorveglianza.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/08/2019
In data odierna sono stati notificati altri 9 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, sulla popolazione domestica. Gli allevanti colpiti dall’epidemia si trovano tutti nella parte orientale del Paese, nei voivodati di Lublino, della Masovia e della Varmia-Masuria.
In totale sono stati diagnosticati 483 capi positivi, 479 successivamente il decesso. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la distruzione di un complessivo di 13.127 capi e un aumento di controllo delle movimentazioni animali e loro prodotti all’interno del Paese. Le operazioni di abbattimento e di disinfezione dei focolai sono ancora, per tutti i casi, in corso.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/08/2019
In data 06/08/2019 sono stati notificati altri 14 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, tutti sulla popolazione selvatica. In totale sono stati coinvolti 18 cinghiali, 15 dei quali trovati morti e tre successivamente abbattuti, tutti nella parte nord-orientale del Paese tra i distretti di Szabolcs-Szatmar-Bareg e Borsod-Abauj-Zemplen.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/08/2019
In data 05/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, sulla popolazione selvatica. Un cinghiale è stato rinvenuto morto nel comune di Vel’ky Kamenec, nel distretto di Trebisov (Kosice), nella parte sud-orientale del Paese, sul confine con l’Ungheria.
Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/08/2019
In data 03/08/2019 sono stati notificati altri 23 focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, tutti avvenuti tra metà luglio ed inizio agosto. Otto casi sono stati confermati sulla popolazione selvatica, per un totale di 22 cinghiali. Gli altri 15 invece sulla popolazione domestica, con il coinvolgimento di quasi 130.000 suini, 472 dei quali riscontrati positivi e tutti gli altri abbattuti e distrutti (o disposti per l’abbattimento e la distruzione). Quattordici focolai non sono ad oggi ancora stati estinti.
La maggior parte dei casi sono stati rilevati nel nord del Paese, vicino al confine con la Romania. Le Autorità stanno lavorando per l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/08/2019
In data 02/08/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, in un cinghiale trovato morto nella città di Milesti, nel distretto di Nisporeni (centro del Paese).
Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa e il controllo delle movimentazioni suine all’interno della zona di sorveglianza.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
Sempre nella stessa data sono stati notificati altri tre focolai nel Paese, due nella popolazione selvatica (con tre cinghiali trovati morti) e uno in un piccolo allevamento di suini di 20 capi. Tutti e tre i casi sono avvenuti nel distretto di Cahul, nel sud del Paese.
Le prove effettuate nell’allevamento, sito nella città di Crihana Veche, hanno identificato 3 positività in altrettanti capi, di cui uno ritrovato già morto. Le autorità hanno quindi disposto l’abbattimento e la distruzione degli altri 19 capi presenti, la disinfezione dell’allevamento e il controllo delle movimentazioni all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2019
In data 29/07/2019, sono stati notificati 12 nuovi focolai di Peste Suina africana in Ungheria, nella fauna selvatica. Le positività sono state confermate in altrettanti cinghiali selvatici nelle province di Nograd e Heves, situate nel nord del Paese e confinanti con la Slovacchia.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e sono state regolamentate le attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2019
In data 29/07/2019, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina africana in Bielorussia, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in altrettanti cinghiali selvatici rinvenuti morti (solo 1) o abbattuti (7), sparsi in tutto il territorio del Paese. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, così come previsto dalla normativa vigente. Sono state regolamentate le attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2019
In data 29/07/2019 sono stati notificati 26 nuovi focolai in Ungheria, tutti sulla fauna selvatica. I capi risultati positivi sono stati in tutto 33, 28 dei quali rinvenuti morti, mentre per i rimanenti cinque è stato disposto l’abbattimento. Le carcasse sono state distrutte e continua la sorveglianza all’interno del Paese.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2019
Il 29/07/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, in un allevamento di suini domestici localizzato nel comune di Rosu nel distretto di Cahul, nella parte sud – occidentale del paese, confinante con la Romania. Si tratta del secondo focolaio di questo distretto, il primo è stato notificato in data 22 luglio.
Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono già concluse e le carcasse ed i rifiuti sono stati avviati alla distruzione.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del Paese e le attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita attorno al focolaio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2019
In data 29/07/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina nella fauna selvatica.
3 positività confermate in carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nella città di Pavlivka, nel distretto di Ivanychi, nell’oblast di Volyn, nell’Ucraina nordoccidentale. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/07/2019
In data 25/07/2019, è stato notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento familiare di suini domestici nella città di Trebišov, nella regione di Košice, nella Slovacchia sud – orientale, ai confini con l’Ungheria.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Sono state regolamentate le movimentazioni animali e sono state istituite la zona di protezione e sorveglianza attorno al focolaio. La sorveglianza è stata attivata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/07/2019
In data 25/07/2019, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, confermati in 3 allevamenti rurali localizzati nel distretto di Buzau, nella parte centrale del territorio.
Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, regolamentando le movimentazioni animali. Vige un severo controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/07/2019
In data 25/07/2019, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 5 allevamenti rurali localizzati nel distretti di Galati e Braila, nella parte sud – orientale della Romania. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte. Vigono severe misure di controllo e restrizione in tutto il territorio.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/07/2019
In data 25/07/2019 sono stati notificati 18 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 3 cinghiali selvatici rinvenuti nei distretti di Botosani e Bihor e in 16 allevamenti rurali/familiari siti nei distretti di Satu Mare, Bihor e Botosani, nella parte settentrionale della Romania, ai confini con l’Ungheria e l’Ucraina.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state istituite le zone di protezione intorno ai focolai e sono state avviate le attività di sorveglianza entro i confini delle stesse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
26/07/2019
In data 25/07/2019 sono stati notificati 18 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 3 cinghiali selvatici rinvenuti nei distretti di Botosani e Bihor e in 16 allevamenti rurali/familiari siti nei distretti di Satu Mare, Bihor e Botosani, nella parte settentrionale della Romania, ai confini con l’Ungheria e l’Ucraina.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state istituite le zone di protezione intorno ai focolai e sono state avviate le attività di sorveglianza entro i confini delle stesse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
26/07/2019
In data 25/07/2019 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina nella fauna selvatica.
3 positività confermate in carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel villaggio di Novi Bilokorovychi, nella provincia di Olevsk, nell’oblast di Žytomyr, nell’Ucraina settentrionale. È il primo focolaio notificato in questa regione. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/07/2019
In data 25/07/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento familiare di suini domestici sito nel villaggio di Velyka Berezovytsia nell’oblast’ di Ternopil nell’Ucraina occidentale. La carcassa del suino rinvenuto è stata testata ed è risultata positiva al virus della PSA. È il primo focolaio notificato in questa zona. La carcassa è stata distrutta.
Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/07/2019
In data 25/07/2019, è stato notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana in Slovacchia, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento familiare di suini domestici nella città di Trebišov, nella regione di Košice, nella Slovacchia sud – orientale, ai confini con l’Ungheria.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Sono state regolamentate le movimentazioni animali e sono state istituite la zona di protezione e sorveglianza attorno al focolaio. La sorveglianza è stata attivata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/07/2019
In data 21/07/2019, l’Agenzia bulgara per la sicurezza alimentare ha confermato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in un allevamento commerciale di suini domestici nel comune di Nikolovo, nelle provincia bulgara di Ruse a circa 9 km dal confine con la Romania.
È il primo focolaio notificato in un allevamento commerciale, con un coinvolgimento di 17.000 capi. Le operazioni di abbattimento di tutti i capi sono ancora in corso.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali da e verso l’allevamento. Sono state istituite la zona di protezione (3 km) e la zona di sorveglianza (10 km) attorno al focolaio.
Nella zona di sorveglianza è stato vietato il trasporto di suini vivi. Sono stati effettuati controllo nei macelli di destinazione dei suini e la carne e i prodotti derivati sono stati avviati alla distruzione.
Saranno fornite ulteriori informazioni, appena disponibili.
23/07/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina nella popolazione domestica, in un allevamento commerciale di suini domestici localizzato nel villaggio di Dobrovelychkivka a nell’ oblast’ di Kirovohrad, nel sud dell’Ucraina. È il primo focolaio notificato in questo distretto.
Le Autorità hanno previsto l’abbattimento di tutti i capi, a seguito di conferma di positività di un capo rinvenuto morti in allevamento e testato per PSA e distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. È stata istituita una zona di protezione attorno al focolaio, con attività di sorveglianza entro i suopi confini. Sono state regolamentate le movimentazioni animali e i controlli sulla popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute presso i comuni di Chiny e Arlon, nella provincia vallona del Lussemburgo. Le carcasse sono state distrutte.
Vigono ancora severe misure di restrizione e sorveglianza nelle zona designate dalle Autorità Competenti secondo normativa vigente.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i casi notificati sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/07/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, in un allevamento di suini domestici localizzato nel comune di Manta nel distretto di Cahul, nella parte sud – occidentale del paese, confinante con la Romania. È il primo focolaio notificato in questo distretto.
Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono già concluse e le carcasse ed i rifiuti sono stati avviati alla distruzione.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del Paese e le attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita attorno al focolaio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 18 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state riscontrate in 43 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Arges, Prahova e Ilfov e in 14 allevamenti di suini domestici localizzati nei distretti di Dolj, Prahova e Giurgiu, nella parte meridionale del territorio.
Le Autorità hanno ordinato l’abbattimento dei capi ancora vivi negli allevamenti e la successiva distruzione di carcasse, dei rifiuti e  dei prodotti derivati. Sono state istituite le zone di protezione attorno ai focolai e sono in corso attività di sorveglianza entro i confini delle stesse. Le movimentazioni degli animali da e per le zone infette è sotto stretto controllo.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in allevamenti di suini domestici localizzati nel distretto di Braila. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti. Le Autorità hanno istituito una zona di protezione attorno ai focolai e hanno disposto attività di sorveglianza.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/07/2019
In data 17/07/2019, sono stati notificati 10 nuovi focolai di Peste Suina africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 37 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Botosoni (dove si sono registrati i casi più numerosi), Iasi e Bihor. Inoltre, è stato rinvenuto morto un suino domestico in un allevamento familiare nel distretto di Botosoni. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, così come previsto dalla normativa vigente. Sono state regolamentate le attività di sorveglianza entro i  confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 1 allevamento familiare di suini domestici e in una carcassa di cinghiale selvatico, localizzati entrambi nel distretto di Buzau, nella parte centro meridionale del territorio.
Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita intono ai focolai.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
16/07/2019
In data odierna sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 3 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei distretti di Vrancea e Galați e in 3 allevamenti familiari siti nei distretti di Vrancea, Braila e Galați
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state implementate le misure di controllo previste.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
I casi sono stati confermati in 3 allevamenti familiari di suini domestici localizzati nei distretti di Satu Mare, Bihor e Botosani e in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nel distretto di Botosani, nei pressi del comune di Hanesti. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento e la conseguente distruzione delle carcasse, così come previsto dalla normativa vigente. È stata avviata attività di sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/07/2019
In data odierna, sono stati comunicati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, confermati a seguito di analisi effettuate su carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nelle province di Heves e Nógrád, considerate un’unica unità epidemiologica. Sono state applicate rigide misure di controllo.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
15/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, confermati in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei pressi di diversi comuni nella provincia di Szabolcs-Szatmar-Bereg e Borsod-Abauj-Zemplen, nella parte settentrionale del territorio, ai confini con la Slovacchia.
Le Autorità hanno implementato le misure di controllo previste.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
15/07/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento commerciale di suini domestici localizzato nel comune di Kotelva, nell’oblast’ di Poltava, nell’Ucraina centrale.
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata autorizzata la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Le Autorità hanno applicato le misure di controllo previste dalla normativa vigente: attivando una rete di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita attorno al focolaio ed un controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir di malattia).
Per maggiori dettagli sul focolaio e per visualizzare la posizione sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/07/2019
In data 14/07/2019, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, nella popolazione domestica e selvatica.
Le positività sono state confermate in 7 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nella regione di Pleven (a 6 km dal confine con la Romania), dove si era registrato il primo focolaio lo scorso 03 Luglio.
Nel villaggio di Novachene, vicino al fiume Danubio, nella stessa provincia è stata rinvenuta una carcassa di un cinghiale selvatico Sono state effettuate rigorose operazioni di pulizia e disinfezione della zona di ritrovamento.
Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento di tutti i suini infetti. Gli allevamenti positivi della provincia di Pleven sono considerati appartenenti ad un’unica unità epidemiologica. Sono state autorizzate attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita intorno ai focolai e regolamentate le movimentazioni dei capi.
Per ulteriori informazioni e per visionare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/07/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento commerciale di suini domestici, per un totale di 1058 capi coinvolti, localizzato nella cittadina di Korsunka, nell’oblast’ di Cherson, nella zona meridionale del territorio.
Le operazioni di abbattimento sono ancora in corso. Le Autorità hanno istituito le zone di protezione e sorveglianza attorno al focolaio. Le misure di controllo sono state implementate.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dlel’OIE.
10/07/2019
In data 09/07/2019, sono stati notificati 12 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica ed è stato comunicato il primo focolaio nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 12 carcasse di cinghiali selvatici, mentre l’infezione è stata registrata in 1 allevamento di suini domestici localizzato nel comune di Durbe, nella contea di Vecpils.
L’azienda colpita è stata posta in quarantena e le Autorità hanno istituito una zona di protezione di 3 km e una zona di osservazione in un raggio di 10 km attorno ad essa, come previsto dalla normativa. Tutti gli allevamenti che ricadono in queste zone saranno sottoposti ad un intenso controllo per il rispetto delle misure di biosicurezza. Le movimentazioni di suini da e verso quest’area saranno sospese. La Food and Veterinary Service (FVS) ha avviato un’indagine epidemiologica per determinare l’origine dell’infezione.
Le Autorità sollecitano gli allevatori ad applicare rigorose misure di biosicurezza, tra le quali:

  • Evitare il contatto tra suini domestici e cinghiali selvatici (reservoir di infezione)
  • Non alimentare i suini con scarti di cibo o erba tagliata da pascoli
  • Non somministrare acqua prelevata da bacini idrici aperti
  • Utilizzare vestiario pulito all’interno dei recinti
  • Assicurarsi che scarpe e altre calzature specializzate siano adeguatamente disinfettate all’ingresso del recinto ed eseguire altre misure di disinfezione. È necessario disinfettare i veicoli che viaggiano da e verso i pascoli aziendali;
  • Contattare il veterinario ai primi segni di sintomatologia.

Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 34 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
54 positività confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei voivodati di Lublino, Poldachia, Masuria e Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a rigide misure di restrizione sulle movimentazioni animali. Continua la sorveglianza ed il controllo della popolazione selvatica sensibile all’infezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria nella fauna selvatica.
Le positività sono state notificate in 5 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nelle province di Heves e Nógrád, le più colpite dall’infezione. Le autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. Vigono severe misure di restrizioni nelle province colpite secondo normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
08/07/2019
In data 06/07/2019, l’Agenzia bulgara per la sicurezza alimentare (BFSA) ha confermato un secondo focolaio di peste suina africana nei suini domestici a distanza di soli tre giorni dall’ultimo (notificati in data 03/07/2019). È il terzo focolaio dal 2018.
Le positività sono state confermate in un allevamento di suini domestici sito nel villaggio di Novachene, vicino al fiume Danubio, a soli 16 km a sud-est del villaggio di Zhernov, dove era stato confermato il caso precedente lo scorso 03 luglio. La BFSA ha adottato le misure necessarie per il controllo e l’eradicazione della malattia secondo la legislazione europea e nazionale.
Il primo focolaio di peste suina africana nei suini domestici in Bulgaria è stato confermato lo scorso agosto nel villaggio di Tutrakantsi, circa 250 km a sud-est di Novachene.
08/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
2 carcasse rinvenute morte e risultate positive al virus nella provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nell’Ungheria nord orientale. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2019
In data 03/07/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Bulgaria.
L’infezione da Peste Suina Africana è stata confermata in un allevamento rurale di suini domestici nel villaggio di Zhernov, nella regione di Pleven (a 6 km dal confine con la Romania). È il primo focolaio notificato in questa regione della Bulgaria.
Sono state adottate le misure di controllo ed eradicazione conformemente alla Diretticva 2002/60/CE del Consiglio. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno della regione; sono state avviate attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita. Le carcasse, i prodotti derivati e rifiuti saranno distrutti. Sono previsti controlli della popolazione selvatica sensibile (reservoir di infezione) e sulla possibile presenza di vettori, probabile causa di trasmissione indiretta di infezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/07/2019
In data 02/07/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nei pressi della città di Dobropillja, nell’oblst’ di Donec’k, nella parte sud – orientale del territorio. Le attività di abbattimento si sono già concluse ed è stata avviata la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Sono state disposte attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
03/07/2019
In data 02/07/2019, sono stati notificati 5 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici abbattuti.
I casi notificati rientrano nelle zone sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza, secondo normativa vigente.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
03/07/2019
In data 02/07/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, un allevamento commerciale di suini domestici localizzato nella città di Orichiv, nel oblast’ di Zaporogia, nella parte sud – orientale del territorio. Le operazioni di abbattimento sono ancora in corso.  Le Autorità hanno istituito la zona di protezione attorno al focolaio e regolamentato attività di sorveglianza entro i confini della stessa.
Misure di controllo sono state implementate, così come previsto dalla normativa.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/07/2019
In data 02/07/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di suini domestici localizzato nei pressi dell’insediamento di tipo urbano di Domanivka nella parte occidentale di Mykolaiv Oblast. È il primo focolaio notificato in questa parte del territorio ucraino.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse. Sono state regolamentate le movimentazioni degli animali all’interno del distretto e le attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
02/07/2019
In data 01/07/2019, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Belgio, confermato in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nei pressi del comune di Léglise, nella provincia vallona del Lussemburgo, entro i confini della zona sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza. La carcassa è stata distrutta. Vigono severe misure di controllo e sorveglianza.
Per consultare il report completo si rimanda al sito dell’OIE.
02/07/2019
In data 01/07/2019, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Bulgaria, nella fauna selvatica.
I casi sono stati riscontrati in 3 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Dobrič e Silistra, nel nord – est del Paese ai confini con la Romania. Le carcasse sono state distrutte e le Autorità hanno provveduto ad applicare le misure di controllo previste dalla normativa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/07/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in tre allevamenti commerciali di suini domestici localizzati nel voivodato della Varna – Masuria, entro i confini della zona dichiarata infetta e sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza, secondo normativa vigente.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 1 cinghiale selvatico abbattuto e in 2 allevamenti rurali di suini domestici. I casi notificati sono stati riscontrati nel distretto di Buzau.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
28/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 9 allevamenti di suini domestici localizzati nei distretti di Teleorman, Giurgiu ed Arges. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione. Vigono severe misure di controllo in tutto il territorio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/06/2019
In data odierna, è stata comunicata una positività al virus delle Peste Suina Africana in Romania, in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuto presso il comune di Tulburea, nel distretto di Vrancea. Sono state attuate le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
28 positività sono state riscontrate in 3 diversi allevamenti di suini domestici siti nel distretto di Buzau, nella parte centro – meridionale del territorio, ai confini con i distretti di Braila e Ialomita.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. È stata istituita la zona di protezione attorno ai focolai e sono state avviate le attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della stessa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
27/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 48 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
82 positività confermate in carcasse di cinghiali selvatici, rinvenute nei voivodati di Lublino, Masuria e Varna – Masuria. Tutti i casi rientrano nell’area sottoposta a misure restrittive e di controllo secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
27/06/2019
In data 26/06/2019, sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
66 capi coinvolti, di cui 14 morti per l’infezione, in 9 allevamenti di suini domestici localizzati nei distretti di Teleorman, e Doji, nella parte meridionale della Romania.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. È stata avviata una sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite intorno ai focolai. Vigono severe misure di restrizione sulla movimentazione dei capi.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

27/06/2019
In data 26/06/2019, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 2 allevamenti di suini domestici localizzati nei distretti di Satu Mare e Bihor, nella parte settentrionale del territorio.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse. Sono state regolamentate attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita intorno ai focolai, come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2019
In data 24/06/2019, è stata notificata una positività al virus della Peste Suina Africana riscontrata in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici, sito nel distretto di Buzău nella parte centrale del territorio.
La carcassa è stata distrutta. Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
25/06/2019
In data 24/06/2019, sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 8 carcasse di cinghiale selvatico e in 4 allevamenti di suini domestici, per un totale di 88 capi coinvolti. I casi sono stati riscontrati nei distretti di Ilfov, Dolj, Calarasi e Giurgiu.
Sono state applicate le misure di controllo previste dalla normativa, con l’abbattimento di tutti i capi coinvolti e la distruzione delle carcasse.
Per maggiori informazioni e per consultare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
24/06/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina confermato in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuto presso l’oblast’ di Cherson, nei pressi del capoluogo omonimo.
La carcassa è stata distrutta e sono state applicate le misure di controllo previste.
Per consultare il report completo, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/06/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di suini domestici localizzato nell’oblast’ di Kharkiv, nella parte orientale del territorio. È il primo focolaio notificato in questa parte del territorio.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei suini ancora vivi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. È stata disposta attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita attorno al focolaio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 18 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
19 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nelle province di Heves e Nógrád (considerate un’unica unità epidemiologica) sono risultate positive al virus. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. Vigono severe misure id restrizione all’interno del paese ed un costante controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
24/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 2 allevamenti commerciali di suini domestici, localizzati nel voivodato di Lublino e Varna – Masuria. Gli allevamenti rientrano nei confini delle zone sottoposte a misure di restrizione, secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/06/2019
In data odierna, sono state comunicate 2 nuove positività al virus per Peste Suina Africana in Romania, in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel distretto di Tulcea, nella parte meridionale del territorio. Le carcasse sono state avviate alla distruzione e le Autorità hanno implementate le misure di controllo previste.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 3 allevamenti di suini domestici localizzati tutti nel distretto di Teleorman, nella parte meridionale della Romania. Gli animali ancora vivi sono stati abbattuti, così come previsto dalla normativa vigente e le carcasse sono state distrutte.
Per consultare il report completo e visualizzare i casi sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
21/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nel distretto di Ilfov e in un allevamento rurale, sito in Perisou, nel distretto di Calarasi. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono già concluse. Vigono severe misure di restrizioni in tutto il Paese.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in due carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei pressi del comune di Tulburea, nel distretto di Vrancea. A seguito di conferma di positività, le carcasse sono state distrutte.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/06/2019
In data odierna sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 2 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nel comune di Rediu, nel distretto di Botosani, nella parte settentrionale del territorio, ai confini con la Moldavia e l’Ucraina. Le carcasse sono state distrutte e i restanti capi abbattuti, così come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/06/2019
In data 20/06/2019, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 3 allevamenti rurali di suini domestici, per un totale di 7 capi coinvolti.
Gli allevamenti sono localizzati nei distretti di Giurgiu e Vilcea, nella parte centro meridionale del territorio rumeno.
Le Autorità hanno provveduto all’abbattimento dei capi ancora vivi e hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state implementate misure di controllo e restrizione sulle movimentazioni animali all’interno del Paese e sulla sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/06/2019
In data 18/06/2019, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania.
Le positività sono stati confermate in 3 carcasse di cinghiale selvatico e in 2 allevamenti rurali di suini domestici siti nel distretto di Teleroman, nella parte meridionale della Romania, al confine con la Bulgaria.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse e attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita. Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali all’interno del Paese, come previsto dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/06/2019
In data 18/06/2019, sono stati notificati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, confermati in cinghiali selvatici abbattuti entro i confini dell’area sottoposta a rigide misure di controllo, secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/06/2019
In data odierna, sono state notificate 2 nuove positività al virus della Peste Suina Africana in Belgio, in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nella provincia vallona del Lussemburgo. Le carcasse sono state distrutte e le misure di controllo implementate. Nessun focolaio è stato notificato nella popolazione domestica.
Per ulteriori dettagli è possibile consultare il report completo pubblicato sul sito dell’OIE,
17/06/2019
In data 14/06/2019, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in 2 allevamenti a conduzione familiare localizzati nei voivodati di Lublino e Varna – Masuria. Le positività rientrano nei confini dell’area sottoposta a rigide misure di controllo e restrizione, secondo normativa vigente. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
14/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 35 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
58 positività confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei voivodati di Lublino, Poldachia e Masuria, entro i confini dell’area sottoposta a rigide misure di restrizione secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte. Continua il controllo sulla popolazione selvatica sensibile, reservoir di infezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei casi notificati sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2019
In data 13/06/2019, è stato notificato un ulteriore caso di Peste Suina Africana in Romania confermato in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nei pressi del comune di Zarnesti, nel distretto di Buzau nella zona sud – orientale del territorio. La carcassa è stata distrutta.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2019
In data 13/06/2019, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
I casi sono stati riscontrati in 8 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute in diversi comuni dei distretti di Vilcea, Ilfov e Teleorman e in 2 allevamenti rurali di suini domestici siti nel distretto di Giurgiu, nella parte meridionale del Paese. Le autorità hanno adottato le misure di controllo previste dalla normativa vigente, autorizzando l’abbattimento di tutti i capi ancora vivi e la conseguente distruzione di tutte le carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Le movimentazioni animali all’interno del Paese sono sotto rigido controllo e sono state avviate attività di sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori dettagli sui focolai e per visualizzare la loro posizione sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sull’OIE.
13/06/2019
In data 12/06/2019, sono stati notificati 24 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, confermati in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nelle province di Heves e Nógrád, considerate un’unica unità epidemiologica.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, hanno regolamentato le movimentazioni animali e le attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
13/06/2019
In data 12/06/2019, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 6 cinghiali selvatici abbattuti o rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni della provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nell’Ungheria nordorientale al confine con la Slovacchia.
Le carcasse sono state distrutte. Le Autorità hanno applicato le misure di controllo previste dalla normativa vigente, attivando una sorveglianza all’interno ed all’sterno della zona di protezione istituita con un controllo mirato alla popolazione selvatica sensibile all’infezione (reservoir).
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
13/06/2019
In data 12/06/2019, è stata notificata una nuova positività al virus della Peste Suina Africana in Ungheria in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nei pressi della città di Bagamér, nella provincia di Hajdù-Bihar, nella parte orientale del territorio ungherese, al confine con la Romania.
La carcassa è stata distrutta e sono state implementate le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa della positività, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/06/2019
In data 11/06/2019, 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei pressi dei diversi comuni rientranti nella Zona II istituita nella provincia vallona del Lussemburgo in Belgio. Le Autorità hanno le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/06/2019
In data 11/06/2019, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in 2 cinghiali abbattuti nei pressi del comune di Saldus, entro i confini dell’area sottoposta a misure di restrizione secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/06/2019
In data 06/06/2019, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, confermato in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuto nei pressi del comune di Supur nel distretto di Satu Mare, nella parte settentrionale del territorio. La carcassa è stata distrutta.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
07/06/2019
In data 05/06/2019, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
I casi sono stati confermati in 3 allevamenti rurali di suini domestici localizzati in diversi comuni del distretto di Tulcea, nella Romania meridionale. Le misure di controllo sono state attuate con la distruzione delle carcasse e dei prodotti derivati. Le Autorità hanno disposto misure di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo e la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
07/06/2019
In data 05/06/2019, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania.
Le positività sono state confermate in 2 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nel distretto di Ilfov e in 2 allevamenti di suini domestici, per un totale di 455 capi coinvolti, siti nel comune di Islaz nel distretto di Teleorman, nella parte meridionale della Romania.
Le operazioni di abbattimento di tutti i capi si sono già concluse e le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. È stata avviata la sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/06/2019
In data 05/06/2019, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti di suini domestici, per un totale di 25 capi coinvolti, localizzati nel comune di Gemenele nel distretto di Brăila, nella parte sud – orientale del territorio. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del distretto e attivato una sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sull’OIE.
04/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania.
I casi notificati sono stati confermati in 3 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Teleorman e Ilfov, e in 2 allevamenti rurali di suini domestici di piccole dimensioni, per un totale di 7 capi coinvolti, siti nei distretti di Giurgiu e Argeș, nella parte centrale del territorio. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali e le attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
04/06/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 5 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Maramures e Bihor e in un allevamento di suini domestici localizzato nel distretto di Salaj. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte.
Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/06/2019
In data 03/06/2019, sono stati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 4 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute in diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo in Belgio entro i confini della Zona II, dichiarata infetta e sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi confermati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/06/2019
In data 03/06/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Polonia, in un allevamento commerciale di suini domestici localizzato nel villaggio di Wólka Wygonowska, nel voivodato di Poldachia, nel nord – est della Polonia.
Il focolaio notificato rientra nei confini dell’area del territorio polacco sottoposto a rigide misure di restrizione previsto dall’allegato della Decisione 2014/709/UE.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni degli animali, istituito una zona di protezione intorno al focolaio e avviato attività di sorveglianza entro i confini della stessa. Hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi presenti in allevamento e la conseguente distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/06/2019
In data 03/06/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in un allevamento di suini domestici, per un totale di 121 capi coinvolti, sito nel centro abitato di Kozjatyn, nell’ oblast’ di Vinnycja, nella parte occidentale del territorio.
A seguito della conferma di positività, le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Hanno istituito una zona di protezione intorno al focolaio e regolamentato attività di sorveglianza entro i confini della zona dichiarata.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/05/2019
In data 30/05/2019, sono state notificate 13 nuove positività al virus della peste Suina Africana in Romania, confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute in diverse località dei distretti di Maramures e Bihor, nella parte settentrionale del territorio. Le carcasse sono state distrutte e le misure di controllo previste sono state implementate.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/05/2019
In data 30/05/2019, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 1 carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nel distretto di Galați e in 1 allevamento rurale di suini domestici sito nel distretto di Vrancea.
Per maggiori dettagli e per la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/05/2019
In data 29/05/2019, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 5 allevamenti rurali localizzati in diversi comuni del distretto di Tulcea, nella parte meridionale del territorio.
Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono già concluse ed è stata avviata la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/05/2019
In data 29/05/2019, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
I casi sono stati confermati in 1 carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nei pressi della località di Adam, nel distretto di Galați e in 2 allevamenti rurali di piccole dimensioni, siti nel distretto di Braila, in cui si è registrata la mortalità di tutti i capi presenti. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/05/2019
In data 29/05/2019, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 7 carcasse di cinghiali selvatici rinvenuti nel distretto di Ilfov e in 3 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nei distretti di Giurgiu e Teleorman, nella parte meridionale del territorio rumeno. Le operazioni di abbattimento si sono concluse e le Autoritò hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Vigono severe misure di restrizione e attività di sorveglianza all’interno del Paese.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
30/05/2019
In data 28/05/2019, sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina in Romania, nella fauna selvatica.
41 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei pressi di diversi comuni dei distretti di Bihor e Satu Mare, nella Romania settentrionale.
Le Autorità hanno autorizzato la distruzione delle carcasse. Vigono severe misure di controllo e sorveglianza della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/05/2019
In data 28/05/2019, sono stati notificati 6 nuovi casi di Peste Suina Africana in Moldavia, in carcasse di cinghiali selvatici rinvenuti presso la città di Lipcani, nel distretto di Briceni, nella parte settentrionale del territorio.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del territorio e attivato la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2019
In data 27/05/2019, le Autorità ungheresi hanno notificato 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria.
Le positività sono state confermate in 2 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei pressi delle città di Bagamér e Álmosd, nella provincia di Hajdú-Bihar, nella parte orientale del territorio, ai confini con la Romania.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno della provincia e attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, con un controllo mirato della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2019
In data 27/05/2019, sono stati notificati 10 casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei pressi di diversi comuni delle province di Borsod-Abauj-Zemplen e Szabolcs-Szatmar-Bereg, province dell’Ungheria nordorientale al confine con la Romania e con l’Ucraina.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e regolamentato le movimentazioni animali all’interno delle province colpite e attività di sorveglianza nelle zone di protezione istituite, unitamente ad un controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2019
In data 27/05/2019, sono stati notificati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 4 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei pressi dei comuni di Aubange e Arlon, nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio. I casi notificati sono stati rinvenuti entro I confine della zona II, corrispondente alla zona infetta.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE, mentre per la visualizzazione della mappa di tutti i casi notificati, si rimanda al seguente link: https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=11D5QWIY4jdhBEKoeHRWas3pU-VeTjpt1&ll=49.626202114234395%2C5.576392952973833&z=10
27/05/2019
In data 24/05/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento commerciale di suini domestici a seguito di esami eseguiti su carcasse di animali deceduti e su animali sintomatici. L’allevamento è localizzato nella contea di Giżycko, nel voivodato della Varna – Masuria, presente nell’allegato della Decisione 2014/709/EU e soggetta a severe misure di restrizione. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state regolamentate le movimentazioni animali e le attività entro i confini della zona di protezione istituita intorno al focolaio.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
4 positività confermate in cinghiali selvatici abbattuti nei pressi del comune di Burtnieki, Talsu e Pārgauja. Tutti i casi notificati rientrano nella zona elencata nell’allegato della Decisione 2014/709/UE, in cui vigono severe misure di restrizione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/05/2019
In data odierna, sono stati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nella provincia vallona del Lussemburgo, entro i confini della Zona II.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. Continuano le attività di sorveglianza disposte nelle zone istituite (Zona I e Zona II).
È possibile consultare una mappa interattiva dei casi notificati al seguente link: Dead wild boar: 804 (OIE)
Per maggiori dettagli, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 3 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nei distretti di Ialomița e Giurgiu, nella parte sud – meridionale della Romania.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Inoltre, sono state avviate attività di sorveglianza entro i confini delle aree di protezione istituite.
Per consultare il report completo e la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici abbattuti o rinvenuti morti nei distretti di Costanza e Vrancea, nella parte centro meridionale del territorio.
Le carcassa sono state distrutte. Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali all’interno dei distretti colpiti e sono state disposte attività di sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Bihor e Satu Mare, nella parte nord occidentale del territorio.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e hanno attivato misure di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 18 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio.
Le positività sono state confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute all’interno dei confini della Zona II istituita dalle Autorità competenti, nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio.
Di seguito si riporta una mappa esplicativa delle due zone istituite in Belgio:
Zona II: zona in cui il virus della PSA è stato identificato solo in cinghiali selvatici; essa è l’equivalente della zona infetta descritta nell’ OIE Terrestrial Animal Health Code.
Zona I: zona circostante la zona II, considerata zona a rischio più elevato, dove non ci sono casi confermati né sono stati identificati focolai di PSA e dove viene applicata una sorveglianza più elevata (in particolare passiva)  → questa zona I è equivalente alla zona di protezione (buffer zone) descritta nell’ OIE Terrestrial Animal Health Code.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Continuano le attività di sorveglianza all’interno della zona I e della zona II ed ulteriori misure di controllo sono state implementate.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/05/2019
In data 13/05/2019, sono stati notificati 11 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
20 positività confermate in cinghiali selvatici abbattuti o rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni della provincia di Borsod-Abauj-Zemplen, nell’Ungheria nord – orientale. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse ed implementato le misure di controllo previste.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/05/2019
In data 13/05/2019, sono stati notificati 29 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici abbattuti o rinvenuti morti nelle province di Heves e Nógrád, considerate un’unica unità epidemiologica.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti ed hanno applicato le misure di controllo previste, regolamentando le movimentazioni animali e attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
13/05/2019
In data 09/05/2019, sono stati notificati 58 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia nella fauna selvatica.
87 positività confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei voivodati della Masuria, Varna – Masuria, Lublino e Poldachia. Tutti i casi notificati rientrano nelle zone elencate nell’allegato della Decisione 2014/709/UE. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Le Autorità hanno implementato le misure di controllo previste.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/05/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi della Turnu Măgurele, nel distretto di Teleorman, nella parte meridionale del territorio.
La carcassa è stata distrutta e sono state applicate le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
08/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in un allevamento di suini domestici, per un totale di 17 capi coinvolti, e in 12 carcasse di cinghiali selvatici. Tutti i casi sono stati notificati nel distretto di Bihor, nella parte nord – occidentale del territorio.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
08/05/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento a conduzione familiare localizzato nei dintorni della città di Sumy, nella parte nord – est del territorio.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi, la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e hanno regolamentato le movimentazioni degli animali all’interno della provincia.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del caso sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 20 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute morte nella provincia vallona del Lussemburgo, entro i confini della zona di sorveglianza istituita dalle Autorità. Continuano ad essere applicate ed implementate le misure di restrizione previste dalla normativa e continuano le attività di sorveglianza entro i confini delle zone istituite (Zona I e Zona II).
Una mappa interattiva dei casi notificati è reperibile al seguente link: http://tinyurl.com/y5pv596w.
Per maggiori dettagli sui casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 6 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei distretti di Maramures, Botasani e Satu Mare nella parte settentrionale del territorio. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti ed attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 3 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei pressi del comune di Álmosd e della città di Nyírábrány, nella provincia di Hajdú-Bihar, nell’Ungheria orientale al confine con la Romania. Sono i primi casi notificati in questa provincia ungherese.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno della provincia e disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, con un controllo della popolazione selvatica sensibile all’infezione.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
02/05/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina occidentale, in un allevamento di suini domestici localizzato nel villaggio di Toky, nell’oblast’di Ternopil.
Le operazioni di abbattimento dei 258 capi coinvolti si sono concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione. Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita e operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/05/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ucraina, nella fauna selvatica.
Le positività sono state riscontrate in 3 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei pressi della città ucraina di Storožynec, nell’oblast’ di Černivci, nella zona sud occidentale del territorio. Sono i primi casi notificati in questa zona del Paese.
Le Autorità hanno provveduto ad applicare le misure di restrizione previste dalla normativa, disponendo la distruzione delle carcasse, le attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita ed un controllo mirato della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei casi sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/04/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Belgio, in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuto presso il comune di Aubange, nella provincia vallona del Lussemburgo, ai confini con la Francia ed il Lussemburgo. Le misure di controllo previste dalla normativa vigente sono state applicate.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
30/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici abbattuti nei pressi dei comuni di Dobele, Alūksne e Saldus, rientranti nella zona sottoposta a rigide misure di restrizione, secondo normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 51 nuovi focolai di Peste Suina africana in Polonia, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 94 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei voivodati di Varna – Masuria, Lublino, Masuria e Poldachia. Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza, secondo normativa vigente.
Per maggiori dettagli sulla consistenza e localizzazione dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/04/2019
In data 26/04/2019, sono stati notificati 43 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nel corso delle attività di sorveglianza nelle province confinanti di Heves e Nógrád, nella parte settentrionale del territorio. Le due province sono considerate un0unica unità epidemiologica.
Vigono severe misure di controllo, attuate secondo normativa vigente, sulle movimentazioni animali e sulle attività di sorveglianza da effettuare all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/04/2019
In data 26/04/2019, sono stati notificati 22 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
26 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nella province di Szabolcs-Szatmár-Bereg e Borsod-Abaúj-Zemplén; provincie dell’Ungheria nord orientali, confinanti e considerate un’unica unità epidemiologica.
Le misure di controllo ed eradicazione previste dalla Normativa Europea sono state implementate: le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno delle province colpite ed avviato attività sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite. Continua il monitoraggio sulla popolazione selvatica sensibile, la più colpita dall’infezione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/04/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina.
L’infezione ha colpito un allevamento commerciale di suini domestici localizzato nel villaggio di Busha nella regione di Podolia, nella provincia di Vinnytsia, vicino al confine con la Moldavia. È il primo focolaio notificato in questa provincia.
Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono concluse. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati sotto vincolo ufficiale e disposto operazioni di disinfezione e disinfestazione. È stata avviata la sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita intono al focolaio.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/04/2019
In data 25/04/2019, sono stati notificati 5 nuovi casi di peste Suina Africana in Romania, confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nel distretto di Costanza.
Vigono severe misure di restrizioni sulle movimentazioni animali nel distretto ed è attiva la sorveglianza entro le zone di protezione istituite con un controllo sulla popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/04/2019
In data 25/04/2019, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 7 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute morte o abbattute durante le attività di controllo e sorveglianza della fauna selvatica, nei distretti di Satu Mare e Bihor, nella parte settentrionale del territorio. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Resta attiva la sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, confermati in 2 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Tulcea e Buzau.
Le carcasse sono state distrutte e le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per maggiori dettagli, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel distretto di Galați e in 1 suino domestico rinvenuto morto in un allevamento a conduzione familiare localizzato nel distretto di Costanza.
Le misure di controllo previste dalla normativa vigente sono state applicate.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
16 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Satu Mare, Botosani, Maramures e Salaj, nella parte settentrionale della Romania. Le carcasse sono state distrutte.
Le misure di controllo sono state implementate.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/04/2019
In data 23/04/2019, sono stati notificati 25 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio.
Le positività sono state riscontrate in 25 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute entro i confini della zona I istituita nella regione vallona del Lussemburgo, in Belgio vicino ai confini francesi. La zona è sottoposta a severe misure di sorveglianza. Una mappa dei casi notificati e delle zone di sorveglianza istituite è consultabile al seguente link:  http://tinyurl.com/y5pv596w  
Per maggiori informazioni circa i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/04/2019
In data 23/04/2019, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei pressi del comune di Ķeguma, Dundaga e Rēzekne.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a rigide misure di sorveglianza e restrizione secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
19/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 2 allevamenti di suini domestici localizzati nei comuni di Adam e Balasesti, nel distretto di Galați. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali e la sorveglianza entro i confini delle aree di protezione istituite,
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/04/2019
In data odierna è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, confermato in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nel distretto di Buzău. Sono state implementate le misure di controllo previste dalla normativa.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/04/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nei pressi del centro abitato di Haivoron nell’oblast’ di Kirovograd, nella parte centrale del territorio. È il primo caso notificato in questo distretto. La carcassa è stata avviata alla distruzione, come previsto dalla normativa. Le Autorità hanno regolamentato attività di sorveglianza entro i confini dell’area di protezione istituita ed un controllo mirato alla popolazione selvatica sensibile, possibile reservoir di infezione.
Per ulteriore informazione e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/04/2019
In data 16/04/2019, sono stati notificati 17 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate su carcasse di cinghiale selvatico rinvenute morte o abbattute nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio. Tutti i casi notificati rientrano nei confini della “zona I” : zona sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza soprattutto nei riguardi della fauna selvatica, l’unica ad oggi ad essere stata colpita dall’infezione. I focolai notificati e le zone identificate dalle Autorità competenti sono illustrate in una mappa interattiva e costantemente aggiornata, visibile al seguente link:  http://tinyurl.com/y5pv596w  
Per ulteriori informazioni sugli ultimi casi notificati, si rimanda al report complete pubblicato sul sito dell’OIE.
15/04/2019
In data 12/04/2019, sono stati notificati 26 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
41 positività confermate in carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei voivodati di Lublino, Masuria e Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione secondo normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel distretto di Calarasi, nei pressi del comune di Roseti.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e regolamentato le movimentazioni animali nel distretto e attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 casi di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate a seguito di analisi di due carcasse di cinghiali selvatici rinvenuti nei distretti di Salaj e Maramures. Nella parte nord – occidentale del territorio. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e attività di sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/04/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento familiare di suini domestici localizzato nel comune di Holt, nel distretto di Bacău.
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte, così come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 8 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel comune di Trestieni, nel distretto di Vrancea. Le carcasse sono state avviate alla distruzione. Sono state implementate le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
11/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici abbattuti nei comuni di Tukums, Talsu e Daugavpils.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a misure restrittive, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa conni casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/04/2019
In data 09/04/2019, sono stati notificati 179 casi di Peste Suina Africana in Ungheria, confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nelle province di Heves e Nógrád, considerate un’unica unità epidemiologica. Vigono severe misure di controllo sul territorio secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
10/04/2019
In data 09/04/2019, è stato confermato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria, in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuto nel comune di Tarpa nella provincia di Szabolcs-Szatmar-Bereg. La carcassa è stata distrutta, come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/04/2019
In data 09/04/2019, sono stati notificati 29 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
46 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nelle province di Borsod-Abaúj-Zemplén e Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale. Le 2 province sono considerate un’unica unità epidemiologica.
10Vigono severe misure di controllo sul territorio riguardo le movimentazioni animali e sulle attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite. Continua il controllo sulla popolazione selvatica sensibile, principale fonte di infezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/04/2019
In data 09/04/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nella provincia di Bashtanka, nell’oblast’ di Mykolaiv, nella parte meridionale del territorio. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali nella provincia e disposto attività di sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita attorno al focolaio, come previsto dalla normativa vigente. Sono state, inoltre, disposte procedure di disinfezione straordinaria all’interno dell’allevamento.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/04/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria, in una carcassa di cinghiale selvatico rivenuto nei pressi del comune di Tarpa, nella provincia di  Szabolcs-Szatmar-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale, ai confini con la Romania. La carcassa è stata distrutta.
Le Autorità competenti hanno applicato le misure di controllo previste dalla normativa vigente riguardo le movimentazioni e l’ istituzioni della zona di protezione e sorveglianza.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/04/2019
In data 08/04/2019, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, confermati in 2 cinghiali selvatici abbattuti nei pressi dei comuni di Enisala e Camena, nel distretto di Tulcea. A seguito di positività, le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/04/2019
In data 08/04/2019, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, confermato in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del comune di Runcu nel distretto di Dâmbovița, nella parte centro meridionale del territorio. La carcassa è stata distrutta ed è stata avviata la sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/04/2019
In data 08/04/2019, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 6 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Vrancea e Constanza e in un allevamento di suini domestici sito nel comune di Vădeni nel distretto di Brăila. Le operazioni di abbattimento dei 43 capi presenti in allevamento si sono concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione.
Le Autorità hanno applicato le dovute misure di controllo previste dalla normativa vigente, con regolamentazione delle movimentazioni animali, sorveglianza entro la zona di protezione istituita intono al focolaio, controllo della popolazione selvatica sensibile in tutto il territorio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/04/2019
In data 08/04/2019, sono stati notificati 10 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 10 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute entro i confini delle zone di protezione e sorveglianza istituite dalle Autorità competenti. Le carcasse sono state distrutte, come previsto dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
09/04/2019
In data 08/04/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di suini domestici sito nel centro abitato di Volnovacha, nell’oblast’ di Donec’k.
Le misure di controllo ed eradicazione previste dalla Normativa vigente sono state applicate dalle Autorità competenti con regolamentazione delle movimentazioni animali all’interno del territorio e abbattimento dei 30 capi presenti in allevamento, con successiva distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e severe operazioni di disinfezione. Continua il controllo e monitoraggio della fauna selvatica sensibile.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/04/2019
In data 05/04/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 3 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Botasani e Maramures e in un allevamento di suini domestici, per un totale di 32 capi coinvolti, localizzato nel comune di Simian nel distretto di Bihor, nella parte settentrionale della Romania.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi in allevamento, la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e operazioni di disinfezione dell’area dichiarata infetta. Hanno avviato attività di sorveglianza entro i confini dell’area di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/04/2019
In data 03/04/2019, sono stati confermati 8 casi di Peste Suina Africana in Bulgaria, nella fauna selvatica.
Le positività sono state riscontrate su carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nelle province di Dobrich e Silistra nel nord – est della Bulgaria. A seguito di conferma, le carcasse sono state distrutte e sono state eseguite le opportune misure di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti di suini domestici, per un totale di 22 capi coinvolti, e in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel distretto di Călărași. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. È stata avviata una sorveglianza mirata ed un controllo della popolazione selvatica sensibile, entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
9 positività riscontrate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni lettoni, rientranti tutti nella zona sottoposta a rigide misure di restrizione, poiché annoverata nell’allegato della Decisione 2014/709/UE e s.m.i.,
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/04/2019
In data 02/04/2019, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania.
Le positività sono state confermate in un cinghiale abbattuto nei pressi di Pestera, nel distretto di Costanza e in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Pitulati, nel distretto di Brăila.
Gli animali sono stati abbattuti e le carcasse sono state distrutte, così come previsto dalla normativa. Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali e attività di sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite.
Per consultare il report completo e la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
03/04/2019
In data 02/04/2019, sono stati notificati 37 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
69 positività sono state riscontrate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei voivodati di Masuria, Poldachia, Lublino e Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione seconda normativa vigente. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/04/2019
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 5 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo, entro i confini dell’area di sorveglianza. Le carcasse sono state avviate alla distruzione. Vigono severe misure di controllo nelle aree delimitate dalle Autorità competenti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/04/2019
In data 29/03/2019, sono stati comunicati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in 2 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nel distretto di Buzau.
Le carcasse sono state distrutte ed è stata avviata una sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
01/04/2019
In data 29/03/2019, sono state notificate 7 positività al virus della Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei distretti di Călărași e Ialomița, nel parte meridionale del territorio. Vigono severe misure di restrizione relative alle movimentazioni animali, con attività di sorveglianza disposte all’interno delle zone di protezione istituite.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i casi notificati sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/04/2019
In data 29/03/2019, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 6 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei pressi dei villaggi di Ibrianu e Corbu Vechi e in un allevamento di suini domestici sito nel comune di Faurei, nel distretto di Brăila.
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione, unitamente ai rifiuti e ai prodotti derivati. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del distretto e previsto attività di sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite.
Per consultare il report completo e la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
01/04/2019
In data 29/03/2019, sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
34 positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni dei distretti di Bihor, Maramures e Satu Mare, nella Romania nord – occidentale. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e un continuo monitoraggio all’interno delle zone di protezione istituite.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
27/03/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di peste Suina Africana in Ucraina, nella fauna selvatica.
3 carcasse di cinghiale selvatico sono state rinvenute nell’isolotto di Khortytsia nel fiume Dnipro, entro i confini della città di Zaporizhia. È il primo focolaio notificato in questa zona del territorio ucraino.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e hanno avviato attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita con un controllo della popolazione domestica e selvatica.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/03/2019
In data 25/03/2019, sono stati comunicati 40 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati in diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo, l’unica ad oggi ad essere colpita dall’infezione.
Tutti i casi notificati rientrano nelle zona II (zona infetta) istituita dalle Autorità, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/03/2019
In data 25/03/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento di suini domestici localizzato nel comune di Șerbănești, nel distretto di Olt, nella parte meridionale del Paese.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state disposte attività di sorveglianza al’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/03/2019
In data 25/03/2019, sono stati notificati 2 casi di Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nel distretto di Tulcea.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituite.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report al sito dell’OIE.
25/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 13 carcasse di cinghiale selvatico rinvenute nei pressi dei comuni di Poganesti, Galați e Suceveni, nel distretto di Galați, nella parte nord orientale del territorio. Le carcasse sono state distrutte. è attiva la sorveglianza all’interno della zone di protezione istituite.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
25/03/2019
In data odierna, sono state notificate 52 positività al virus della Peste Suina Africana in Polonia, confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei pressi di diversi comuni dei voivodati di Lublino, Poldachia, Masuria e Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a rigide misure di restrizione sulla movimentazione animale e sul controllo della fauna selvatica, secondo quanto stabilito dalla legislazione comunitaria.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/03/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Onesti, nel distretto di Bacau.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state programmate le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, con 7 casi confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nelle località di Kursīši e Ruba, nel comune di Saldus.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona elencata nell’allegato della Decisione 709/2014/EU e sottoposta a rigide misure di controllo e restrizione sulle movimentazioni animali e sul controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
21/03/2019
In data odierna, sono state comunicate 204 casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nelle province di Heves e Nógrád, ad oggi considerate un’unica unità epidemiologica. Le carcasse e i rifiuti sono state distrutti.
Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali all’interno della provincia e nel Paese, con sorveglianza attiva all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite ed un continuo controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/03/2019
In data 20/03/2019, sono stati confermati 18 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
41 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen, nell’Ungheria nordorientale, confinante con le altre province di Nógrád e Heves, le più colpite dall’infezione.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, attività di sorveglianza all’interno e all’esterno delle zone di protezione istituite, continuo controllo della popolazione selvatica sensibile e operazioni di disinfezione. Nessun trattamento è permesso sugli animali infetti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/03/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici sito nel comune di Poiana, nel distretto di Dâmbovița, nella zona centro – meridionale del territorio.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Hanno regolamentato le movimentazioni animali e le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/03/2019
In data 18/03/2019, sono stati notificati 23 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate su 23 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute in diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo in Belgio, l’unica ad oggi ad essere colpita dall’infezione. I casi notificati rientrano nelle zone di sorveglianza istituite. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti, come previsto dalla normativa. Continuano le attività di sorveglianza e controllo della popolazione selvatica sensibile.
La scoperta di una carcassa di cinghiale selvatico infetto nella zona I nord, tra Les Fossés e Mellier (Léglise), ha richiesto l’adeguamento dei limiti delle aree di protezione istituite. Il cambiamento è stato applicato in collaborazione con la Commissione europea. La zona I (zona cuscinetto) e la zona II (zona contaminata) sono state espanse verso nord. [La mappa aggiornata è disponibile al seguente link: http://tinyurl.com/yydw7a3f]
Ad oggi sono stati rilevati 687 casi di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/03/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, in un allevamento rurale di suini domestici sito nella provincia di Ceadîr Lunga, nella Gagauzia, nella parte meridionale del territorio. È il primo focolaio notificato in questa zona della Moldavia.
Le carcasse degli animali rinvenuti morti sono state distrutte, insieme ai rifiuti e ai prodotti derivati. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno della provincia, hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed hanno ordinato operazioni di disinfezioni in tutto l’allevamento coinvolto.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/03/2019
In data 15/03/2018, sono stati notificati 48 nuovi focolai di peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
93 positività confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenuti in diversi comuni dei voivodati di Masuria, Varna – Masuria, Lublino e Poldachia.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a rigide misure di controllo sulle movimentazioni animali e sulla popolazione selvatica sensibile, come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 8 nuovi focolai di peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
30 positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti e abbattuti in diversi comuni dei distretti di Satu Mare e Botosani. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti. Le Autorità hanno regolamentato attività di sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite, con un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare i casi notificati sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi casi di peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 5 carcasse di suini domestici rinvenute nel comune rurale di Tufani, nel distretto di Costanza e in un allevamento a conduzione familiare localizzato nel comune di Faurei, nel distretto di Braila. Le carcasse sono state distrutte, come previsto dalla normativa. Le Autorità hanno avviato attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

15/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 10 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state riscontrate in 18 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei distretti di Buzau e Tulcea e in 2 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nel distretto di Tulcea. Vigono severe misure di controllo in tutto il territorio rumeno ed è attiva la sorveglianza all’interno e all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
19 positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni del distretto di Călărași, nella parte meridionale del territorio. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti; hanno regolamentato le movimentazioni animali e attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/03/2019
In data 11/03/2019, sono state notificate 12 nuove positività al virus della Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici rinvenuti morti e abbattuti nei pressi dei comuni di Racovita e Sutesti nel distretto di Braila e nel comune di Rasova nel distretto di Castanza. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Vigono severe misure di controllo su tutto il territorio circa la movimentazione dei capi e le attività di sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite.
Per consultare il report completo e la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
12/03/2019
In data 11/03/2019, sono stati notificati 28 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei pressi di diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo in Belgio, rientranti nei confini della zona di sorveglianza istituita dalle Autorità belghe, in prossimità del territorio francese.
Le carcasse sono state distrutte, insieme ai rifiuti. Continuano le attività di sorveglianza e controllo della popolazione selvatica sensibile, l’unica ad oggi ad essere stata colpita dall’infezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi casi di peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici abbattuti o rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Saldus, Kandava e Skrunda. Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a misure restrittive elencata nell’allegato della Decisione 2014/709/UE e s.m.i.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/03/2019
In data odierna, è stato notificato 1 nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento commerciale di suini domestici localizzato nella provincia di Vitovka nell’oblast’ di Mykolaiv, nella parte meridionale del territorio.
È stato disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Le Autorità hanno predisposto attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e la mappa del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
07/03/2019
In data 06/03/2019, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania.
Le positività sono state confermate in 11 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Buzau e Tulcea e in 2 allevamenti di suini domestici, per un totale di 60 suini coinvolti, localizzati nel distretto di Tulcea. Sono state applicate le misure di controllo previste, con l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. È, inoltre, attiva la sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zona di protezione istituite.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
06/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
I casi notificati sono stati confermati in 9 cinghiali selvatici cacciati nei distretti di Calarasi e Ialomita e in 2 allevamenti rurali di suini domestici, siti nei distretti di Calarasi e Teleorman. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata avviata la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 17 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 39 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei distretti di Bihor, Satu Mare, Botosani, Maramures e Salaj e in 3 allevamenti rurali di suini domestici, per un totale di 31 capi coinvolti, siti nel comune di Simian nel distretto di Bihor. Tutti i casi sono stati notificati nella parte settentrionale del territorio.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e conseguenti operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 67 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
67 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti in diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo in Belgio, vicino ai confini del territorio francese.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona di sorveglianza istituita. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e un continuo controllo della popolazione selvatica, l’unica, ad oggi, ad essere colpita dall’infezione. Non sono state notificate positività in allevamenti di suini domestici.
Si riporta di seguito la mappa dei casi di PSA notificati nella fauna selvatica sino al 18 febbraio 2019, pubblicata dalla Federal Agency for the Safety of the Food Chain.

Per ulteriori informazioni si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/03/2019
In data odierna, sono stati notificati61 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
146 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nelle province di Heves e Nógrád, considerate un’unica unità epidemiologica. Le carcasse sono state distrutte.
Restano ancora vigenti le misure di controllo disposte dalle Autorità competenti, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali all’interno della provincia, controllo della popolazione selvatica sensibile e attività di sorveglianza all’interno e all’esterno delle zone di protezione istituite.
Di seguito, si riporta la mappa pubblicata dal Ministero dell’Agricoltura ungherese circa i casi notificati al 21 febbraio 2019 nelle province più colpite dall’infezione (Heves, Nógrád, Szabolcs-Szatmár-Bereg, Borsod-Abaúj-Zemplén)

Per ulteriori dettagli si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/03/2019
In data odierna, sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
33 positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti in diverse località della provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, hanno regolamentato la movimentazione degli animali all’interno della provincia e predisposto attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
02/03/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Bulgaria, confermato in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi della municipalità di Tervel, nel distretto di Dobrič. La carcassa è stata distrutta.
Continuano le attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e un controllo della popolazione selvatica.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
26/02/2019
In data 26/02/2019, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Bulgaria, in una carcassa di cinghiale selvatico rinvenuta nei pressi del comune di Tervel, nel distretto di Dobrič nella parte settentrionale del territorio.
Le Autorità hanno disposta la distruzione della carcassa, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del caso notificato, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/02/2019
In data 25/02/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento di suini domestici, per un totale di 52 capi coinvolti, localizzato nel comune di Onești, nel distretto di Bacău.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e hanno regolamentato attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica
15 positività sono state confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Calarasi, Ialomita e Teleorman. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
25/02/2019
In data odierna, sono state notificate 8 positività al virus della Peste Suina Africana in Romania, in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei distretti di Galati (comune di Suceveni) e nel distretto di Braila (comune di Ibrianu). Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno dei distretti e attività di sorveglianza all’interno delle zone di protezione istitute.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 7 nuovi focolai di peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 9 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei distretti di Botosani (comune di Ibanesti) e nel distretto di Salaj (comune di Carastelec) e in 2 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nei distretti di Bihor (comune di Petreu) e nel distretto di Satu Mare (comune di Necopoi). Gli animali sono stati abbattuti e le carcasse distrutte. Le Autorità hanno regolamentato le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e disposto operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 25 nuovi focolai di peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
28 positività sono state confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei pressi di diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio. Tutti i casi notificati rientrano nelle zone di sorveglianza istituite dalla Autorità competente e visibili in una mappa interattiva al seguente link: http://tinyurl.com/y4xufvls.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e una continua sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/02/2019
In data 22/02/2019, sono stati notificati 57 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
122 positività sono state confermate in carcasse di cinghiali selvatici rinvenute nei voivodati di Lublino, Poldachia, Masuria e Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a restrizione perché elencata nell’allegato della Decisione 2014/709/UE, in cui vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali e sulla popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/09/2019
In data odierna, sono stati notificati 7 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici cacciati entro i confini dell’area sottoposta a restrizione secondo normativa vigente (Decisione 2014/709/UE).
A seguito di positività, gli animali sono stati abbattuti e le carcasse sono state distrutte. Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali e sulla popolazione selvatica sensibile, la più colpita dall’infezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
22/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 40 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
67 le positività confermate in cinghiali selvatici, per la maggior parte rinvenuti morti, nelle province di Heves e Nógrád, considerate un’unica unità epidemiologica. Le carcasse sono state distrutte, così come previsto dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 36 carcasse di cinghiali selvatici rinvenute in diversi comuni della provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nell’Ungheria nord – orientale, al confine con la Slovacchia.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e attività di sorveglianza all’interno e all’esterno delle zone di protezione istituite, con controllo della popolazione selvatica sensibile. Hanno, inoltre, regolamentato le movimentazioni di animali all’interno della provincia.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/02/2019
In data 20/02/2019, sono state notificate 16 positività al virus della peste Suina Africana in Romania, confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei distretti di Tulcea e Galați
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, con monitoraggio della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
21/02/2019
In data 20/02/2019, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 7 carcasse di cinghiali selvatici ritrovate nel distretto di Costanza e in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Romanu, nel distretto di Braila. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e hanno regolamentato attività di sorveglianza nelle zone di protezione istituite.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 12 cinghiali rinvenuti morti o cacciati in diversi comuni dei distretti di Giurgiu e Calarasi e in un allevamento di suini domestici a conduzione familiare sito nel comune di Vlad Tepes nel distretto di Giurgiu. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
19/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento a conduzione familiare di suini domestici, sito nel comune di Oituz, nel distretto di Bacău, nella parte orientale del territorio. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse.
Per consultare il report completo e la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
19/02/2019
In data 18/02/2019, sono stati notificati 65 nuovi casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in cinghiali selvatici, per la maggior parte rinvenuti morti, in diversi comuni della provincia vallona del Lussemburgo, all’interno delle zone di sorveglianza istituite.
Secondo la FASFC (Federal Agency for the Safety of the Food Chain) del Belgio, il numero totale di cinghiali selvatici testati per PSA è di 1473 capi, di cui 1244 entro i confini delle zona di sorveglianza istituita. Il numero dei capi risultati positivi al 15 febbraio 2019 è di 494.
Considerati i numerosi casi notificati, le Autorità hanno deciso di installare altri 30 km di recinzione sulla linea di demarcazione tra la zona cuscinetto e la zona di osservazione, con l’obiettivo di diminuire le movimentazioni di cinghiali selvatici da est a ovest e da nord a sud. In seguito alla diffusione dell’infezione verso ovest, si è deciso di implementare di altri 15 km la recinzione installata lungo il confine francese della foresta d’Orval a Sommethonne.
È possibile consultare una mappa interattiva sulle diverse zone di protezione istituite e sui casi notificati, al seguente link: http://tinyurl.com/y4xufvls.
19/02/2019
In data 18/02/2019, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
23 positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi distretti della Romania: Bihor, Satu Mare e Salaj, nella parte settentrionale del territorio.
Sono 4 gli allevamenti rurali colpiti dall’infezione, per un totale di 47 suini domestici coinvolti, localizzati nei distretti di Salaj e Botoșani. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte. Le Autorità hanno applicato le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Bulgaria, in un cinghiale selvatico rinvenuto morto e testato per PSA, nei pressi della città di Devnya, nella provincia di Varna. La carcassa è risultata positiva al virus ed è stata distrutta.
Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/02/2019
In data 15/02/2019, sono stati notificati 36 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
65 le positività riscontrate in carcasse di cinghiali selvatici, rinvenute nei voivodati di Lublino, Masuria e Poldachia. Tutti i casi notificati rientrano nell’area elencata nell’allegato della Decisione 2014/709/UE e, per questo, sottoposta a rigide misure di restrizione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento a conduzione familiare sito nel comune di Aldeni, nel distretto di Buzau. La carcassa è stata distrutta.
Le Autorità hanno regolamentato attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e hanno disposto la distruzione della carcassa, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/02/2019
In data 14/02/2019, sono stati notificati 120 focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 207 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nelle province di Heves e Nógrád, nell’Ungheria settentrionale.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi, la distruzione delle carcasse ed ulteriori misure di controllo sulla popolazione selvatica sensibile e sulle movimentazioni degli animali all’interno del Paese. È stata attività la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
15/02/2019
In data 14/02/2019, Le Autorità Ungheresi hanno notificato 37 positività al virus della Peste Suina Africana confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nelle province di Borsod-Abaúj-Zemplén e Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale ai confini con la Slovacchia, la Romania e l’Ucraina.
Sono state applicate le misure di restrizione previste dalla normativa vigente, con l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali nelle Province coinvolte e disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e controlli sulla popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al sito dell’OIE.
14/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana, in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
I casi notificati sono stati confermati in 27 cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nei distretti di Calarasi e Ialomita, e in 2 allevamenti rurali siti nel distretto di Ialomita, nei comuni di Scanteia e Axintele.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse; hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del Paese e le attività di sorveglianza all’interno dell’area di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/02/2019
In data odierna sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 9 cinghiali selvatici rinvenuti morti e abbattuti nel distretto di Satu Mare e in 2 allevamenti di suini domestici, per un totale di 27 capi coinvolti, siti nel distretto di Bihor.
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Vigono severe misure di controllo ed è ancora attiva la sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
13/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 14 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 16 cinghiali selvatici abbattuti nei pressi di diversi comuni rientranti nell’area sottoposta a misure di restrizione e controllo della popolazione selvatica sensibile. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti, come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
13/02/2019
In data 11/02/2019, le Autorità belghe hanno notificato 52 nuovi casi di Peste Suina Africana confermati in cinghiali selvatici, per la maggior parte rinvenuti morti, nelle vicinanze dei comuni di Meix-devant-Virton e Tintigny nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona di sorveglianza disposta dalle Autorità competenti, dove vigono severe misure di controllo. Resta alta l’attenzione dei paesi confinanti per la probabile diffusione del virus: diverse le strategie progettate per arginare le movimentazioni degli animali selvatici oltre i confini del Belgio.
In Francia, ad esempio, sono state sospese le attività venatorie su ungulati selvatici, è stata attivata una sorveglianza mirata alle specie selvatiche sensibili e sono state applicate severe misure di biosicurezze negli allevamenti di suini domestici. Ai confini con il Belgio, sono state istituite una zona di osservazione rinforzata (ZOR zone), comprendente 53 comuni, e una zona di osservazione (ZO zone) con 60 comuni coinvolti. È stata, inoltre, installata una recinzione elettrica lunga 65 km, ai confini con il Belgio, per evitare il passaggio di cinghiali infetti. Ad oggi, i cinghiali selvatici testati per PSA in Francia sono risultati negativi.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Gli allevamenti rurali colpiti da infezione, per un totale di 16 capi coinvolti, sono localizzati nei comuni di Boboc e Zilisteanca, nel distretto di Buzau. 5 le positività confermate in cinghiali selvatici abbattuti e testati per PSA. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti. Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 3 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati e in un allevamento rurale, localizzato nel comune di Ostrov, nel distretto di Costanza, nella parte meridionale della Romania. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte. Le misure di controllo previste dalla normativa vigente sono ancora valide su tutto il distretto e continuano le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 3 carcasse di cinghiali selvatici rinvenuti nei pressi del comune di Turnu Măgurele, nel distretto di Teleorman nella parte meridionale del territorio. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti. Continuano ad essere applicate le misure di controllo previste e le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/02/2019
In data odierna, le Autorità rumene hanno notificato 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel comune di Suceveni, nel distretto di Galați, nella parte sud – orientale del territorio. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
12/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici abbattuti nei pressi del comune di Carastelec, nel distretto di Salaj, nella parte settentrionale del territorio. Le carcasse sono state distrutte, come previsto dalla normativa vigente.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.

08/02/2019
In data odierna, sono state notificate 83 positività al virus della Peste Suina Africana in Polonia, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei voivodati di Lublino, Poldachia, Masuria e Varmia – Masuria, zona ad alto rischio di infezione.
Infatti, tutti i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a restrizione e presente nell’allegato della Decisione 2014/709/UE.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
08/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 23 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici abbattuti.
Tutti i casi notificati rientrano nella zona considerata ad alto rischio e compresa nell’allegato della Decisione 2014/709/UE, sottoposta a rigide misure di controllo sulle movimentazioni animali e sulla popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare tutti i casi sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolai di Peste Suina Africana in Ucraina, in 3 carcasse di suino domestico rinvenute ai confini del comune di Borščiv, nell’oblast’ di Ternopil’, nella parte occidentale del territorio ucraino.
Le carcasse sono state distrutte e la zona, in cui sono state rinvenute, è stata sottoposta a operazioni di disinfezione. Sono state messe in atto le misure di controllo necessarie, come previsto dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
08/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento di suini domestici localizzato nel comune di Valea Crișului, nel distretto di Covasna, l’ultimo distretto ad essere stato interessato dall’infezione (il primo focolaio è stato notificato in data 04/02/2019).
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi, la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
06/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 70 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
100 positività confermate in cinghiali rinvenuti morti nei voivodati di Lublino, Poldachia, Masuria e Varmia – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a rigide misure restrittive secondo normativa vigente. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, in un cinghiale rinvenuto morto nei pressi della città di Vaškivci, nell’oblast’ di Černivci, nella parte occidentale del territorio. È stata disposta la distruzione della carcassa.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report completo sul sito dell’OIE.
05/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 6 cinghiali rinvenuti morti o cacciati e in 2 allevamenti rurali di suini domestici. Tutti i casi sono stati confermati nei distretti di Buzau e Tulcea. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/02/2019
In data 04/02/2019, sono stati notificati 4 casi di Peste Suina Africana in Romania, in 3 carcasse di cinghiali selvatici ritrovate nel comune di Supur nel distretto di Satu Mare e in 1 carcassa di suino domestico rinvenuta ai bordi di una strada pubblica di Barna, nel distretto di Timiș. Le carcasse sono state distrutte. Continuano le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/02/2019
In data 04/02/2019, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento a conduzione familiare di suini domestici, localizzato nel comune di Romanu, nel distretto di Braila. Le operazioni di abbattimento dei capi coinvolti si sono già concluse e le carcasse avviate alla distruzione. Resta ancora attiva la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, sono state notificate delle positività al virus della Peste Suina Africana in Ucraina, in 7 carcasse di suini domestici rinvenute ai confini della città di Charkiv, capuologo dell’oblast’ omonimo.
Le carcasse sono state distrutte. Sono state eseguite tutte le operazioni di disinfezione ed applicate le dovute misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento a conduzione familiare di suini domestici localizzato nella municipalità di Sfântu Gheorghe, capoluogo del distretto di Covasna, nella parte centrale del territorio. È il primo focolaio notificato in questo distretto.
Le carcasse sono state distrutte, insieme ai rifiuti e ai prodotti derivati. Le Autorità hanno regolamentato le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 7 casi di Peste Suina Africana, in Romania, confermati in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni del distretto di Tulcea. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti. Resta ancora attiva la sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, sono state notificate 4 positività al virus della Peste Suina Africana in Romania, riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel distretto di Costanza, nella parte sud – orientale del territorio. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Tintigny, Meix-devant-Virton e Étalle, nella provincia vallona del Lussemburgo, a pochi chilometri dal confine francese e ricadenti, tutti, nella zona sottoposta a severe misure di sorveglianza. Le carcasse sono state distrutte. Restano ancora valide le misure di controllo attuate sul territorio, con attività di sorveglianza nelle zone disposte attorno ai focolai (Zona I e Zona II).
Per consultare il report completo e la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in Polonia, in un allevamento di suini domestici, per un totale di 67 capi coinvolti, localizzato nel centro urbano di Gieraliszki, nel voivodato della Varmia – Masuria, nella parte settentrionale del territorio Esso rientra nell’area sottoposta a rigide misure restrittive secondo normativa vigente, a causa dei numerosi focolai notificati nella fauna selvatica.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi, la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e severe operazioni di disinfezione e disinfestazione; hanno regolamentato le movimentazioni animali ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, sono state notificate 50 positività al virus della Peste Suina Africana in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nel distretto di Teleorman, nella parte meridionale della Romania.
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione, come previsto dalla normativa vigente. Continuano le attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
04/02/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 12 cinghiali selvatici cacciati e in un allevamento rurale di suini domestici, con 21 capi coinvolti, localizzato nel comune di Bobota nel distretto di Sălaj, nella parte nord occidentale del territorio. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi coinvolti e la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
01/02/2019
In data 01/02/2019, sono stati notificati 70 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
137 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti in diversi comuni dei voivodati della Varmia – Masuria, Poldachia, Lublino e Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a misure restrittive secondo normativa vigente. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del Paese e resta alta la sorveglianza nei confronti della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 10 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania.
Le positività sono state riscontrate in 3 cinghiali selvatici e in 7 allevamenti rurali di suini domestici siti nel distretto di Buzau, per un totale di 27 suini domestici coinvolti. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Sono state intraprese attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al sito dell’OIE.
31/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
67 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei distretti di Calarasi, Giurgiu e Ialomita. Le carcasse sono state distrutte. Rimane alta l’attenzione nei confronti della popolazione selvatica sensibile, reservoir per la malattia.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 3 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nei comuni di Crestur, orbau e Cehal, nel distretto di Satu Mare, nella Romania settentrionale. Le operazioni di abbattimento dei capi coinvolti si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte. È stata disposta attività di sorveglianza all’interno dell’area di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 focolai di Peste Suina Africana in Romania, in un cinghiale selvatico cacciato e in 2 allevamenti rurali di suini domestici siti nel distretto di Costanza, a sud del paese. Le operazioni di abbattimento di tutti i capi si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte, come previsto dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
31/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e in suini domestici.
Le positività sono state confermate in carcasse di cinghiali selvatici e in un allevamento rurale di suini domestici, localizzato nel distretto di Galați, nella parte meridionale del territorio. Le operazioni di abbattimento dei capi in allevamento si sono già concluse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi confermati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici, localizzato nel comune di Bârna, nel distretto di Timiș, nella parte occidentale del territorio. Le carcasse sono state distrutte e sono state regolamentate le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 14 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei pressi di diversi comuni della zona dichiarata infetta secondo normativa vigente. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
30/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale di suini domestici sito nel centro abitato di Kalynivka, nell’oblast di Vinnycja, nella parte sud – occidentale del territorio. Le operazioni di abbattimento di tutti i capi coinvolti si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte. Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali all’interno del Paese e sono state intraprese attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e operazioni di disinfezione.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
30/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina.
La positività è stata confermata in una carcassa di suino domestico rinvenuta morta nei pressi della città di Mykolaïv, nell’oblast’ di di Mykolaïv, nella parte meridionale del Paese. La carcassa, dopo essere stata testata per PSA e risultata positiva, è stata distrutta e sono state eseguite le opportune misure di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/01/2019
In data 28/01/2019, sono stati notificati 26 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varma – Masuria. Le carcasse sono state distrutte. Vigono severe misure di controllo sulle movimentazioni animali e sulla popolazione selvatica sensibile. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione secondo normativa vigente (Decisione 2014/709/UE).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Sono stati confermate le positività riscontrate in 7 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei pressi di diversi comuni del distretto di Tulcea e in 7 suini domestici in un allevamento rurale localizzato nel comune di Casimcea, nel distretto di Tulcea, nella parte sud – orientale del territorio. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Continuano le attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 60 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
89 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei voivodati di Lublino, Poldachia e Varna – Masuria, nell’area sottoposta a misure di restrizione secondo l’allegato della Decisione 709/2014/UE.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 18 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
31 casi confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti all’interno dei confini delle zone di protezione e sorveglianza istituite nella provincia vallona del Lussemburgo in Belgio. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti; continuano ancora le attività di controllo e sorveglianza sulla popolazione selvatica sensibile, ad oggi l’unica ad essere stata colpita dall’infezione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/01/2019
In data 25/01/2019, sono stati notificati 10 nuovi focolai di peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
I casi positivi sono stati confermati in 79 cinghiali rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni del distretto di Teleorman, nella parte meridionale del territorio. Le carcasse sono state distrutte e continuano le attività di sorveglianza disposte dalle Autorità competenti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 4 allevamenti rurali di suini domestici, per un totale di 55 capi coinvolti. I focolai sono tutti localizzati nel distretto di Brăila, nella parte sud – orientale del territorio rumeno.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse. Vigono severe misure di controllo sulla movimentazione dei capi e attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/01/2019
In data odierna, sono stati comunicati 15 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
Si tratta di cinghiali selvatici abbattuti nei pressi di diversi comuni rientranti nell’area sottoposta a misure restrittive secondo normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei casi sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica. 11 le positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni del distretto di Satu Mare, nella parte settentrionale del territorio. Le carcasse sono state distrutte. Continuano le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
22/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in un allevamento di suini domestici e in 4 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati. I focolai ricadono nei distretti di Bihor, Bistrița-Năsăud e Botosani, nella parte settentrionale del territorio. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse. Continuano le attività di sorveglianza e controllo della popolazione domestica e selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
21/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 15 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
168 positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati e 19 in un allevamento rurale di suini domestici. I casi notificati rientrano tutti nel distretto di Teleorman, nella parte meridionale del territorio, in cui vigono severe misure di controllo disposte dalle Autorità competenti come l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
21/01/2019
In data odierna, sono stati confermati 39 casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella provincia vallona del Lussemburgo, a pochi chilometri dal confine con il territorio francese.
Si tratta di cinghiali selvatici rinvenuti morti in diversi comuni rientranti nella zona sottoposta a misure restrittive (Zona I). Le carcasse sono state distrutte, come da normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Bulgaria, in un cinghiale selvatico abbattuto e testato per il virus della PSA, come disposto dalle Autorità veterinarie. L’animale è stato cacciato nella riserva nei pressi della città di Silistra, nel nord – est della Bulgaria. La carcassa è stata abbattuta ed è stata intrapresa dalle Autorità bulgare una attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 17 nuovi focolai di peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
18 casi confermati in cinghiali selvatici abbattuti all’interno delle zone elencate nell’Allegato della Decisione 709/2014/UE e sottoposte a misure restrittive e di controllo della popolazione selvatica sensibile. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Tomakivka, nell’oblast’ di Dnipropetrovs’. È il primo focolaio notificato in questo distretto.
Sono state applicate tutte le misure di controllo previste, come: l’abbattimento di tutti i capi, la distruzione di tutte le carcasse, attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 7 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
14 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nel distretto di Tulcea, nella parte sud – orientale del territorio rumeno. Visti i numerosi focolai notificati in questo distretto, vigono ancora severe misure di restrizione, secondo normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/01/2019
In data odierna, sono state comunicate 4 positività al virus della Peste Suina Africana in Romania in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel distretto di Giurgiu, nella parte sud – orientale del territorio. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei casi sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 19 focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
35 positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nella provincia vallona del Lussemburgo, a pochi chilometri dal confine francese. Le carcasse sono state distrutte. Continuano le attività di sorveglianza nelle zone istituite (Zona I e II).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 13 cinghiali selvatici rinvenuti morti e in 2 allevamenti rurali. Tutti i casi notificati rientrano nel distretto di Satu Mare, nella Romania occidentale, ai confini con l’Ungheria. Vigono severe misure di controllo, secondo quanto previsto dalla normativa europea.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/01/2019
In data odierna sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state riscontrate in 2 cinghiali selvatici abbattuti e in 3 allevamenti rurali di suini domestici, per un totale di 59 suini domestici, tutti localizzati nel distretto di Braila, nella parte sud – orientale del Paese. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici, localizzato nei pressi del comune di Gugești, nel distretto di Vrancea, nella parte sud – orientale del territorio.
È stato disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/01/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel distretto di Costanza, nel comune di Tortoman. Tutti i capi coinvolti sono stati abbattuti e le carcasse distrutte.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
11/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in 2 allevamenti rurale di suini domestici, per un totale di 25 capi coinvolti, siti nei comuni di Târgușor e Cubulcut, nel distretto di Bihor, nella parte settentrionale del territorio rumeno.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/01/2019
In  data odierna sono state notificate 7 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in Romania, nei pressi di diversi comuni del distretto di Ialomița, nella parte sud orientale del Paese. Le carcasse sono state distrutte, come previsto dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/01/2019
In data 09/01/2019, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
13 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni della provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nell’Ungheria nord – orientale ai confini con la Slovacchia.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e severe misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali all’interno del Paese, attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione dei rifiuti e dei prodotti derivati e operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/01/2019
In data 09/01/2019, sono state notificati 51 nuove positività di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni della provincia di Heves, nella parte settentrionale del Paese. Le carcasse sono state distrutte.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
09/01/2019
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, in un cinghiale selvatico cacciato nel comune di Carastelec, nel distretto di Sălaj  e testato per PSA. L’animale risultato positivo è stato abbattuto e la carcassa è stata avviata alla distruzione.
Per ulteriori dettagli, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
5 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei distretti di Iaolomita, Calarasi e Giurgiu, nella parte meridionale del territorio.
Gli animali sono stati abbattuti e le carcasse distrutte. Considerati i numerosi focolai notificati in questi distretti della Romania, vigono severe misure di controllo sulla popolazione selvatica sensibile e sulle movimentazioni degli animali.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/01/2019
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella provincia vallona del Lussemburgo.
9 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti, 2 dei quali rinvenuti nei pressi del comune di Meix e Sommethonne, a poche centinaia di metri dal confine francese, come confermato dalle Autorità belghe. Essi risultano fuori dalla zona di protezione istituita (Zona II ad alto rischio), che sarà quindi estesa su parte dell’area della “Zona I di osservazione avanzata”, a sud-ovest.
Di seguito la mappa esplicativa delle zone identificate, presentata durate la Ministerial Conference, tenutasi a Bruxelles il 19 Dicembre 2018, avente come tema: “Eradication of African swine fever (ASF) in the EU and the long-term management of wild boar populations”.

[Clicca sull’immagine per ingrandirla]

Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/01/2019
In data odierna, sono stati notificati  67 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
144 cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varma – Masuria e risultati positivi all’infezione. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione secondo la legislazione europea.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
07/01/2019
In data 02/01/2019, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
16 positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varma – Masuria, nella zona dichiarata infetta secondo legislazione europea.
Vigono severe misure di controllo sulla movimentazione degli animali domestici all’interno del territorio e sulla popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i casi notificati, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
31/12/2018
In data 31/12/2018, sono stati notificati 278 nuovi casi di Peste Suina Africana, confermati in cinghiali selvatici cacciati e rinvenuti morti in Belgio, nella zona dichiarata infetta e in cui vigono severe misure di controllo della popolazione selvatica sensibile, l’unica ad oggi ad essere stata colpita dall’infezione.
Per maggiori dettagli si rimanda al report completo pubblicato sul sito della Federal Agency for the Safety of the Food Chain
27/12/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione domestica.
L’infezione è stata confermata in un allevamento rurale, con 8 capi coinvolti, localizzato nei pressi del comune di Zirnesti, nel distretto di Cahul, nella parte sud –occidentale del paese, ai confini con la Romania. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse. Sono state applicate rigide misure di controllo, tra le quali: attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile, regolamentazione delle movimentazioni nel paese, distruzione dei rifiuti e dei sottoprodotti, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
25/12/2018
In data 25/12/2018, sono stati confermati 256 nuovi casi di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nella regione Vallona del Lussemburgo, in Belgio.
Per ulteriori informazioni si rimanda al report completo pubblicato sul sito della Federal Agency for the Safety of the Food Chain.
21/12/2018
In data 20/12/2018, sono state notificate 19 positività al virus della Peste Suina Africana in Polonia, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varna – Masuria, zona sottoposta a rigide misure di restrizione secondo normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/12/2018
In data odierna, sono stati notificati 29 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici i cacciati o rinvenuti morti nella provincia di Heves, la più colpita dall’infezione.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. Vigono ancora severe misure di controllo sulle movimentazioni animali. È ancora attiva la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi notificati, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/12/2018
In data odierna è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana confermato in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del comune di Hetefejércse, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nordorientale, ai confini con la Romania e l’Ucraina.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
20/12/2018
In data 19/12/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in un allevamento rurale, per un totale di 35 capi coinvolti, e in 4 cinghiali rinvenuti morti nel distretto di Tulcea. Le operazioni di abbattimento dei capi presenti nell’allevamento si sono già concluse e le carcasse sono state avviate alla distruzione. Continuano le attività di sorveglianza regolamentate all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/12/2018
In data 19/12/2018, sono stati notificati 16 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, confermati in cinghiali selvatici abbattuti durante le attività predisposte dai piani di controllo della specie selvatica sensibile. Tutti i casi notificati rientrano nella zona dichiarata infetta e presente nell’allegato della Decisione 2014/709/UE
Per avere ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/12/2018
In data 17/12/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici e in 2 cinghiali selvatici rinvenuti morti nel distretto di Galați, nella parte sud – orientale del territorio. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
18/12/2018
In data 17/12/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in un allevamento rurale di suini domestici, localizzato nel comune di Cilieni, nel distretto di Olt, nella parte meridionale della Romania, per un totale di 31 capi coinvolti. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse, i prodotti derivati e i rifiuti sono stati distrutti.
Per avere maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/12/2018
In data 17/12/2018, sono stati notificati 237 casi di Peste Suina Africana confermati in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti entro i confini dell’area dichiarata infetta e sottoposta a rigide misure di controllo e sorveglianza nella provincia vallona del Lussemburgo in Belgio.
Nessun focolaio è stato notificato nei suini domestici. Tutti i suini domestici censiti nella zona II e nella zona I sud sono stati abbattuti preventivamente. Misure severe sono state prese nell’intero Paese per prevenire la contaminazione dei suini domestici.
Sulla base della legislazione europea e previa consultazione con le Autorità Federali e le Autorità Regionali vallone, la “zona infetta” è stata sostituita da due zone distinte: “Zona I” e “Zona II”. Questa decisione formale è imposta dalla legislazione europea nel contesto delle misure di zonizzazione e protezione contro la PSA, in base al rischio identificato. “Zone II” è considerata una zona ad alto rischio e corrisponde al buffer corrente e alla zona tampone. “Zona I”, dove il rischio è più basso, corrisponde all’attuale “zona di osservazione rinforzata” nel sud del territorio, che è stata estesa verso nord con una nuova zona, chiamata “zona di vigilanza”. Quest’ultima zona, che è obbligatoria in base alla legislazione europea, comporta meno rischi rispetto alla zona di osservazione rafforzata ed è stata imposta dall’UE solo per prevenzione. Informazioni dettagliate sulle misure applicate nelle zone I e II sono disponibili nel Comunicato Stampa del 23 Novembre 2018.
La situazione attuale (aggiornata al 17.12.2018),  annovera:

  • 680 cinghiali campionati
  • di cui 571 cacciati o rinvenuti morti nella zona infetta
  • 238 casi confermati, tutti nella zona ad alto rischio “Zona II” (area verde sulla mappa)
  • Zona I” sud (zona di sorveglianza rinforzata): 213 cinghiali selvatici abbattuti, risultati tutti negativi
  • Zona I” nord (zona di sorveglianza): 38 analisi negative
  • Nessun caso notificato nei suini domestici

Di seguito la mappa esplicativa delle zone identificate in Belgio, presentata durate la Ministerial Conference, tenutasi a Bruxelles il 19 Dicembre 2018, avente come tema: “Eradication of African swine fever (ASF) in the EU and the long-term management of wild boar populations”.

[clicca sull’immagine per ingrandirla]

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito della Federal Agency for the Safety of the Food Chain.
17/12/2018
In data 15/12/2018, sono stati notificati 171 casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nell’area compresa tra i voivodati di Poldachia, Lublino e Masuvia, zona considerata ad alto rischio e sottoposta a rigide misure restrittive, in accordo con la legislazione europea.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
17/12/2018
In data 14/12/2018, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
12 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti e 16 suini domestici abbattuti a seguito di positività, presenti in un allevamento rurale, localizzato nel distretto di Tulcea.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
17/12/2018
In data 13/12/2018, sono stati notificati 26 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici abbattuti in diversi comuni rientranti nell’area sottoposta a misure restrittive e dichiarata infetta secondo l’allegato della Decisione 2014/709/UE.
Per visualizzare la mappa dei casi e per visualizzare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
17/12/2018
In data 12/12/2018, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
69 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nel distretto di Teleorman e 2 allevamenti rurali di suini domestici siti nei distretti di Teleorman e Olt, per un totale di 26 capi coinvolti dall’infezione. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e le carcasse sono state distrutte. Continua l’attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e vigono ancora severe misure di controllo.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/12/2018
In data odierna, è stato notificato 1 nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
3 positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi del comune di Supur, nel distretto di Satu Mare, nella parte occidentale del territorio. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
11/12/2018
In data 10/12/2018, sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
31 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni della Provincia di Heves e Nograd, nell’Ungheria settentrionale. Le carcasse e i rifiuti sono stati distrutti e vigono sul territorio misure restrittive, come previsto dalla normativa vigente: controllo delle movimentazioni animali, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/12/2018
In data 10/12/2018, sono stati confermate 2 positività per Peste Suina Africana in Ungheria, in 2 cinghiali selvatici cacciati nei pressi della città di Tiszavasvári, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale, ai confini con la Romania e l’Ucraina. Le carcasse sono state distrutte.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
11/12/2018
In data 10/12/2018, sono stati notificati 3 casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in 3 cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Tarcal, Olaszliszka e Viss, nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen, nell’Ungheria nord – orientale, ai confini con le province di Heves e Szabolcs-Szatmár-Bereg, colpite anch’esse da numerosi focolai. Le carcasse sono state distrutte. Vigono sul territorio severe misure restrittive, come previsto dalla normativa comunitaria.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
11/12/2018
In data 10/12/2018, sono state confermate 59 positività alla Peste Suina Africana in Romania, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel parco naturale del distretto di Teleorman, nella parte meridionale del territorio. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti  e attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/12/2018
In data odierna, sono stati notificati 19 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, confermati in cinghiali selvatici cacciati in diversi comuni rientranti nell’area sottoposta a misure di restrizione secondo normativa vigente (Decisione 709/2014/UE).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
06/12/2018
In data 05/12/2018, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
L’infezione ha colpito 5 allevamenti rurali di suini domestici localizzati in diversi comuni dei distretti di Calarasi e Giurgiu, nella parte meridionale del territorio, per un totale di 74 capi coinvolti. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata avviata la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. Visti i numerosi focolai notificati in Romania, sono ancora valide le misure di controllo in tutti il territorio, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali nel territorio, sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e operazioni di disinfezione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/12/2018
In data 04/12/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento commerciale localizzato nella provincia di Lypova Dolyna, nell’oblast di Sumy, nell’Ucraina centrale. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi, la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Sono state applicate misure di controllo, tra le quali si annoverano: sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile, disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
05/12/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
L’infezione ha colpito un allevamento familiare sito nei pressi della città di Berdyčiv, nell’oblast di Žytomyr, nella parte settentrionale del Paese. È il primo focolaio notificato in questa regione. È stata disposta la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati e operazioni di disinfezione e disinfestazione. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni animali e attivato una sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita ed hanno disposto un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE
04/12/2018
In data 04/12/2018, le Autorità Belghe hanno notificati altri 190 casi di Peste Suina Africana confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti, nella provincia vallona del Lussemburgo in Belgio. Vigono ancora severe misure di controllo per arginare la diffusione dell’infezione.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il report sul sito della FASFC
03/12/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nei pressi del comune di Oltina, nel distretto di Costanza, nella parte sud orientale del territorio. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE
30/11/2018
In data 30/11/2018, sono stati notificati 183 casi di Peste Suina Africana in Belgio, nella provincia vallona del Lussemburgo.
Le positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o abbattuti in diversi comuni della Provincia, già colpiti dall’infezione. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. È ancora attiva la sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita, con un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli è possibile visualizzare il report completo sul sito della Federal Agency for the Safety of the Food Chain.
30/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 27 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
42 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei voivodati di Poldachia, Lublino e Varna – Masuria, zone sottoposte a rigide misure restrittive di sorveglianza.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/11/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in un allevamento commerciale localizzato nei pressi della città di Bohuslav, nell’oblast’ di Kiev. Le operazioni di abbattimento dei 3100 capi coinvolti si sono già concluse.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
28/11/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale localizzato nei pressi della città di Pervomaisk, nell’Oblast’ di Mykolaïv, per un totale di 134 capi coinvolti.
Sono state applicate le misure di controllo previste, come: attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
28/11/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in un allevamento familiare di suini domestici localizzato nel centro abitato di Soledar, nell’oblast’ di Donec’k, nella parte orientale del Paese. Si è provveduto all’abbattimento dei capi e alla distruzione delle carcasse.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
28/11/2018
In data 27/11/2018, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana nelle fauna selvatica.
17 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei distretti di Buzău e Tulcea. Resta ancora attiva la sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
28/11/2018
In data 27/11/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Silistraru, nel distretto di Braila, nella parte sud orientale. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse. Continua la sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo e visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
27/11/2018
In data 26/11/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, in un cinghiale cacciato durante le attività previste dal piano di sorveglianza. L’animale infetto, è stato abbattuto e la carcassa distrutta.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pu bblicato sul sito dell’OIE.
27/11/2018
In data 26/11/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Salacea, nel distretto di Bihor, nella parte settentrionale del territorio rumeno. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Vigono ancora severe misure di controllo, come previsto dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/11/2018
In data odierna sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, in 2 cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi del comune di Suceveni, nel distretto di Galați, nella parte orientale del territorio. È stata disposta la distruzione delle carcasse, come previsto dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 33 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
51 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei voivodati di Lublino, Poldachia e Masuvia. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione e in cui vigono severe misure di controllo, secondo la normativa comunitaria.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/11/2018
In data 22/11/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria, in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del comune di Tarcal, nella provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nell’Ungheria nord orientale ai confini con la provincia di Heves, interessata da numerosi focolai.
La carcassa è stata distrutta. Sono state applicate le misure di controllo previste dalla normativa vigente, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali, sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
23/11/2018
In data 22/11/2018, sono stati notificati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Parád, Parádsasvár, Markaz e Gyöngyössolymos, nella provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale. Le carcasse sono state distrutte, secondo normativa vigente.
Per consultare il report completo e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
21/11/2018
In data 20/11/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 1 cinghiale selvatico cacciato e in 2 allevamenti rurali di suini domestici, siti nei comuni di Corbu Vechi e Albina, nel distretto di Braila, nella parte settentrionale del paese. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
21/11/2018
In data 20/11/2018, sono stati notificati 9 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici cacciati in diversi comuni lettoni: Saldus, Dobele, Rēzekne, Jaunpils, Alūksne, Burtnieki e Tukums, dove sono già stati notificati casi precedenti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei casi, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/11/2018
In data 20/11/2018, sono stati notificati 98 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella provincia vallona del Lussemburgo.
179 casi confermati in cinghiali selvatici cacciati e rinvenuti morti entro in confini dell’area sottoposta a restrizione e dichiarata infetta. Continuano ad essere applicate le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli è possibile visualizzare il report completo sul sito della Federal Agency for the Safety of the Food Chain.

20/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 9 allevamenti ad indirizzo rurale localizzati in diversi comuni del distretto di Bihor, nella parte nord orientale della Romania, per un totale di 51 capi coinvolti.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
20/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ucraina, in 2 cinghiali selvatici abbattuti secondo il piano di sorveglianza per PSA nel distretto di Berehove, nell’oblast’ della Transcarpazia, nella parte orientale del Paese. È il primo focolaio notificato in questa parte del territorio ucraino. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
20/11/2018
In data 17/11/2018, sono stati notificati un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Bulgaria, nella fauna selvatica.
11 positività confermate in cinghiali selvatici abbattuti in un’area di caccia nei pressi della località di Kavarna, nel nord – est della Bulgaria. Gli animali sono stati abbattuti poiché mostravano comportamenti anomali. Le carcasse sono state distrutte. Le Autorità hanno regolamentato un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e hanno previsto controlli sulla fauna selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 12 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni: Tukums, Madona, Dagda, Ventspils, Kuldiga, Bauskas, Vaiņode e Saldus. È stata disposta la distruzione delle carcasse. Vigono ancora le misure di controllo previste.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 16 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varmia – Masuria. È stata disposta la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento rurale e in 9 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti, localizzati in diversi comuni dei distretti di Calarasi e Giurgiu. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse, come previsto dalla normativa vigente.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
16/11/2018
In data 12/11/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
L’allevamento rurale colpito da infezione è localizzato nei pressi del comune di Kremenec’, nell’ oblast’ di Ternopil’ nella parte orientale del territorio ucraino. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse. Sono state regolamentate le movimentazioni degli animali all’interno del distretto ed è stata attivata una rete di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/11/2018
In data 14/11/2018, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 3 allevamenti rurali di suini domestici, per un totale di 20 capi coinvolti, e in 8 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati in diversi comuni del distretto di Tulcea. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono già concluse. Sul territorio vigono severe misure di controllo secondo normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, di rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/11/2018
In data 15/11/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici localizzato nel comune di Chegea, nel distretto di Satu Mare, nella parte occidentale del Paese. È stato disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/11/2018
In data 13/11/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 4 allevamenti rurali di suini domestici localizzati nei comuni di Salard e Santimbreu, nel distretto di Bihor, per un totale di 103 animali coinvolti. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/11/2018
I data 13/11/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in un cinghiale rinvenuto morto e in 4 allevamenti rurali nel distretto di Costanza, nella zona sud orientale del territorio. Le carcasse sono state distrutte.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 7 nuovi casi di focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, riscontrata in cinghiali selvatici rinvenuti morti e cacciati in diversi comuni della provincia di Heves, già precedentemente colpita dall’infezione. I capi sono stati abbattuti e le carcasse distrutte.
Vigono sul territori severe misure di controllo secondo normati va vigente.
Pe ulteriori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
10/11/2018
In data 10/11/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria, in un cinghiale selvatico ritrovato morto nei pressi del comune di Viss nella provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nella parte nord orientale al confine con la Slovacchia. Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa.
È ancora attiva la sorveglianza all’interno del territorio ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 20 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
23 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei voivodati della Masuria, Poldachia, Lublino e Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a misure restrittive e presente nell’allegato della Decisione 2014/709/EU.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
09/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Gli allevamenti ad indirizzo rurale risultati positivi sono localizzati nel distretto di Braila, nei comuni di Sutesti, Silistraru e Berlesti, per un totale di 118 capi coinvolti.
4 le positività confermate in cinghiali selvatici cacciati nei pressi del comune di Dodulesti, sempre nel distretto di Braila. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
2 positività riscontrate in cinghiali selvatici cacciati nei pressi del comune di Supur nel distretto di Satu Mare nella parte nord occidentale del territorio. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
06/11/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento commerciale di suini domestici, per un totale di 2328 capi coinvolti, localizzato nei pressi della città di Zastavna, nell ‘oblast’ di Černivcic, nella parte occidentale del paese. È il primo focolaio notificato in questa parte del territorio ucraino.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati, sono state regolamentate le movimentazioni degli animali e le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e sono in corso le opportune operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/11/2018
In data 05/11/2018, le autorità belghe hanno riferito altri 158 casi di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici nella regione vallona del Lussemburgo, in Belgio, vicino al confine con la Francia, all’interno di un’area boschiva di quasi 80 km quadrati. Non ci sono stati casi in suini domestici, commerciali o di altro tipo. Il settore dei suini commerciali si trova a oltre 200 km di distanza, nella regione delle Fiandre. Il Belgio rimane, ad oggi, esente da PSA nei suini domestici.
Le indagini epidemiologiche sono ancora in corso per accettare la provenienza dell’infezione. Sono state attuate misure cautelari provvisorie ai sensi dell’articolo 15 della Direttiva 2002/60/CE, nelle zone confinanti con il Lussemburgo e la Francia. È stata istituita una zona infetta (di 630 km quadrati), all’interno della quale sono previste severe misure di biosicurezza.
Il Belgio ha preventivamente abbattuto tutti i suini domestici all’interno dell’area infetta (circa 5000 maiali) con 6 piccole aziende commerciali (aziende con più di 50 suini) e ha implementato una serie di rigorose misure di controllo per limitare la diffusione della malattia.
Se la Peste Suina Africana venisse rilevata nei suini domestici e nei cinghiali selvatici / suini selvatici, verrebbero introdotte le seguenti misure:
– Nessun visitatore può accedere agli stabilimenti in cui sono tenuti i suini
– L’accesso agli stabilimenti con i suini domestici è vietato per 72 ore dopo il contatto con cinghiali selvatici;
– Aumento della sorveglianza: tutti i suini allevati sono da testare per PSA, indipendentemente dai segni clinici;
– Divieto di accesso all’esterno per i suini a meno che la proprietà non sia recintata;
– È vietato il trasporto di partite promiscue di suini.
– Quattro settimane di quarantena per tutti i suini appena introdotti.
La Francia ha attuato controlli in una zona di rinforzo, comprendente 53 comuni nei dipartimenti di Ardenne, Mosa e Meurthe-et-Moselle, entro 10 km dalla zona infetta del Belgio, dove la caccia (senza cani) sarà utilizzata per ridurre la popolazione di cinghiali selvatici. È in atto una maggiore sorveglianza per i cinghiali rinvenuti morti. In Lussemburgo, vi è una zona di sorveglianza lungo il confine con il Belgio, in cui sono aumentate la sorveglianza dei cinghiali morti e le attività di caccia.
Si rimanda al sito della Food Agency for the Safety of the Food Chain per consultare il report completo.
05/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varmia – Masuria, nell’area sottoposta a restrizione secondo normativa vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/11/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
L’allevamento rurale colpito dall’infezione è localizzato nel distretto di Dolj, nella parte meridionale del territorio. È il primo focolaio notificato in questo distretto. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e operazioni di disinfezione.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
02/11/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 5 allevamenti rurali localizzati nel comune di Dindești, nel distretto di Satu Mare, nella parte settentrionale della Romania.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati. È attiva in tutto il distretto un’attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/11/2018
In data 01/11/2018, sono stati notificati 12 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti tra i comuni di Balvi, Burtnieki, Vaiņode, Talsu, Tukums, Dagdas, Beverīna, Krustpils e Saldus.
Tutti i casi notificati rientrano nell’area dichiarata infetta e sottoposta a misure di restrizione secondo l’allegato I della Decisione 2014/709/EU.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE
31/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 22 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
28 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati tra i voivodati di Masuvia, Lublino e Poldachia, area sottoposta a misure restrittive secondo normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
31/10/2018
In data 30/10/218, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
3 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nelle province di Heves e Nograd, nell’Ungheria settentrionale. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse. Vigono ancora misure di controllo sul territorio ungherese riguardo alle movimentazioni animali e all’attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa dei nuovi casi, si rimanda al sito dell’OIE
31/10/2018
In data 30/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di peste Suina Africana in Romania, in un allevamento a conduzione familiare localizzato nel comune di Amaru, nel distretto di Buzău, nella parte sud – orientale del territorio, fortemente colpita da numerosi focolai. È stata disposta la distruzione della carcassa. È ancora attiva la sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/10/2018
In data 29/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio in Romania, nella popolazione domestica.
L’allevamento rurale colpito da infezione è localizzato nel comune di Lespezi, nel distretto Vrancea nella parte sud – orientale del territorio. È il primo focolaio notificato in questo distretto.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/10/2018
In data 29/10/2018, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suona Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 2 cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Parádsasvár e Domoszló, nella provincia di Heves. È stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Le misure di controllo sono ancora valide in tutta la provincia.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
29/10/2018
In data 29/10/2018, sono stati notificati 73 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
Sono 143 le positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati negli stessi comuni già colpiti dai precedenti focolai nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio. Sono ancora vigenti le misure di restrizione previste dalla normativa europea.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo della FASFC.
29/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate all’interno di due allevamenti di suini domestici, di cui uno ad indirizzo commerciale con un totale di 4916 capi coinvolti, localizzati nei comuni di Movila Miresii e Perișoru, nel distretto di Braila. Sono in corso le operazioni di abbattimento di tutti i capi, come previsto dalla normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
29/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi casi di Peste Suona Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 4 cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Tarcal e Olaszliszka, nella provincia di Borsod-Abauj-Zemplen. È stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 2 allevamenti rurali localizzati nel distretto di Maramures, da poco colpito da infezione (il primo focolaio risale al 24 ottobre). I capi sono stati abbattuti ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
26/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione domestica e selvatica.
10 positività confermate di cui 7 in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati e 3 in suini domestici di un allevamento rurale, localizzati nei comuni di Palanca e Crocmaz nel distretto di Ștefan Vodă.
Al fine di arginare il diffondersi dell’infezione, sono stati abbattuti tutti i suini presenti nei due comuni; inoltre, sono state regolamentate le movimentazioni degli animali, è stata attivata una rete di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e sono state intraprese operazioni di disinfezione disinfestazione.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
26/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 6 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti e in un allevamento rurale di suini domestici. Tutti i casi notificati sono localizzati nel distretto di Tulcea, il più colpito dall’infezione e in cui vigono severe misure di controllo.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
26/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 9 casi di Peste Suina Africana in Polonia, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nel voivodato della Varna Masuria, entro i confini dell’area sottoposta a restrizione secondo normativa vigente.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
26/10/2018
In data 25/10/2018, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 9 allevamenti di suini domestici, ad indirizzo rurale, localizzati in diversi comuni del distretto di Brăila, nella parte sud – orientale del paese. Sono state disposte operazioni di abbattimento dei capi e distruzione delle carcasse. A seguito dei numerosi focolai notificati, vigono su tutto il territorio rumeno severe misure di controllo, secondo legislazione vigente.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
26/10/2018
In data 25/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
12 capi coinvolti in un allevamento rurale sito nel comune di Kozelec’, nell’oblast’ di Černihiv a nord – est del paese. È il primo focolaio notificato in questa parte del territorio ucraino. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse e sono state distrutte le carcasse e i rifiuti. È stata attività una sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita ed è stato regolamentato un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
26/10/2018
In data 25/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento rurale di suini domestici, localizzato nell’oblast’ di Mykolaïv, nella parte meridionale dell’Ucraina. I capi ancora vivi sono stati abbattuti ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
26/10/2018
In data 25/10/2018, sono stati notificati 22 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
22 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nell’area compresa tra i voivodati di Masovia, Lublino e Poldachia. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione seconda normativa vigente. È stata disposta la distruzione delle carcasse.
Per consultare il report completo si rimanda al sito dell’OIE.
25/10/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale localizzato nella provincia di Dobropillia, nel distretto di Donetsk, nell’Ucraina orientale. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 14 nuovi focolai di peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
15 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei pressi di diversi comuni: Jelgava, Saldus, Tukums, Viesīte, Limbažu, Kuldīgas, Madonas, Dobeles, Jaunjelgava, Rēzekne e Dagdas. Tutti i casi notificati rientrano nell’area sottoposta a restrizione, secondo l’allegato della Decisione 2014/709/UE, in cui si applicano rigide misure di restrizione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE
25/10/2018
In data 24/10/2018, le Autorità rumene hanno notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana, nella popolazione domestica.
L’allevamento rurale infetto è localizzato nel comune di Ieud , nel distretto di Maramureș, confinante ad ovest con il distretto di Satu Mare coinvolto da numerosi focolai. È il primo focolaio notificato in questo distretto.  Le Autorità hanno applicato le misure di controllo previste dalla normativa, predisponendo l’abbattimento dei capi, la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e opportune operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/10/2018
In data 24/10/2018, sono stati notificati 17 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 11 allevamenti rurali localizzati nei distretti di Calarasi e Giurgiu, e in 26 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti tra i distretti di Ialomita e Giurgiu. Le misure di controllo applicate a seguito dei numerosi focolai notificati vigono ancora in tutto il territorio.
Per consultare il report e visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
24/10/2018
In data 23/10/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 3 allevamenti ad indirizzo commerciale, per un totale di 2756 capi coinvolti, localizzati tutti nel distretto della Varma – Masuria, già fortemente colpito dall’infezione con numerosi focolai nella fauna selvatica. I casi notificati, infatti, rientrano nell’area sottoposta a misure di restrizione, secondo normativa europea. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale. Hanno attivato una sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita e un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
24/10/2018
In data 23/10/2018, sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
19 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti all’interno del distretto della Varma –  Masuria. Le carcasse sono state distrutte.
Per consultare il report completo e visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
23/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
L’infezione ha coinvolto due allevamenti localizzati nei comuni di Pietreni e Cuiugiuc, nel distretto di Costanta, nella parte sud orientale del Paese. Le Autorità hanno adottato le dovute misure di controllo.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
23/10/2018
In data 23/10/2018, le Autorità Bulgare hanno notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana in Bulgaria, nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del comune di Silistra, a nord – est della Bulgaria, in prossimità del confine con la Romania. È stata disposta la distruzione della carcassa.
Le Autorità hanno provveduto ad applicare rigorose misure di controllo, tra le quali: attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile e operazioni di disinfezioni.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
23/10/2018
In data 22/10/2018, sono stati notificati 3 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica. Gli allevamenti coinvolti dall’infezione, ad indirizzo rurale, sono localizzati in diversi comuni del distretto di Teleorman, nella parte meridionale del territorio rumeno.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
23/10/2018
In data 22/10/2018, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 2 allevamenti rurali, per un totale di 8 capi coinvolti, localizzati nei comuni di Grădișteae e Șuțești, nel distretto di Brăila, nella parte nord orientale del Paese. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti ed operazioni di disinfezione. Nel distretto vigono severe misure di controllo sulla movimentazione dei capi ed è attiva una sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/10/2018
In data 22/10/2018 sono stati notificati 51 focolai di Peste Suina Africana in Belgio nella fauna selvatica.
113 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti in diverse località dei comuni di Etalle, Virton, Arlon, Saint-Léger, Musson e Tintigny, tutti localizzati nella regione vallona del Lussemburgo in Belgio. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Salgono a 280 le positività notificate in Belgio.
Sono ancora in corso le attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita e il controllo della popolazione selvatica sensibile.
Si rimanda al sito della Food Agency for the Safety of the Food Chain per consultare il report completo.
19/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
4 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varna – Masuria, nell’area sottoposta a restrizione secondo la legislazione europea.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
19/10/2018
In data 18/10/82018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un suino domestico rinvenuto morto nei pressi del villaggio di Slobozia Mândra, nel distretto di Teleorman nella parte meridionale del Paese. È il primo focolaio notificato in questo distretto. Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa, operazioni di disinfezioni e hanno regolamentato una sorveglianza all’interno della zona di protezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito del l’OIE.
19/10/2018
In data 18/10/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria, in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del comune di Gyöngyössolymos, nella provincia di Heves.
Nella provincia di Heves vigono ancora rigide misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e controllo della popolazione selvatica sensibile (ad oggi, l’unica ad essere risultata positiva).
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE
17/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia nella fauna selvatica.
13 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi dei voivodati di Lublino, Poldachia e Masuvia, entro i confini dell’area sottoposta a misure restrittive in accordo con le norme vigenti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Valkas, Dagdas, Brocēnu, Limbažu e Dobeles. Tutti i comuni rientrano nell’area sottoposta a restrizione secondo l’allegato della Decisione 2014/709/CE.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
17/10/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di suini domestici localizzato nel distretto di Korec’, nell’oblast’ di Rivne.
Il focolaio è stato confermato a seguito di morte sospetta di un capo. Le operazioni di abbattimento dei restanti capi si sono già concluse. Sono state disposte la distruzione delle carcasse e le opportune operazioni di disinfezione e disinfestazione. Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni degli animali nel distretto e le attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
17/10/2018
In data 16/10/2018, sono stati notificati 23 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 19 allevamenti rurali, per un totale di 356 capi coinvolti, e in 14 cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei distretti di Giurgiu, Călărași e Ialomita, nella parte meridionale del Paese. Considerando i numerosi focolai notificati in questa zona, restano ancora vigenti le misure di controllo applicate dalle Autorità.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE
17/10/2018
In data 16/10/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 3 allevamenti rurali localizzati tutti nel distretto di Brăila, nella parte sud – orientale del territorio rumeno. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse.
Sul territorio vigono ancora le misure di controllo sulle movimentazioni degli animali ed è ancora attiva la sorveglianza entro i confini della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/10/2018
In data 15/10/2018, sono stati notificati altri 38 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
84 casi confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati in diverse località dei comuni di Saint-Léger, Etalle, Arlon, Tintigny, Virton, Musson, nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio, dove vigono rigide misure di controllo per arginare il diffondersi dell’infezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare le mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito della FASFC.
15/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Un totale di 110 suini domestici coinvolti dall’infezione in 5 allevamenti rurali localizzati tutti nel distretto di Costanza, nella parte sud – orientale del Paese. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse. Le misure di controllo e l’attività di sorveglianza restano vigenti su tutto il territorio.
Per consultare il report completo e visualizzare la posizione del focolaio sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
15/10/2018
In data 12/10/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
4 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varna – Masuria, all’interno dell’area sottoposta a misure di restrizione in accordo con la legislazione Europea.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
15/10/2018
In data 12/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Russia, in un allevamento di 12045 suini domestici, sito nell’oblast’ di Orël, nella Russia più orientale.
Le operazioni di abbattimento sono ancora in corso. Le Autorità hanno applicato misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali, distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile e operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per consultare il report e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
12/10/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Russia, nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico cacciato nel distretto di Slavsky, nell’oblast di Kaliningrad, nell’enclave russa, tra Lituania e Polonia. È stato disposto l’abbattimento e la distruzione della carcassa.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
11/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
6 allevamenti rurali di suini domestici colpiti da infezione, con un totale di 285 capi coinvolti, siti tutti nel distretto di Brăila, nella parte sud – orientale del Paese. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse.
Nello stesso giorno, è stato confermato anche un altro caso in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nel parco naturale di Carada, nel distretto di Tulcea.
Nel territorio rumeno vigono ancora rigide misure di controllo sulla movimentazione degli animali e un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE..
11/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
6 le positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei comuni di Jelgava, Talsu, Auces, Saldus e Rēzeknes, nell’area dichiarata infetta e sottoposta a restrizione secondo l’allegato della Decisione 2014/709/EU.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
11/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 20 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, in cinghiali selvatici.
20 positività riscontrate nei voivodati di Lublino, Masovia e Poldachia, zona fortemente colpita dall’infezione e sottoposta a rigide misure di controllo riguardo la movimentazione degli animali e il controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/10/2018
In data 08/10/2018, sono stati notificati 26 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella fauna selvatica.
52 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nelle località di Buzenol (comune di Etalle), Ethe (comune di Virton), Lagland (comune di Arlon), Saint-Léger (Virton) Huombois (Etalle), Laclaireau (Musson), Sivry (Etalle), Bois d’Arlon (Etalle), localizzati tutti nella provincia vallona del Lussemburgo, in Belgio. È stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti; Le Autorità hanno applicato le misure di controllo previste, tra le quali: attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e un continuo monitoraggio della popolazione selvatica sensibile.
Con questi ultimi focolai, salgono a 83 le positività notificate.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare le mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito della FASFC.
08/10/2018
In data 05/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ungheria, in un cinghiale selvatico.
L’animale, testato e risultato positivo al virus, è stato rinvenuto morto nei pressi del comune di Tarcal, nella provincia di Borsod-Abaúj-Zemplén, nell’ Ungheria nord orientale, ai confini con la Slovacchia. È il primo focolaio notificato in questa provincia.
Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa, hanno regolamentato le movimentazioni degli animali all’interno della provincia, attivato un piano di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, predisposto un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/10/2018
In data 05/10/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale di suini domestici.
L’allevamento positivo è localizzato nei pressi del centro abitato di Bilopillia, nell’oblast’ di Sumy, nella parte nord – orientale del Paese. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono già concluse. È stata avviata un’attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita ed un controllo della popolazione selvatica sensibile. Sono state disposte operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
08/10/2018
In data 05/10/2018, sono stati notificati 10 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
Le positività sono state riscontrate in 10 cinghiali cacciati o rinvenuti morti nel voivodato della Varna – Masuria. Tutti i casi notificati rientrano nell’area dichiarata infetta e sottoposta a misure di restrizione, secondo l’allegato della Decisione della Commissione Europea 709/2014/CE.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/10/2018
In data 05/10/2018, sono stati notificati 13 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
13 positività riscontrate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni del territorio lettone, rientranti tutti nell’area sottoposta a restrizione e dichiarata infetta. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse ed un continuo controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
05/10/2018
In data 04/10/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 4 allevamenti rurali, per un totale di 169 capi coinvolti, localizzati tutti nel distretto di Galați. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono già concluse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
05/10/2018
In data 04/10/2018, sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state riscontrate in 4 allevamenti rurali e in 27 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nel distretto di Tulcea, zona ad alto rischio di infezione.
Le Autorità hanno regolamentato un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, abbattimento dei capi ancora vivi e distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, operazioni di disinfezione.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
03/10/2018
In data odierna, sono stati notificati 23 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e selvatica.
Sono risultati positivi 22 allevamenti rurali, per un totale di 289 capi coinvolti dall’infezione ed abbattuti a seguito di conferma di positività, localizzati in diversi comuni dei distretti di Ialomița, Calarasi e Giurgiu8 le positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti all’interno del parco naturale del comune di Cabăl, nel distretto di Ialomita. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono già concluse.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
03/10/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Moldavia, nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto in una foresta vicino alla località di Tahnauti, del comune di Rezina. È il primo focolaio notificato in questa zona. Le Autorità hanno disposto le misure di controllo previste, tra le quali: controllo della movimentazione degli animali, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione della carcassa e dei rifiuti, controllo della popolazione selvatica, controllo di eventuali vettori, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
03/10/2018
In data 01/10/2018, sono stati notificati 20 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
21 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nell’area compresa tra i voivodati di Lublino, Masovia e Poldachia, area sottoposta a restrizione secondo l’allegato della Decisione 709/2014/CE della Commissione Europea.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
03/10/2018
In data 01/10/2018, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Moldavia, nella fauna selvatica
2 cinghiali sono stati rinvenuti morti da cacciatori, testati e risultati positivi al virus nei comuni di Palanca e Olanesti, nel distretto di Ștefan Vodă, al confine con l’Ucraina.  È stata disposta la distruzione delle carcasse. Sul territorio moldavo vigono ancora misure di controllo, tra le quali: attività di sorveglianza all’interno ed all’sterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione con controllo di eventuali vettori, visite ante e post mortem dei soggetti sensibili.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
01/10/2018
In data 01/10/2018, sono state riscontrate 19 positività in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nei pressi dei comuni di Etalle (dove si erano registrati i primi focolai), e nelle frazioni di Buzenol, Lagland, Sant-Léger, Ethe, site tutte nella provincia di Lussemburgo.
Le Autorità Belghe hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, hanno regolamentato un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed un controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Ad oggi, salgono a 31 le positività confermate.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito della FASFC.
26/09/2018
In data odierna, le Autorità della Polonia hanno notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana, nella popolazione domestica.
Il caso è stato individuato in un allevamento familiare localizzato nel comune polacco di Biapole del distretto di Chelm, nel voivodato di Lublino, entro i confini dell’area sottoposta a restrizione. Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento si sonno già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
26/09/2018
In data 25/09/2018, sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
Le 10 positività sono state riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti in diversi comuni del voivodato della Varma – Masuria, area sottoposta a restrizione secondo l’allegato della Decisione della Commissione Europea 2014/709/CE.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/09/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Una carcassa di suino è stata rinvenuta e testata per PSA ai confini del comune urbano di Berezanka, nell’oblast’ di Nikolayev, nella parte meridionale del territorio ucraino. Sono state applicate le dovute misure di controllo, tra le quali: distruzione della carcassa e operazioni di disinfezione.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il report completo sul sito dell’OIE.
Inoltre, sono stati notificati altri 2 focolai di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica. Le positività sono state confermate in due allevamenti di suini domestici ad indirizzo commerciale e rurale localizzati nell’oblast’ di Kiev, per un totale di 920 capi abbattuti.
Maggiori informazioni sono reperibili sul report completo, pubblicato sul sito dell’OIE.
25/09/20178
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi della città di Gyöngyös, nella provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale. È stata disposta la distruzione della carcassa.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
25/09/2018
In data 24/09/2018, Le Autorità rumene hanno notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento commerciale di suini domestici.
L’allevamento coinvolto si trova nel comune di Dudești, nel distretto di Braila, nella parte sud – orientale del territorio. Le operazioni di abbattimento dei 10253 capi presenti al momento della conferma si sono già concluse.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
25/09/2018
In data 24/09/2018, sono stati notificati 19 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 12 cinghiali selvatici rinvenuti morti e 17 allevamenti rurali di suini domestici ( per un totale di 333 capi ) tutti localizzati in diversi comuni del distretto di Constanta, nella parte sud – orientale del Paese.
Le operazioni di abbattimento si sono già concluse. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, operazioni di disinfezione negli allevamenti colpiti e, inoltre, hanno regolamentato un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
24/09/2018
In data 21/09/2018, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state riscontrate in 3 allevamenti rurali di suini domestici siti nei comuni di Mihai Bravu, Turda e Altan Tepe, nel distretto di Tulcea. Le positività confermate nella fauna selvatica si riferiscono a 5 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in altri comuni del medesimo distretto. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti derivati.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
24/09/2018
In data 21/09/2018, sono stati notificati 28 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
43 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti tra i voivodati di Poldachia, Lublino e Masuvia, area sottoposta a restrizione secondo l’allegato della Decisione della Commissione Europea 2014/709/CE.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
21/09/2018
In data 21/09/2018, sono stati notificati altri 4 focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
8 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti (n. 6 cinghiali) o abbattuti (n. 2 cinghiale) nella frazione di Buzenol e nel comune di Etalle, a sud della provincia di Lussemburgo, dove si sono già registrati altri focolai lo scorso 14 e 15 settembre. Salgono a 12 i casi confermati sino ad oggi.
Le Autorità belghe, in accordo con legislazione europea, hanno applicato le dovute misure di controllo, tra le quali: abbattimento e distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito della FASFC (Federal Agency for the Safety of the Food Chain).
21/09/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione domestica e nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 4 allevamenti rurali localizzati nel comune di Tudora e Palanca, nel distretto di Stefan-Voda, nella parte meridionale del Paese. I suini domestici rinvenuti morti mostravano segni clinici di malattia. Il quinto caso è stato confermato in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del comune di Palanca.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi negli allevamenti, la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, operazioni di disinfezione e disinfestazione. Hanno regolamentato l’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
18/09/2018
In data 18/09/2018, sono stati notificati 12 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
16 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati in diverse località rientranti nella zona sottoposta a restrizione e sorveglianza, secondo l’Allegato della Decisione della Commissione Europea 2014/709/CE. In tale area vigono ancora misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali e controllo della popolazione selvatica sensibile. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse dei cinghiali positivi abbattuti.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
17/09/2018
In data 17/09/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica. Le positività sono state confermate in un allevamento rurale sito nei pressi del comune di Luceni, nel distretto di Dâmbovița, nella parte centro – meridionale del Paese. È il primo focolaio notificato in questo distretto. Le Autorità hanno regolamentato un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, la distruzione delle carcasse e dei rifiuti e operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettegli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/09/2018
In data 17/09/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di suini domestici sito nei pressi del comune di Kobeljaky, nell’oblast di Poltava. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale.
Per consultare il report completo e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
17/09/2018
In data 17/09/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste di Peste Suina Africana in Ucraina in un allevamento rurale nel comune di Man’kivka, nell’oblast di Čerkasy, nella parte centro meridionale del paese. È stata disposta la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori dettagli e per la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/09/2018
In data 17/09/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in un allevamento commerciale di suini domestici. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, la disinfezione e disinfestazione degli ambienti, è stata regolamentata un’attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita e un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
14/09/2018
In data 14/09/2018 le Autorità Belghe hanno notificato i primi due focolai di Peste Suina Africana in Belgio, nella fauna selvatica.
I focolai hanno coinvolto complessivamente 4 cinghiali selvatici adulti rinvenuti morti in stato di decomposizione in un’area protetta del comune di Ètalle, sito nella Regione Vallone, nella parte meridionale del Belgio, vicino al confine con la Francia.
Questa è la prima identificazione di Peste Suina Africana nell’Europa occidentale dopo diversi anni (l’ultima notifica in Belgio risale al 1985, con 12 allevamenti colpiti dall’infezione).
Le Autorità hanno disposto misure di controllo secondo la Decisione 2002/60/CE, tra le quali: distruzione delle carcasse e dei rifiuti, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir) con divieto delle attività di caccia, limitazioni delle attività umane nell’area protetta, censimento degli allevamenti suini rientranti nelle zone di protezione e sorveglianza, controllo delle movimentazioni e aumento delle misure di biosicurezza.
Al momento non ci sono informazioni circa l’origine dell’infezione: data la distanza tra i focolai notificati in Europa, si suppone che l’origine sia dovuta ad importazioni di prodotti di origine animale da territori infetti.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare le mappe con i focolai e le aree delimitate, si rimanda al report completo pubblicato sul sito della Federal Agency for the Safety of the Food Chain.
Aggiornamenti epidemiologici dal 1 al 16 Settembre 2018
MOLDAVIA: Dal 3 al 10 settembre 2018 sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana nella popolazione domestica. Le positività sono state confermate in allevamenti da cortile siti nei distretti di Cahul, Vulcanesti e, per la prima volta, anche nel distretto di Ștefan Vodă, nella parte sud – orientale del Paese.
UCRAINA: dal 4 al 10 Settembre 2018 sono stati notificati 7 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella popolazione domestica, in allevamenti da cortile e commerciali, localizzati negli oblast’ di Cherson, Kiev e Mykolaïv.
LETTONIA: tra il 4 e l’11 settembre 2018 sono stati notificati 24 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella fauna selvatica. 28 le positività riscontrate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni del Paese, tutti rientranti nella zona dichiarata infetta secondo l’allegato della Decisione della Commissione Europea 2014/709/CE: Dagda, Dobele, Jelgava, Kandava, Kegums, Limbazi, Madona, Saldus, Talsi, Tukums, Vainode, Ventspils e Vilaka.
POLONIA: dal 04 al 13 settembre 2018 sono stati notificati 65 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella fauna selvatica e 8 focolai nella popolazione domestica. Le positività sono state confermate in 49 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei voivodati di Lublino, Poldachia e Masuria e in allevamenti rurali e commerciali di suini domestici siti nei voivodati di Lublino e Varma – Masuria, nella zona sottoposta a misure di restrizione, secondo quanto disposto dalla legislazione vigente.
UNGHERIA:  in data 05/09/2018 è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana nella fauna selvatica, in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nella provincia di Heves.
ROMANIA: Dal 10 al 13 settembre 2018 sono stati notificati 63 nuovi focolai nella popolazione domestica e 10 focolai nella fauna selvatica. Le positività sono state confermate in allevamenti sia rurali che ad indirizzo commerciale, siti nei distretti di Ialomita, Călărași, Ilfov, Giurgiu e Buzău, nella parte meridionale del Paese, considerata zona ad alto rischio di trasmissione di infezione.
Per consultare i singoli report e avere maggiori informazioni, si rimanda al sito dell’OIE.
Di seguito, si riportano le mappe di distribuzione dei focolai notificati dal 1 gennaio 2018:

31/08/2018
Il 31/08/2018 è stato notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana in Bulgaria, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in un allevamento rurale di suini domestici, con un totale di 7 capi coinvolti, sito nella località di Tutrakatsi, nella municipalità di Provadia, nella provincia di Varna, a nord est del territorio bulgaro.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i suini presenti negli allevamenti della località di Tutrakatsi, la disinfezione di veicoli, strade e attrezzature, hanno istituito una zona di protezione di 10 km intorno al focolaio ed hanno testato tutti gli allevamenti presenti all’interno del distretto di Varna (con esito negativo).
Per consultare il  report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
Aggiornamenti epidemiologici 27 – 31/08/2018
UCRAINA: Nell’ultima settimana sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella popolazione domestica. Le positività sono state confermate in 5 allevamenti rurali e in 1 azienda commerciale siti nei distretti di Sumy, Odessa, Nikolayev ( primo focolaio notificato in questa parte della regione), Rovno, Kherson e Kiev.
POLONIA: tra il 29 ed il 30 Agosto sono stati notificati 86 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella fauna selvatica e nella popolazione domestica81 cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti e risultati positivi al virus nei voivodati della Varmia – Masuria, Lublino, Poldachia e Masovia; 4 allevamenti rurali e 2 aziende commerciali colpiti dall’infezione, nei voivodati della Varmia – Masuria, Lublino e Poldachia.
ROMANIA: Negli ultimi giorni sono stati notificati 130 focolai nella popolazione domestica in allevamenti rurali e aziende commerciali e 6 casi in cinghiali selvatici. I focolai sono localizzati nella parte sud orientale del Paese nei distretti di Tulcea, Constanta, Ilfov, Ialomita, Galati e Braila e nella parte nord – occidentale, ai confini con l’Ucraina, nei distretti di Satu Mare, Bihor e Salaj.
RUSSIA: in data 30/08/2018, sono stati notificati 2 nuovi focolai in allevamenti rurali di suini domestici nell’Oblast’ di Kalingraad.
Per maggiori dettagli e per consultare i report completi con le mappe dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
24/08/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Russia, in un allevamento rurale di suini domestici sito nell’Oblast’ di Kaliningrad, nell’enclave russa, tra Polonia e Lituania. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono concluse. Le Autorità hanno applicato le misure di controllo previste.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
23/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana in Ucraina nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti di suini domestici, di cui uno ad indirizzo commerciale con un numero di circa 1245 capi, localizzati entrambi nella provincia di Chornobay, nell’ Oblast’ di Cherkasy, nella parte centrale del Paese. Le operazioni di abbattimento sono ancora in corso. Sono state applicate misure di controllo sulle movimentazioni di animali ed è stata regolamentata un’attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per avere maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo, pubblicato sul sito dell’OIE.
23/08/2018
In data 21/08/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 3 allevamenti di suini domestici, localizzati nei distretti di Ilfov e Călărași, nella parte sud – orientale della Romania, confinanti con i distretti di Ialomita e Costanza, dove si sono verificati diversi focolai nei giorni scorsi: salgono a più di 700 i focolai notificati in Romania in suini domestici. Si sono già concluse le operazioni di abbattimento dei capi e distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Le Autorità hanno regolamentato le movimentazioni degli animali e una sorveglianza mirata all’interno delle zone di protezione istituite.
Per visualizzare la mappa con i focolai e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
22/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti commerciali siti nei dintorni delle città di Lubny e Kotelva, nell’oblast’ di Poltava, nella parte centrale dell’Ucraina. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi, la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale e operazioni di disinfezione e disinfestazione. Inoltre, hanno regolamentato le movimentazioni animali all’interno del Paese, hanno istituito un’attività di sorveglianza all’interno delle zone di protezione istituite ed un controllo delle popolazioni selvatiche sensibili (reservoir)
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
22/08/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale di suini domestici sito nei pressi del centro abitato di Seredyna-Buda, nell’oblast di Sumy, nella parte nord – orientale del Paese. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, unitamente ad operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa e per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
21/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
3 cinghiali selvatici rinvenuti morti e risultati positivi al virus, nel comune di Mátraszentimre nella provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse, un continuo controllo della popolazione selvatica sensibile e una continua sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per visualizzare la mappa aggiornata e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
21/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
2 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi del comune di Nábrád nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale. È stata disposta la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
20/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 10 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia nella fauna selvatica e nella popolazione domestica.
9 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati e 3 positività confermate in suini domestici rinvenuti morti in un allevamento rurale. I cinghiali sono stati cacciati in diversi comuni, all’interno della zona di restrizione di cui all’allegato della Decisione di Esecuzione 2014/709/UE della Commissione Europea. L’allevamento è sito nella località Zana, nel comune di Saldus, anch’esso all’interno dell’area sottoposta a misure restrittive, presente nell’allegato della Decisione 2014/709/CE. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per visualizzare la mappa con i focolai e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
20/08/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Moldavia, nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico cacciato durante i programmi di sorveglianza per PSA nel comune di Lucești, nel distretto di Cahul, nella parte sud – occidentale del Paese. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento e la distruzione della carcassa.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
17/08/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia in un allevamento rurale di suini domestici.
3 suini allevati in un allevamento a conduzione familiare nella città di Vulcanesti, nella regione della Gagaùzia  (situata nella zona di protezione dell’epidemia di PSA), sono stati rinvenuti morti. A seguito di conferma di positività, le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei restanti suini presenti in allevamento (n.7 capi) e la distruzione delle relative carcasse. Sono state regolamentate le movimentazioni degli animali ed è stata disposta un’attività di sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita, il controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per visualizzare la mappa con il focolaio e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
17/08/2018
In data odierna sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana nell’enclave Russa, tra Polonia e Lituania.
Le positività sono state confermate in un cinghiale selvatico rinvenuto morto e in 2 allevamenti di suini domestici, ad indirizzo rurale e commerciale, tutti localizzati nell’Oblast’ di Kaliningrad. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse sono ancora in corso. Le Autorità hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione, controllo delle movimentazioni animali, controllo della popolazione selvatica sensibile e operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
17/08/2018
In data 17/08/2018, è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in Russia in un allevamento rurale di suini domestici sito nell’oblast’ di Mosca. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse. Sono state applicate e regolamentate misure di controllo.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report piìubblicato sul sito dell’OIE.
16/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica.
Sono 3 gli allevamenti in cui sono state confermate le positività al virus, localizzati nei voivodati di Lublino e Poldachia, fortemente colpiti dall’infezione; infatti, i casi notificati rientrano nella zona sottoposta a restrizione secondo normativa comunitaria vigente
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti ed altre misure di controllo, quali: il controllo delle movimentazioni, sorveglianza attiva all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile e operazioni di disinfezione e, se necessario, disinfestazione.
Per visualizzare la localizzazione dei focolai e leggere il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
14/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in suini domestici rinvenuti morti in 2 allevamenti rurali siti nell’oblast di Cherson, nella parte meridionale del Paese. Le Autorità hanno disposto la distruzione di tutte le carcasse e dei rifiuti animali; hanno regolamentato la movimentazione degli animali e disposto attività di sorveglianza mirata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, unitamente ad operazioni di pulizia, disinfezione e, se necessario, disinfestazione.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
14/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 21 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
28 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varmia – Masuria, a nord est del territorio polacco, area sottoposta a misure di restrizione e controllo, secondo la legislazione europea.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
14/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nei pressi dei comuni di Jelgava, Tukums, Kuldīga e Madonas, entro i confini dell’area sottoposta a misure restrittive di controllo e presente nell’allegato della Decisione di Esecuzione 2014/709/UE della Commissione Europea.
Per visualizzare il report completo e la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
14/08/2018
In data 13/08/2018, sono stati notificati 13 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
13 allevamenti rurali colpiti dall’infezione siti tutti nel distretto di Braila, ad ovest del distretto di Tulcea, considerata area ad alto rischio di infezione. In tale area vigono rigide misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali, attività di sorveglianza mirata all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, abbattimento dei capi ancora vivi e distruzione delle carcasse e dei rifiuti e operazioni di disinfezione.
Per visualizzare la mappa con i focolai e il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
14/08/2018
In data 13/08/2018, sono stati notificati 15 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 15 allevamenti rurali localizzati tutti nel comune di Cherechiu, nel distretto di Bihor, nella parte occidentale del territorio, ai confini con l’Ungheria. Si sono concluse le operazioni di abbattimento e la distruzione delle carcasse. È ancora attiva la sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

14/08/2018
In data 13/08/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
4 allevamenti rurali coinvolti dall’infezione nel distretto di Satu Mare, nei comuni di Gherta Mare e Bocicau, dove si erano già verificati altri focolai nei giorni scorsi.
Per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
13/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 4 allevamenti rurali siti nei comuni di Bocicău e Gherța Marenel nel distretto di Satu Mare, nella parte più occidentale del territorio rumeno, ai confini con l’Ucraina.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei suini ancora vivi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. È stata regolamentata un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per visualizzare la mappa con i focolai e per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
13/08/2018
In data 10/08/2018, sono stati notificati 24 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
24 allevamenti rurali colpiti dall’infezione, per un totale di 129 capi, tutti localizzati nel distretto di Tulcea, zona ad alto rischio di infezione.  Le operazioni di abbattimento si sono concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa e per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
13/08/2018
In data 10/08/2018, sono stati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia nella fauna selvatica5 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti nell’oblast di Kaliningrad nell’enclave Russa, tra la Lituania e la Polonia.
Per maggiori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
13/08/2018
In data 10/08/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia nella popolazione domestica.
3 allevamenti colpiti dall’infezione siti tutti nel voivodato di Varmia – Masuria, a nord – est del territorio polacco, nell’area sottoposta a restrizione, in accordo con quanto stabilito dalla legislazione europea.
Le operazioni dei capi presenti in allevamento si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, unitamente ad operazioni di disinfezione e disinfestazione. Nell’area dei focolai, sono state istituite le zone di protezione ed è stata regolamentata un’attività di sorveglianza mirata, un controllo sulle movimentazione animali e della popolazione selvatica sensibile.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE.
13/08/2018
In data, 10/08/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia in cinghiali selvatici rinvenuti morti negli oblast’ di Leningrado e di Nižnij Novgorod e in un allevamento rurale di suini domestici, sito nell’oblast di Saratov, nella parte meridionale della Russia. Le operazioni di abbattimento sono ancora in corso. Le Autorità hanno applicato le dovute misure di controllo.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
10/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
23 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi di diversi comuni nel distretto di Satu Mare, nella parte occidentale del Paese, ai confini con l’Ungheria. In tale area, sono state applicate misure di controllo tra le quali: controllo delle movimentazione degli animali, sorveglianza mirata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile e operazioni di disinfezione.
Per visualizzare il report completo e la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE.
10/08/2018
In data 09/08/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
L’allevamento di suini domestici colpito dall’epidemia, localizzato nei pressi della città di Myrhorod, nell’oblast’ di Poltava, constava circa 577 capi, 96 dei quali rinvenuti morti a seguito dell’infezione e risultati positivi al virus. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse.
Le Autorità hanno regolamentato misure di controllo, quali il controllo delle movimentazioni degli animali, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione, il controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione dell’area colpita.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
10/09/2018
In data 09/08/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento rurale di suini domestici, localizzato nel comune di Suceveni, nel distretto di distretto di Galați, a nord del distretto di Tulcea, fortemente colpito dall’epidemia. La carcassa del suino rinvenuto morto è stata distrutta sotto vincolo ufficiale e sono state avviate operazioni di disinfezioni.
Per visualizzare la mappa del focolaio e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
10/08/2018
In data 09/08/2018, sono stati notificati 51 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Gli allevamenti rurali infetti sono localizzati tutti nel distretto di Ialomița, confinante ad est con il distretto di Tulcea, zona ad alto rischio di infezione. Sono ancora in vigore le misure di controllo disposte dall’Autorità.
Per visualizzare la mappa con i focolai e avere maggiori dettagli sui focolai, si rimanda al report completo.
10/08/2018
In data 09/08/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento rurale di suini domestici nei pressi del centro abitato di Skadovs’k situato nell’oblast’ di Cherson, nella parte più meridionale del Paese.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento e la distruzione delle carcasse. Sono state applicate misure di controllo sulle movimentazioni animali, sulle attività di sorveglianza, sul controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio e per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
10/08/2018
In data 09/08/2018, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 8 allevamenti rurali e commerciali siti nei voivodati di Lublino, Masovia e Poldachia, area fortemente colpita dall’infezione e sottoposta a rigide misure di controllo, secondo quanto stabilito dalla legislazione europea.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
09/08/2018
In data 08/08/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico cacciato nel Parco Naturale sito nel comune di Bocşa ubicato nel distretto di Sălaj, nella parte occidentale della Romania. Le Autorità hanno disposto la distruzione della carcassa e hanno regolamentato un’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report completo.
09/08/2018
In data 08/08/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Romania, in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi del Parco Naturale del distretto di Bihor, nella parte occidentale del Paese, ai confini con l’Ungheria.
Per visualizzare la mappa con il focolaio e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
09/08/2018
In data 08/08/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Lettonia, nella popolazione domestica.
2 suini domestici rinvenuti morti e risultati positivi al virus, in un allevamento rurale sito nel comune di Saldus, all’interno dell’area sottoposta a restrizione secondo la Decisione 2014/709/CE della Commissione Europea. In tale area, infatti, vigono rigide misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni animali, abbattimento dei capi e distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezioni e misure di biosicurezza.
Per consultare il report completo per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report completo pubblicato sul sito dell’OIE.
08/08/2018
In data 06/08/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione domestica.
3 le positività confermate in suini domestici rinvenuti morti in un allevamento rurale sito nel comune di Giurgiulești, nel distretto di Cahul, nel punto più meridionale del Paese, ai confini con la Romania e l’Ucraina. I suini, rinvenuti morti, presentavano segni clinici di malattia. È il primo focolaio notificato in questa parte del Paese.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei suini ancora vivi in allevamento e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti. Hanno regolamentato un’attività mirata di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed un controllo della popolazione selvatica sensibile, hanno posto sotto stretto controllo le movimentazioni degli animali, hanno disposto operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
07/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 7 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia nella fauna selvatica.
7 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni, rientranti nell’area definita infetta e sottoposta a restrizione secondo la normativa vigente (Decisione 2014/709/CE).
Per visualizzare i focolai sulla mappa e per il report completo, si rimanda al sito dell’OIE
07/08/2018
In data 06/08/2018, sono stati notificati 93 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in un allevamento commerciale e in diversi allevamenti rurali, siti tutti nel distretto di Tulcea, la zona più colpita dall’infezione e dichiarata ad alto rischio di trasmissione.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i suini presenti negli allevamenti e la distruzione delle relative carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale. Continua l’attività di sorveglianza mirata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per visualizzare la mappa con i focolai e per ulteriori dettagli, si rimanda al report completo.
06/08/2018
In data 03/08/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Lettonia, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento commerciale di circa 15500 capi sito nel comune di Saldus, nella Lettonia occidentale, ai confini con la Lituania.
Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse. L’allevamento rientra all’interno della zona soggetta a restrizione, secondo l’allegato della Decisione CE 2014/709/CE e in cui vigono le misure di controllo previste dalla normativa vigente.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio e per ulteriori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
03/08/2018
In data 03/08/2018, sono stati notificati 3 focolai di Peste Suina Africana nell’enclave Russa, nella fauna selvatica ed in suini domestici in un allevamento rurale. Le Autorità hanno regolamentato e disposto misure di controllo, tra le quali l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
03/08/2018
In data 01/08/2016, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana, in Ucraina nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 2 suini domestici rinvenuti morti in un allevamento familiare sito in un comune rurale del distretto di Slov’jans’k, nell’oblast di Donec’k, nella parte sud orientale del Paese. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse.
Le Autorità hanno regolamentato la movimentazione degli animali, la sorveglianza nella zona di protezione istituita, il controllo della popolazione selvatica sensibile e le operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
03/08/2018
In data 01/08/2018, sono stati notificati 18 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
20 i casi confermati in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati in diversi comuni rientranti tutti nell’area definita infetta e sottoposta a misure di restrizione, secondo la Decisione 2014/709/CE.
Per visualizzare la localizzazione dei focolai e per consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
01/08/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in suini domestici.
5 allevamenti rurali siti nell’area compresa tra i voivodati di Lublino e Masovia, zona del territorio polacco maggiormente colpita dall’infezione e sottoposta a misure di restrizione, secondo normativa vigente.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse. Hanno regolamentato i controlli sulla movimentazione dei capi, sulle attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita e sulla popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
01/08/2018
In data 31/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in un allevamento rurale sito nel comune di Suceveni, nel distretto di Galați, a nord del distretto di Tulcea, ad oggi considerata l’area a più alto rischio di infezione. È il primo focolaio notificato in questa parte del Paese.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi presenti in allevamento, la distruzione delle relative carcasse e dei rifiuti, unitamente ad operazioni di disinfezione.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
31/07/2018
In data odierna, sono stati notificati 44 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
71 le positività confermate in cinghiali selvatici trovati morti o uccisi nell’area compresa tra i voivodati di Lublino, Masovia e Poldachia, nell’area sottoposta a restrizione in accordo con la legislazione europea. All’interno della suddetta area, le Autorità hanno disposto il controllo delle movimentazioni animali, il controllo della popolazione selvatica sensibile, controllo di possibili vettori biologici.
Per visualizzare i focolai sulla mappa e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
31/07/2018
In data 30/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento rurale sito nei dintorni del comune di Lebedyn, nell’Oblast’ di Sumy, nella parte nord – est dell’Ucraina, dove si era precedentemente notificato un focolaio lo scorso 3 luglio. Si sono già concluse le operazioni di abbattimento dei capi e la distruzione delle relative carcasse.
Si è disposta una sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, un controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione, ispezioni ante e post mortem.
Per visualizzare la mappa con il focolaio e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
30/07/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento rurale di suini domestici localizzato in un comune rurale, nel distretto di Bilozerka, nell’oblast di Cherson. Le operazioni di abbattimento dei suini presenti in allevamento si sono concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse.
Misure di controllo sono state applicate nella zona del focolaio: attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione, visite ante e post mortem.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nel oblast’ di Cherson nella parte più meridionale dell’Ucraina, ad est dell’oblast di Odessa. È il primo focolaio notificato in questa parte del Paese.
A seguito di morte sospetta, un capo in un allevamento rurale di suini domestici è stato testato per PSAv. A seguito di conferma di positività, sono stati abbattuti altre 114 suini presenti nel comune rurale di Kizomys, nel distretto di Bilozerka.
Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, hanno regolamento attività di sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile, ispezioni ante e post mortem, operazioni di disinfezioni e disinfestazione.
Per visualizzare la mappa con il focolaio e consultare il report, si rimanda al sito dell’OIE
30/07/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di peste Suina Africana in Ucraina, in suini domestici.
2 positività confermate in un allevamento rurale sito nel distretto di Smila, nell’oblast di Cherkassy dove si era precedentemente verificato un focolaio lo scorso 25 giugno.
Sono state disposte misure di controllo, tra le quali: controllo della movimentazione degli animali, attività di sorveglianza, distruzione delle carcasse e dei rifiuti, disinfezioni.
Per visualizzare la mappa con il focolaio e consultare il report si rimanda al sito dell’OIE.
30/07/2018
In data odierna è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina nella popolazione domestica.
2 capi risultati positivi in un allevamento familiare localizzato nei pressi della città di Balaklija nell’oblast’ di Charkiv, nella parte orientale del Paese.
Per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa e consultare il report completo, si rimanda al sito dell’OIE.
30/07/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in suini domestici.
Le positività sono state confermate in un allevamento sito nei pressi della provincia di Ovidiopol, nell’oblast’ di Odessa, nella parte sud – orientale del territorio ucraino.
Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale. Le Autorità hanno regolamentato controlli sulle movimentazioni degli animali,  attività di sorveglianza mirata, controllo delle popolazioni selvatiche sensibili e operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per consultare il report completo e visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
30/07/2018
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei comuni di Márokpapi e Lonya, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale, ai confini con l’Ucraina e la Romania. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento sito nel distretto di Volodymyrec’, nell’oblast’ di oblast’ di Rivne, nella porzione nord – occidentale del territorio. Le operazioni di abbattimento dei capi di sono già concluse. Sono state applicate le dovute misure di controllo.
Per consultare il report completo e visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
30/07/2018
In data 27/07/2018, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in suini domestici.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti rurali localizzati nel voivodato della Varmia – Masuria, zona fortemente colpita dlal’infezione e sottoposta a restrizione in accordo con la legislazione europea.
È possibile consultare il report completo e visualizzare la mappa dei focolai, sul sito dell’OIE.
30/07/2018
In data 27/07/2018, sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Polonia in allevamenti di suini domestici.
Sono 9 gli allevamenti rurali e commerciali in cui sono state confermate le positività al virus e che hanno portato all’abbattimento di circa 2683 capi. Tutti gli allevamenti sono localizzati nel voivodato di Lublino, all’interno della zona sottoposta a restrizione secondo la legislazione comunitaria e in cui vigono rigide misure di controllo, quali: controllo della movimentazione dei capi, attività di sorveglianza mirata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2018
In data 27/07/2018, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia, nella popolazione selvatica e domestica.
18 positività confermate in cinghiali selvatici 5 positività confermate in suini domestici rinvenuti morti in un allevamento rurale nell’oblast’ di Kaliningrad, nell’enclave russa tra Polonia e Lituania. Le Autorità hanno disposto misure di controllo adeguate (controllo delle movimentazioni, attività di sorveglianza mirata, controllo della popolazione selvatica sensibile, disinfezioni e disinfestazione)
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/07/2018
In data 27/07/2018, sono stati notificati altri 4 focolai di Peste Suina Africana in Russia in allevamenti di suini domestici rurali e commerciali siti nell’oblast di Novgorod, Saratov, Tula e Moskovskaya, nella parte più orientale della Russia. Le Autorità hanno disposto l’attuazione di rigide misure di controllo.
Per maggiori informazioni di rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
27/07/2018
In data 26/07/2018 è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania nella fauna selvatica.
2 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel parco naturale del comune di Carastelec, nel distretto di Sălaj, nella parte occidentale del Paese. È il primo focolaio notificato in questa regione. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
27/07/2018
In data 26/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione domestica.
Il 23 luglio 2018 il proprietario di un allevamento rurale della città di Vulcanesti, nella Gagaùzia, ha notificato la morte di un maiale, che presentava segni tipici della peste suina africana. Le Autorità, a seguito delle positività riscontrate, hanno disposto l’abbattimento di tutti i suini presenti in allevamento e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, unitamente ad operazioni di disinfezione e disinfestazione. Nella zona di protezione istituita è stata regolamenta una mirata sorveglianza ed un controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
27/07/2018
In data 26/07/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
4 gli allevamenti di suini domestici in cui si sono riscontrate positività. Gli allevamenti sono localizzati tutti nel distretto di Ialomița, ad ovest della regione di Tulcea. È stato disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
27/07/2018
In data 26/07/2018, sono stati notificati 16 casi di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica ed in allevamento rurale di suini domestici.
L’allevamento rurale e i cinghiali selvatici africani colpiti da peste suina africana sono stati cacciati o trovati morti nella zona definita infetta da Peste Suina Africana, istituita in conformità alla Decisione di esecuzione 2014/709/UE della Commissione. Le Autorità competenti hanno disposto le dovute misure di controllo.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/07/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania nella popolazione domestica.
Il caso è stato individuato in un allevamento rurale di suini domestici sito nel comune di Giurgeni nel distretto di Ialomița, ad ovest del distretto di Tulcea. È il primo focolaio notificato in questa parte della Romania. È stato disposto l’abbattimento dei capi presenti in allevamento e la distruzione delle relative carcasse.
Le Autorità hanno regolamentato misure di controllo, quali: attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, smaltimento corretto dei rifiuti e distruzione dei prodotti di origine animale ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
24/07/2018
In data 23/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ungheria nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nei pressi della città di Gyöngyösoroszi, nella provincia di Heves. Salgono a 12 i focolai notificati in questa provincia, la prima ad essere colpita dall’infezione.
Le misure di controllo disposte dalle Autorità, come il controllo delle movimentazioni all’interno del Paese, attività di sorveglianza mirata all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione, restano ancora vigenti su tutto il territorio.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
24/07/2018
In data 23/07/2018, sono stati notificati 68 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
79 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nell’area compresa tra i voivodati di Lublino, Masovia e Poldachia. Tutti i casi notificati sono stati rinvenuti nell’area sottoposta a misure di restrizione e sorveglianza, secondo la legislazione europea. Le misure di controllo previste e regolamentate dalle Autorità sono ancora vigenti sul territorio.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE
24/07/2018
In data 23/07/2018, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana in Russia nella popolazione di suini domestici.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti commerciali siti negli oblast di Belgorod e Ivanovo, a nord est di Mosca. Le operazioni di abbattimento di tutti i capi presenti in allevamento sono ancora in corso.
Le Autorità hanno disposto il controllo sulle movimentazioni animali, operazioni di disinfezione e disinfestazione, sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione, distruzione, sotto vincolo ufficiale, di carcasse, rifiuti e prodotti di origine animale, controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
23/07/2018
In data 20/07/2018, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana nell’enclave Russa, nella fauna selvatica e in un macello.
4 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nei pressi delle città di Černjachovsk e Gur’evsk; 3 suini domestici sono risultati positivi in un macello sito nella città di Zelenograds. Tutte le città sono localizzate nell’oblast’ di Kaliningrad, nel territorio russo tra la Lituania e la Polonia.
Le Autorità hanno disposto misure di controllo, quali: controllo delle movimentazioni, attività di sorveglianza mirata, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
17/07/2018
In data odierna, sono stati notificati 17 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia nella fauna selvatica ed in un allevamento rurale di suini domestici.
18 positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi comuni, tutti rientranti nella zona già dichiarata infetta, in conformità alla legislazione europea – Decisione 02014/709/UE della Commissione. L’allevamento rurale risultato positivo è localizzato nel comune di Tērvete, all’interno dell’area sottoposta a misure restrittive, poiché presente nell’elenco dell’allegato alla decisione 2014/709/UE.
Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale. Hanno adottato misure di controllo, tra le quali: controllo sulle movimentazioni animali, controllo sulla popolazione selvatica sensibile e hanno disposto operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2018
In data 13/07/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia, in 2 allevamenti rurali di suini domestici, siti negli oblast di Leningrado e nell’oblast di Nižnij Novgoro, ed un cinghiale  selvatico rinvenuto morto nell’ oblast’ di Tver, nella parte occidentale della Russia. Le Autorità Competenti hanno disposto le dovute misure di controllo.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2018
In data 13/07/2018, sono stati notificati 15 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
21 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord –est del territorio polacco. Tale zona è sottoposta a misure restrittive secondo quanto stabilito dalla legislazione europea; le Autorità polacche hanno disposto il controllo delle movimentazioni animali, della popolazione selvatica sensibile (reservoir) e controllo su la possibile presenza di vettori, responsabili di trasmissione del virus.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2018
In data 13/07/2018, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia, nella fauna selvatica e in allevamenti di suini domestici.
La prima positività è stata confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto e risultato positivo, mentre sono 4 gli allevamenti di suini domestici in cui si sono riscontrate positività, di cui 2 rurali ed 2 allevamenti commerciali, siti tutti nell’oblast’ di Kaliningrad, nell’exclave della Federazione russa tra Lituania e Polonia.
Le operazioni di abbattimento sono ancora in corso, visto la numerosità dei capi negli allevamenti commerciali (circa 120.000 capi)
Le Autorità Competenti hanno attuato le dovute misure di controllo, tra le quali: operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, controllo delle movimentazioni, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione delle aree infette.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2018
In data 13/07/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in suini domestici.
4 gli allevamenti rurali riscontrati positivi e siti tutti nella località di Olosig, nel distretto di Bihor, nella parte occidentale del Paese, confinate con l’Ucraina. È stato autorizzato l’abbattimento di tutti i suini ancora vivi negli allevamenti e la distruzione delle carcasse.
Le Autorità Competenti hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione dei rifiuti e dei prodotti di origine animale unitamente ad operazione di disinfezione nelle zone infette.
Per ulteriori informazione e per visualizzare la mappa dei focolai si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2018
In data 13/07/2018, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
I 2 allevamenti rurali risultati positivi sono localizzati, entrambi, nel comune di Frecăţei, nel distretto di Brăila, confinate ad ovest con la regione di Tulcea, zona dichiarata ad alto rischio per la Romania, per i numerosi focolai in essa notificati. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse.
Le Autorità Competenti hanno disposto, inoltre, ulteriori misure di controllo, tra le quali: distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo delle movimentazioni, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa aggiornata, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/07/2018
In data 13/07/2018, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti rurali siti nella località di Cheia, nel distretto di Constanta, confinante a nord con la Tulcea, regione in cui sono stati notificati la maggior parte dei focolai della Romania.
È stato disposto l’abbattimento dei capi presenti negli allevamenti e la distruzione delle carcasse, unitamente ad operazioni di sorveglianza entro i confini della zona di protezione ed operazioni di disinfezione delle aree infette.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
12/07/2018
In data 12/07/2018, sono stati notificati 21 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia nella fauna selvatica ed in un allevamento rurale di suini domestici.
20 le positività confermate in cinghiali selvatici trovati morti in diversi comuni del Paese, tutti rientranti nell’area definita infetta per la Peste Suina Africana, in accordo con la Decisione 2014/709/EU.
L’allevamento rurale infetto è localizzato nel comune di Brocēni, all’interno dell’area sottoposta a restrizione, secondo quanto riportato nell’Allegato della Decisione Europea 2014/709/EU.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
12/07/2018
In data 11/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento di suini domestici localizzato nella città di Kilija, nell’Oblast di Odessa, a sud – ovest del territorio ucraino, al confine con la Romania.
Le Autorità hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi presenti in allevamento e la distruzione delle carcasse e dei rifiuti, sotto vincolo ufficiale. Hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo delle movimentazioni degli animali, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
12/07/2018
In data 11/07/20178, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in allevamenti di suini domestici, siti nei voivodati di Lublino e Masovia.
Si tratta per lo più di allevamenti rurali, eccetto un allevamento commerciale sito nel distretto di Parczew, nel voivodato di Lublino, di circa 1825 soggetti. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse ed è stata ordinata la distruzione delle carcasse e dei rifiuti animali.
Le Autorità Competenti hanno disposto, inoltre, misure di controllo previste dalla normativa europea vigente, quali: controllo delle movimentazioni, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione e disinfestazione, distruzione, sotto vincolo ufficiale, dei prodotti di origine animale.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
11/07/2018
In data 10/07/2018, è stata notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in suini domestici.
La positività è stata confermata in un allevamento da cortile, con un numero esiguo di capi, sito nella città di Tășnad, nel distretto di Satu Mare, nella parte nord – occidentale della Romania, ai confini con l’Ucraina. Si sono già concluse le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento e si è disposta la distruzione delle carcasse sotto vincolo ufficiale. Vigono ancora, in tutto il distretto, le misure di controllo applicate dalle Autorità competenti, in vista dei diversi focolai già notificati in questa area.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
10/07/2018
In data odierna, è stata notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria nella fauna selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nel comune di Gyöngyössolymos, nella provincia di Heves. Le misure di controllo adottate restano ancora vigenti ed applicate in tutta la provincia.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
10/07/2018
In data 09/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in un allevamento di suini domestici.
La positività è stata confermata in un allevamento rurale, sito nel villaggio di Crestur, nella contea di Bihor, a nord – ovest della Romania, vicino al confine con l’Ucraina. È il primo focolaio notificato in questa parte del Paese. Le operazioni di abbattimento dei capi, si sono già concluse. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, quali: sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse e dei rifiuti ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
10/07/2018
In data 09/07/2018, sono stati notificati 12 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella fauna selvatica ed in allevamenti di suini domestici.
Tutte le positività sono state confermate nella contea di Tulcea, interessata da numerosi focolai e considerata una zona ad alto rischio. Le positività sono state confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nel parco naturale della contea, mentre sono 10 gli allevamenti da cortile di suini domestici colpiti. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse e si è disposta la distruzione di tutte le carcasse. Continuano ad essere applicate tutte le misure di controllo, previste dalla normativa europea vigente.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

09/07/2018
In data 09/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento di suini domestici sito nella provincia di Dubno, nell’oblast di Rivne, nell’Ucraina occidentale. Le Autorità hanno adottato misure di controllo, quali: abbattimento dei capi e distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, controllo delle movimentazioni, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/07/2018
In data 06/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Lettonia, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento rurale sito nella località di Mazzalve, nel comune di Nereta nella parte meridionale del Paese, ai confini con la Lituania. Le operazioni di abbattimento dei capi presenti in allevamento, si sono già concluse. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale sotto controllo ufficiale, il controllo delle movimentazioni dei capi, il controllo della popolazione selvatica sensibile ed operazioni di disinfezione. L’allevamento è localizzato entro i confini dell’area dichiarata infetta e sottoposta a restrizione, secondo disposizione europee. Rientra, infatti, nell’allegato della Decisione 2014/709/EU.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/07/2018,
In data 06/07/2018, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia in suini domestici.
I sei allevamenti rurali di suini domestici, di piccole dimensioni, sono localizzati nei distretti di Chelm, Radzyn e Parczew, nel voivodato di Lublino, nella parte orientale del territorio polacco, dove si sono già precedentemente registrati diversi focolai. Gli allevamenti, infatti, ricadono nella zona dichiarata infetta e sottoposta a misure di restrizione, in accordo con la legislazione europea. Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi negli allevamenti, la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, l’attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, il controllo delle movimentazioni all’interno del Paese ed operazioni di disinfezione e disinfestazione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
06/07/2018
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi casi di Peste Suina Africana in Russia, nella popolazione selvatica.
3 positività confermate in 4 cinghiali selvatici rinvenuti morti nell’oblast di oblast’ di Kaliningrad, nell’ exclave della Federazione russa tra la Lituania e la Polonia. L’Autorità Competente ha disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse, il controllo della movimentazione dei capi all’interno del Paese, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile ed operazioni di disinfezione
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
06/07/2018
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia, nella fauna selvatica e domestica.
Le positività sono state confermate in 1 cinghiale selvatico ritrovato morto nell’oblast’ di Belgorod e 4 allevamenti rurali siti in diverse regioni della Russia occidentale, ai confini con l’est Europa. Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
06/07/2018
In data 05/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento da cortile di suini domestici sito nel comune di Istria, nel distretto di Costanza, nella parte sud – orientale della Romania, a sud del distretto di Tulcea. È il primo focolaio notificato in questa zona del Paese. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, quali: distruzione delle carcasse e dei rifiuti sotto vincolo ufficiale, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
05/07/2018
In data 04/07/2018, sono stati notificati 14 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia, nella popolazione selvatica.
15 positività confermate in cinghiali selvatici trovati morti o cacciati nell’area compresa tra i comuni di Vecumnieki,  Kandas, Dobele, Dundaga, Brocēni, Tukums, Krāslava Ķegums, Bauska, Viesīte, Jaunjelgava e Garkalne. Tutti i comuni rientrano nell’area dichiarata infetta e sottoposta a misure di restrizione sorveglianza, secondo quanto disposto dalle Autorità Europee e dalla legislazione comunitaria (Decisione 2014/709/CE).
Le Autorità ufficiali hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento e la distruzione delle carcasse, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
05/07/2018
In data 04/07/2018, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in suini domestici.
Le positività sono state confermate in 6 allevamenti rurali localizzati in diversi distretti dei voivodati di Lublino e Masovia, nell’area sottoposta a restrizione sorveglianza, secondo quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea. Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento, sono ancora in corso. Le Autorità hanno disposto il controllo delle movimentazioni, operazioni di sorveglianza, distruzione delle carcasse e dei rifiuti sotto controllo ufficiale, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
05/07/2018
In data 04/05/2018, sono stati notificati 25 nuovi casi di Peste Suina Africana in Romania nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in 24 allevamenti rurali di piccole dimensioni ed in un allevamento di 43800 suini domestici, in cui le operazioni di abbattimento sono ancora in corso. Tutti i suddetti allevamenti sono localizzati in diversi comuni del distretto di Tulcea, nella parte orientale del Paese, dove si sono registrati numerosi altri focolai nei giorni scorsi. Le misure di controllo disposte dalle Autorità ufficiali prevedono la distruzione delle carcasse e dei rifiuti sotto controllo ufficiale, controllo delle movimentazioni dei capi, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed operazioni di disinfezione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2018
In data 03/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania in suini domestici.
Le positività sono state confermate in suini domestici di un allevamento rurale localizzato nel comune di Frecăţei, nel distretto di Brăila, nella parte orientale del Paese, vicino ai confini con la Moldavia. È il primo focolaio confermato in questa parte del territorio rumeno. Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono già concluse. Le Autorità hanno disposto la distruzione delle carcasse e dei rifiuti animali, il controllo della movimentazione degli animali, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2018
In data 03/07/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in suini domestici.
La positività è stata riscontrata in un piccolo allevamento rurale di suini domestici sito nei dintorni del comune di Lebedyn, Oblast’ di Sumy, nella parte nord – est dell’Ucraina. È il primo focolaio notificato in questa parte del territorio ucraino. Le Autorità hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento, distruzione delle carcasse e dei rifiuti, attività di sorveglianza, controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir) ed operazioni di disinfezione.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2018
In data 03/07/2018, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ucraina in suini domestici.
Le positività sono state confermate in 2 allevamenti rurali di piccole dimensioni localizzati nel centro abitato di Šums’k, nell’Oblast’ di Ternopil’, nell’Ucraina occidentale. Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento e la distruzione delle carcasse, unitamente ad attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno dell’area di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2018
In data 03/07/2018, sono stati notificati altri 2 focolai di Peste Suina Africana in Ucraina in allevamenti di suini domestici.
Le positività sono state riscontrate in due allevamenti localizzati nella provincia di Izmail, nella regione di Odessa, nella parte meridionale del Paese, ai confini con la Romania. Le operazioni di abbattimento disposte dalle Autorità Ucraine si sono già concluse. Sono in atto misure di controllo, quali attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo delle movimentazione degli animali, controllo della popolazione selvatica sensibile, visite ante e post – mortem, operazioni di disinfezione.
Per ulteriori informazioni e per localizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2018
In data 03/07/2018, è stato comunicato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ungheria, nella popolazione selvatica.
Una positività confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nel comune di Gyöngyöstarján, situato nella provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale. Le Autorità Ungheresi hanno disposto la distruzione della carcasse, un continuo controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir) ed attività di sorveglianza entro e fuori la zona di protezione istituita.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/07/2018
In data 03/07/20108, sono stati notificati 65 focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
113 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nell’area compresa tra i voivodati di Lublino, Masovia, Podlachia, area sottoposta a misure di restrizione e sorveglianza, secondo la legislazione europea.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/07/2018
In data 29/06/2018, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia, nella fauna selvatica ed in suini domestici.
3 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nella provincia di Černjachovskij, nell’oblast’ di Kaliningrad. Nella stessa regione, tra le province di Černjachovskij e Pravdinskij, 4 focolai confermati in allevamenti rurali di piccole dimensioni. Le Autorità competenti hanno disposto misure di controllo, tra le quali: abbattimento dei capi ancora vivi, distruzione sotto controllo ufficiale delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, controllo della popolazione selvatica sensibile, controllo delle movimentazioni e attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/07/2018
In data 29/06/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in suini domestici.
Le positività sono state confermate in 4 allevamenti rurali siti nel distretto della Tulcea, nella parte orientale del paese. Le Autorità Ufficiali hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento, la distruzione delle carcasse e dei rifiuti animali, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, il controllo delle movimentazioni e operazioni di disinfezione.
Per ulteriori informazioni e per localizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/07/2018
In data 29/06/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in suini domestici.
Le positività sono state confermate in 3 allevamenti di suini domestici localizzati nel voivodati di Lublino, nei distretti di Parczew e Chelm. I focolai notificati rientrano tutti nell’area sottoposta a restrizione e sorveglianza, in accordo con la legislazione europea. Le Autorità competenti hanno disposto misure di controllo con attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo delle movimentazione degli animali, distruzione delle carcasse, controllo della popolazione selvatica sensibile ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai si rimanda la report pubblicato sul sito dell’OIE.

28/06/2018

In data 27/06/2018, sono stati notificati 27 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania in suini domestici.

27 allevamenti rurali di piccole dimensioni localizzati in diversi comuni nel distretto di Tulcea, nella parte occidentale del Paese. Le operazioni di abbattimento dei capi ancora vivi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale.

Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

28/06/2018

In data 27/06/2018, sono stati notificati 6 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia nella fauna selvatica.

6 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti in diverse comunità rurali del voivodato della Varmia – Masuria, a nord – est del Paese. I casi di Peste Suina Africana notificati sono stati rinvenuti nell’area dichiarata infetta e sottoposta a misure di restrizione e sorveglianza, come disposto dalla legislazione europea.

Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

28/06/2018

In data 27/06/2018, sono stati notificati 31 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia nella fauna selvatica ed in suini domestici.

30 le positività confermate in cinghiali selvatici cacciati o rinvenuti morti in diversi distretti del Paese, entro i confini dell’area dichiarata infetta e sottoposta a misure restrittive. 2 gli allevamenti rurali di piccoli dimensioni colpiti dalla malattia, localizzati nel distretto di Saldus e di Jelgava. Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse si sono già concluse. Le Autorità competenti hanno disposto misure di controllo su tutto il territorio.

Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

26/06/2018
In data 26/06/2018 sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Ucraina sia nella popolazione selvatica sia in suini domestici.
Il primo focolaio è stato confermato in un allevamento rurale di suini domestici sito nella provincia di Izmaïl, nell’Oblast’ di Odessa, nella parte meridionale del Paese. Sempre nella stessa provincia, è stato confermato il secondo focolaio registrato in 2 cinghiali selvatici ritrovati morti. Le misure di controllo disposte dalle Autorità Competenti sono ancora vigenti su tutto il territorio.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
26/06/2018
In data 26/06/2018, sono stati notificati 27 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania nella popolazione di suini domestici.
27 allevamenti rurali di piccole dimensioni, localizzati in diversi comuni del distretto di Tulcea, nella parte occidentale del Paese, dove si sono registrati diversi focolai nei giorni scorsi. Le Autorità Competenti hanno disposto controlli sulla movimentazione dei capi, attività di sorveglianza sulla popolazione selvatica sensibile (reservoir), distruzione delle carcasse, abbattimento dei capi ancora vivi in allevamento ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
26/06/2018
In data 26/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Polonia in un allevamento rurale di suini domestici.
L’allevamento colpito, localizzato nel comune urbano – rurale di Pieniężno, nel distretto di Braniewo, del voivodato della Varmia – Masuria, a nord – est del territorio polacco, contava un totale di 27 capi, di cui 1 era stato rinvenuto morto e risultato positivo al virus. Le operazioni di abbattimento dei restanti capi si sono già concluse ed è stata ordinata la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale. Le Autorità competenti hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 17 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in suini domestici.
Le positività sono state confermate in 17 allevamenti, per la maggior parte di piccole dimensioni, siti tutti nel distretto di Tulcea. L’abbattimento di tutti i suini ancora vivi negli allevamenti infetti si è già concluso. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo delle movimentazioni degli animali, di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse e dei rifiuti, sotto vincolo ufficiale ed operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli, si rimanda al sito dell’OIE ed al report ivi pubblicato.
25/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, in suini domestici.
2 carcasse di suini domestici, risultate positive al virus, sono state rinvenute a 2 km dal villaggio di Kam”janka, nell’Oblast’ di Čerkasy, nella parte centrale dell’Ucraina. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, quali: controllo delle movimentazioni degli animali, sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione, distruzione delle carcasse ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 9 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in suini domestici.
9 allevamenti risultati infetti siti tutti nel voivodato di Lublino, nei distretti di Chelm, Biała Podlaska, Parczew e Włodawa, nell’area sottoposta a restrizione e sorveglianza, in accordo con quanto stabilito dall’Unione Europea. Le operazioni di abbattimento dei capi sono ancora in corso.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data 23/06/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina nella fauna selvatica.
9 cinghiali selvatici rinvenuti morti nella zona di caccia della città di Bakhmut, nell’Oblast’ di Donec’k, nell’ucraina orientale, dove si era precedentemente registrato un focolaio in un allevamento di suini domestici in data 14 giugno. Le Autorità Ucraine hanno disposto la distruzione delle carcasse, la continua sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed il continuo controllo della popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data 23/06/2018, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ucraina in suini domestici.
Le positività sono state confermate in suini domestici presenti in allevamenti rurali di due diversi comuni nella provincia di Izmailovskij, nell’Oblast’ di Odessa. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo sul territorio, tra le quali il controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), distruzione delle carcasse e dei rifiuti, operazioni di disinfezione e ispezioni ante e post mortem.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data 23/06/2018, è stato notificato un nuovo caso d Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
1 positività confermata in un suino domestico rinvenuto morto in un allevamento familiare sito in un comune rurale della provincia di Izmailovskij, nell’Oblast’ di Odessa, nella parte meridionale del Paese.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la posizione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data 23/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in suini domestici.
2 positività confermate in suini domestici in un allevamento sito nel comune rurale di Plavni, nella provincia di Reni, nell’Oblast di Odessa, nella parte sud – occidentale del Paese. Le operazioni di abbattimento dei capi presenti in allevamento si sono già concluse. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo sul territorio.
Per maggiori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/06/2018
In data 23/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina in un allevamento di suini domestici.
20 positività confermate in un allevamento di suini domestici sito nella città di Pokrov, nell’Oblast’ di Dnipropetrovs’k, nell’Ucraina centrale. Le operazioni di abbattimento dei suini ancora vivi e presenti in allevamento, si sono già concluse. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, quali: il controllo delle movimentazioni, la sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione istituita, controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), operazioni di disinfezione ed ispezioni ante e post – mortem. È il primo caso di Peste Suina Africana registrata in questa parte del Paese.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
23/06/2018
In data 23/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella fauna selvatica.
Una positività confermata in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nella zona di caccia del distretto di Iršava, nell’Oblast’ di Zakarpats’Ka (oblast’ della Transcarpazia), nell’estrema parte occidentale dell’Ucraina, confinante con quattro paesi europei: Polonia, Slovacchia, Ungheria e Romania. È la prima positività registrata in questo Oblast’.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la posizione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/06/2018
In data 22/06/2018, sono stati notificati 38 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia nella fauna selvatica.
52 positività confermate in cinghiali selvatici ritrovati morti in diverse località dei voivodati della Masovia, Podlachia e Lublino, nella parte orientale della Polonia, nell’area sottoposta a misure di restrizione e sorveglianza, in accordo con la legislazione europea.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/06/2018
In data 22/06/2018, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Russia, in suini domestici allevati in due allevamenti rurali di piccole dimensione e con un numero esiguo di capi (un totale di 3 casi) localizzati entrambi nell’Oblast’ di Kaliningrad, nella porzione della Russia confinante interamente con i Paesi dell’UE.
Le Autorità Competenti hanno disposto attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale sotto vincolo ufficiale, operazioni di abbattimento dei suini ancora vivi ed operazioni di disinfezione.
Per ulteriori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/06/2018
In data 22/06/2018, sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Romania, sia in soggetti selvatici sia in suini domestici.
30 positività confermate in suini domestici allevati in 8 allevamenti rurali, localizzati in diversi comuni del distretto di Tulcea, nella parte orientale della Romania, al confine con l’Ucraina. 2 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nella medesima zona. Le operazioni di abbattimento dei capi sono ancora in corso. È stata disposta dalle Autorità una sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, una distruzione delle carcasse e dei rifiuti sotto controllo ufficiale e operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
21/06/2018
In data 21/06/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia in suini domestici.
Il primo focolaio è stato confermato in un allevamento di 1140 suini domestici, sito nella frazione di Dawidy, nel comune urbano di Jabłoń, del distretto di Parczew. Il secondo caso ha colpito un allevamento, di circa 400 capi, sito nel comune rurale di Dębowa Kłoda, sempre nel distretto di Parczew. Il terzo allevamento in cui si è riscontrata positività al virus, è un allevamento rurale di 7 capi, sito nel comune rurale di Ruda – Huta, del distretto di Chelm. Il quarto focolaio è stato registrato in un allevamento di 33 suini domestici sito nel comune rurale di Sosnówka, del distretto di Biała Podlaska. I quattro allevamenti risultati positivi si trovano tutti nel voivodato di Lublino, ad est del territorio polacco, dove si sono verificati diversi casi di Peste Suina Africana sia in suini domestici che in cinghiali selvatici, nel corso dell’anno. Tutti gli allevamenti rientrano nella zona sottoposta a misure di restrizione e sorveglianza, in accordo con le disposizioni europee in merito a tale malattia.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/06/2018
In data 19/06/2018, sono stati notificati 24 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in allevamenti di suini domestici.
Le positività sono state riscontrate in 24 diversi allevamenti rurali di piccole dimensioni e con numero esiguo di capi per allevamento, siti tutti nella provincia di Tulcea, nell’estrema parte orientale della Romania, al confine con l’Ucraina. Le operazioni di abbattimento dei capi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse e dei rifiuti animali sotto controllo ufficiale, unitamente ad attività di sorveglianza entro i confini delle zone di protezione istituite.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/06/2018
In data 19/06/2018, sono stati notificati 5 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
5 positività confermate in cinghiali selvatici trovati morti nel comune di Tarpa, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale, al confine con la Romania e l’Ucraina. Le Autorità Ungheresi hanno disposto la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, il continuo controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir) ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/06/2018
In data 19/06/2018, sono stati notificati 2 nuovi casi di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
2 cinghiali selvatici risultati positivi e rinvenuti morti nei comuni di Gyöngyössolymos e di Domoszló, entrambi nella provincia di Heves, nell’Ungheria Settentrionale, dove si erano già registrati precedenti focolai all’inizio del mese.
Per informazioni aggiuntive e per la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/06/2018
In data 19/06/2018, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia in allevamenti di suini domestici.
8 allevamenti colpiti di medie e piccole dimensioni, siti in diverse contee del voivodato di Lublino e nel distretto di Sokółka, nel voivodato di Podlachia, entrambi nell’estremo nord – est della Polonia.Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei capi ancora vivi, la distruzione sotto controllo ufficiale delle carcasse, dei prodotti e dei rifiuti di origine animale, operazioni di disinfezione ed un continuo controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/06/2018
In data 19/06/2018, sono stati comunicati 16 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
Le positività sono state confermate in 16 cinghiali selvatici cacciati o ritrovati morti in diverse località dei comuni di Limbaži, Talsi, Līvāni, Ludza, Engures, Tukums, Bauska, Jelgava e Kandava, tutti rientranti nella zona dichiarata infetta secondo quanto stabilito in accordo con la Decisione 2014/709/EU dell’Unione Europea.Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo su tutto il territorio.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
19/06/2018
In data 18/06/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione selvatica.
4 positività confermate in cinghiali selvatici, rinvenuti morti nella zona di caccia “Zamlynske” di Ljuboml’, nell’Oblast’ di Volinia, nell’Ucraina nord – occidentale. Le Autorità Competenti hanno già disposto misure di controllo, quali: la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale e controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
19/06/2018
In data 18/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in 2 suini domestici presenti in un allevamento rurale, localizzato nel centro abitato di Šums’k, nell’Oblast’ di Ternopil’, nell’Ucraina occidentale. Le operazioni di abbattimento dei restanti suini vivi si sono già concluse. È stata disposta la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, visite ante mortem e post mortem, una sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, il controllo della popolazione selvatica sensibile, unitamente ad operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
19/06/2018
In data 18/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, in un allevamento di suini domestici.
La positività è stata confermata in 2 suini domestici rinvenuti morti in un allevamento, sito nel comune di Velyki Budyshcha, della provincia di Dykan’ka, nell’Oblast di Poltava, nella parte centrale dell’Ucraina. È stato disposto l’abbattimento di tutti i capi ancora vivi in allevamento, per un totale di 358 capi, la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, il controllo della popolazione selvatica sensibile presente nella zona e sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
15/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
La positività è stata riscontrata in un allevamento rurale di 33 capi, di cui 8 rinvenuti morti, sito nella città di Vasylivka, nell’Oblast’ di Zaporižžja, nell’Ucraina sud – orientale. Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei suini ancora presenti in allevamento, la distruzione, sotto controllo ufficiale, delle carcasse e dei rifiuti, il controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), operazioni di disinfezione, ispezioni ante e post mortem e attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

15/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia nella popolazione selvatica e domestica.
La prima positività riguarda 6 cinghiali selvatici rinvenuti morti nella provincia di Lužskij, dell’Oblast’ di Leningrado, nella Russia occidentale. Il secondo focolaio ha riguardato un allevamento rurale di suini domestici nella città di Balašov, nell’ oblast’ di Saratov, nella Russia centro – meridionale. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa ei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

15/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in due allevamenti di piccole dimensioni siti nel comune rurale polacco di Ruda – Huta, del distretto di Chelm, nel voivodato di Lublino, ad est del territorio polacco. Le operazioni di abbattimento dei suini ancora vivi, si sono già concluse. Entrambi gli allevamenti rientravano nella zona di restrizione istituita conformemente alla legislazione dell’Unione Europea. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, quali la distruzione delle carcasse, dei prodotti e dei rifiuti, sotto controllo ufficiale ed operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

14/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, nella popolazione domestica.
Le positività sono state confermate in sei diversi allevamenti rurali presenti in diversi comuni del distretto di Tulcea, nella parte sud – orientale del Paese, dove si stanno registrando diversi focolai negli ultimi giorni sia nella fauna domestica che selvatica. Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei capi e la distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale. Persiste una sorveglianza all’interno della zona di protezione istituita.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

14/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 36 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella fauna selvatica.
41 positività confermate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nell’area compresa tra i voivodati della Masovia, Podlachia e Lublino, nella parte orientale della Polonia. I cinghiali sono stati rinvenuti nell’area sottoposta a restrizione, secondo quanto stabilito dalla Legislazione Europea.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania nella fauna selvatica.
3 positività confermate in cinghiali selvatici ritrovati morti nel distretto di Tulcea, nella parte sud – orientale del Paese, al confine con l’Ucraina.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2018
In data odierna, sono stati notificati due nuovi focolai di Peste Suina Africana in Russia, nella popolazione domestica.
Le positività sono state riscontrate in due allevamenti rurali siti nell’Oblast di Satatov, nella parte sud – occidentale della Russia. Le Autorità Competenti hanno disposto l’applicazione di misure di controllo necessarie, quali: abbattimento dei suini ancora vivi, distruzione delle carcasse, operazioni di disinfezione, controllo della popolazione selvatica sensibile, sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione.
Per ulteriori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2018
In data 13/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Russia, in un allevamento rurale di suini domestici, situato nella provincia di Pravdinskij, nell’Oblast di Kaliningrad, al confine con la Lituania e la Polonia. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse. Le Autorità hanno disposto misure di controllo necessarie, quali: sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione sotto controllo ufficiale delle carcasse, controllo della popolazione selvatica sensibile, controllo delle movimentazioni e operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE.
14/06/2018
In data 13/06/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Russia, in un allevamento rurale di suini domestici, ubicato nella provincia di Pravdinskij, nell’Oblast di Kaliningrad, al confine con la Lituania e la Polonia. Le Autorità competenti hanno disposto l’abbattimento di tutti i capi presenti in allevamento e misure di controllo necessarie.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2018
In data 13/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Russia, in un allevamento di suini domestici sito nella provincia di Pravdinskij, nell’Oblast di Kaliningrad, nella Russia “Europea”, confinante interamente con la Lituania e la Polonia.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/06/2018
In data 13/06/2018, sono stati notificati 13 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica e domestica.
15 positività rilevate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nelle zone di caccia dei comuni di Dobele, Salacgrīva, Alūksne, Rēzekne, Viesīte, Auce, Talsi, Kuldīga, Kandava, Kārsava, Dobele e Ozolnieki, entro i confini dell’area dichiarata infetta, in accordo con l’Unione Europea, secondo la Decisione 2014/709/EU. 12 positività riscontrate in allevamento di suini domestici, sito nella città di Jelgava, a sud ovest del Paese. Le operazioni di abbattimento dei suini ancora vivi si sono già concluse. L’allevamento rientra nella zona di restrizione istituita secondo l’Allegato I della Decisione 2014/709/EU. Le Autorità hanno provveduto ad attuare le misure di controllo previste, quali: distruzione delle carcasse sotto controllo ufficiale, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione, nessun trattamento degli animali affetti ma operazioni di stamping out.
Per informazioni più dettagliati e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al sito dell’OIE ed al report ivi pubblicato.

14/06/2018
In data 13/06/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
6 positività riscontrate in suini domestici, rinvenuti morti in un allevamento rurale sito nel villaggio di Kalynivka, nel distretto di Bakhmut, nell’ ‘Oblast’ di Donec’k, nell’Ucraina orientale. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, quali: la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, il controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), distruzione delle carcasse sotto vincolo ufficiale, operazioni di disinfezioni.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
13/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Romania, in suini domestici.
La positività è stata confermata in un allevamento rurale nel comune di Micula, ubicato nel distretto di Satu Mare, a nord – ovest del paese, al confine con l’Ungheria. Le Autorità Competenti hanno disposto l’abbattimento dei suini ancora vivi e applicato le misure di controllo necessarie, quali, ad esempio, la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita.
Per maggiori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
13/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Russia, in suini domestici in un allevamento rurale sito nel territorio di Suvorovo, della città di Gvardeysky nell’oblast di Kaliningradn, tra la Lituania e la Polonia.
Le operazioni di abbattimento e distruzione delle carcasse sotto vincolo ufficiale, si sono già concluse. È stato disposto il controllo all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita ed il controllo della popolazione selvatica sensibili (reservoir), unitamente ad operazioni di distruzione di carcasse e rifiuti e operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
13/06/2018
In data 13/06/2018, sono stati notificati quattro nuovi focolai di Peste Suina Africana in Romania, in suini domestici.
Le positività sono state confermate in quattro allevamenti rurali di piccole dimensioni con un numero esiguo di capi per allevamento, siti tutti nel distretto di Tulcea, a sud – est del Paese, al confine con l’Ucraina e la Moldavia. Le Autorità hanno disposto misure di controllo, quali: sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione sotto vincolo ufficiale delle carcasse e dei rifiuti di origine animale, operazioni di stamping out e di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al sito dell’OIE ed al report ivi pubblicato.
13/06/2018
In data 11/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia, nella fauna domestica.
Sei positività confermate in suini domestici, che presentavano segni clinici di malattia, in un allevamento rurale sito nel comune di Mereni, nel distretto di Anenii Noi, a sud – est del Paese. Le operazioni di abbattimento dei suini ancora vivi si sono già concluse ed è stata disposta la distruzione delle carcasse, sotto vincolo ufficiale. Sono state disposte le misure di controllo dalle Autorità Competenti, quali: il controllo delle movimentazioni all’interno del Paese, la sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione, sotto controllo ufficiale, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, stamping out, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
11/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Polonia in suini domestici.La positività è stata confermata i
n un allevamento sito nel comune rurale di Wola Uhruska, nel distretto di Wlodawa, nel voivodato di Lublino, ad est del territorio polacco. Tale comune rientra nell’area sottoposta a restrizione, secondo quanto stabilito dalle Autorità Polacche in accordo con l’Unione Europea. Sono state applicate le misure di controllo previste, quali: controllo delle movimentazioni all’interno del Paese, sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione, distruzione sotto vincolo ufficiale delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
08/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africa in Polonia, in suini domestici.
La positività è stata riscontrata in un allevamento sito nel comune rurale polacco di Hańsk del distretto di Włodawa, nel voivodato di Lublino. Le Autorità Polacche hanno provveduto ad attuare le misure di controllo previste, quali: il controllo delle movimentazioni, la sorveglianza entro la zona di protezione istituita, la distruzione dei prodotti di origine animale, delle carcasse e dei rifiuti sotto vincolo ufficiale, operazioni di stamping out e di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
08/06/2018
In data 06/06/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica.
La positività è stata confermata in un allevamento sito nel comune rurale di Orla, del distretto di Bielsk, nel voivodato della Podlachia, nell’estremo nord-est del Paese, confinante con il voivodato della Masovia a ovest, il voivodato della Varmia-Masuria a nord-ovest, quello di Lublino a sud, dove sono stati confermati diversi focolai nella fauna selvatica nei giorni scorsi.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
08/06/2018
In data 07/06/2018, sono stati notificati 4 nuovi casi di Peste Suina Africana in Lettonia.
4 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o abbattuti nelle zone di caccia dei comuni di Tukums, Ilūkste, Talsu e Burtnieki, entro i confini dell’area dichiarata infetta, secondo quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
07/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia in cinghiali selvatici, ritrovati morti nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord-est della Polonia,
In tale area, dichiarata infetta, sono in atto misure di controllo disposte dalle Autorità Competenti, tra le quali, appunto, sorveglianza della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
07/06/2018
In data 06/06/2018, sono stati notificati 25 nuovi casi di Peste Suina Africana in Polonia, riguardanti la fauna selvatica.
35 positività confermate in cinghiali selvatici ritrovati morti nei diversi comuni compresi nei voivodati della Masovia, Podlachia e Lublino, nella parte orientale della Polonia.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
07/06/2018
In data 06/06/2018, le Autorità della Romania hanno notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in un cinghiale selvatico rinvenuto morto nel comune di Noroieni, nella regione nord – occidentale di Satu Mare, vicina al confine con l’Ungheria, dove si erano già registrati precedenti focolai all’inizio del 2018.
Per ulteriori informazioni, consultare il sito dell’OIE.
04/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 5 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella fauna selvatica, in Ungheria.
5 positività rilevate in cinghiali selvatici trovati morti nei comuni di Beregsurány, Lónya, Barabás  e Márokpapi, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale, al confine con la Romania e con l’Ucraina. Le misure di controllo applicate su tutto il territorio dalle Autorità Competenti, tra cui il controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), sono ancora vigenti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
04/06/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio in Ungheria, nella popolazione selvatica.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico ritrovato morto nel comune di Gyöngyössolymos, nella provincia di Heves, nell’Ungheria Settentrionale.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
01/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 40 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia nella fauna selvatica.
58 positività riscontrate in cinghiali selvatici ritrovati morti nell’area compresa tra le regioni di Masovia, Podlachia e Lublino, dichiarata infetta e sottoposta a misure di controllo e sorveglianza, tra le quali il controllo della popolazione selvatica (reservoir) da parte dalle Autorità Competenti, secondo quanto stabilito dall’Unione Europea.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
01/06/2018
In data odierna, sono stati notificati 10 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione selvatica.
10 positività confermate in cinghiali selvatici, rinvenuti morti nelle comunità rurali del distretto di Bartoszyce, nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord-est della Polonia. Tale area rientra nella zona dichiarata infetta, secondo quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
01/06/2018
In data 30/05/2018, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
59 positività confermate in cinghiali selvatici trovati morti o cacciati nelle zone di caccia dei comuni di Tukums, Talsi, Jēkabpils e le città di Ventspils, Smiltene e Daugavpils, entro i confini dell’area dichiarata infetta, secondo la Decisione dell’Unione Europea 2014/709/EU.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato su sito dell’OIE.
01/06/2018
In data 30/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
La positività è stata rilevata in un allevamento rurale di suini domestici, sito nel centro abitato di Zdolbuniv, nell’oblast di Rivne, nell’Ucraina nord – occidentale. Le autorità competenti hanno disposto l’abbattimento dei capi presenti in allevamento e l’applicazione delle misure di controllo necessarie.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ungheria, nella fauna selvatica.
2 positività confermate in cinghiali selvatici ritrovati morti nel comune di Beregdaróc, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nord – orientale, al confine con la Romania e con l’Ucraina. Le Autorità Competenti hanno già provveduto ad applicare le misure di controllo sul territorio a seguito dei diversi focolai notificati nel Paese, quali: il controllo all’interno ed all’esterno della zona di protezione, controllo della popolazione selvatica sensibile, distruzione delle carcasse e dei rifiuti di origine animale sotto vincolo ufficiale, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2018
In data 25/05/2018, sono stati notificati 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione domestica
Il primo focolaio è stato confermato in un allevamento di 15 suini sito nel comune rurale di Wierzbica. Il secondo focolaio è stato registrato in un allevamento di 661 suini domestici allevati nel comune rurale di Sawin. Entrambi i comuni si trovano nel distretto di Chelm, appartenente al voivodato di Lublino, ad est del territorio polacco. Il terzo focolaio ha coinvolto un allevamento di 82 suini domestici sito nel comune rurale di Giby, nel distretto di Sejny, appartenente al voivodato della Podlachia, a nord – est della Polonia. Le operazioni di abbattimento si sono concluse. Le misure di controllo applicate dalle Autorità Competenti sono ancora valide su tutto il territorio, quali: controllo delle movimentazioni, sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, distruzione sotto controllo ufficiale delle carcasse, dei rifiuti e dei prodotti di origine animale dichiarati infetti, operazioni di disinfezione e disinfestazione, controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2018
In data 25/05/2018, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana in Ucraina nella fauna domestica.
Il primo focolaio è stato identificato in un allevamento rurale nella città di Izmaïl ed ha coinvolto 5 suini domestici; il secondo focolaio ha interessato un altro allevamento rurale sito nella città di Bolhrad. Entrambe le città si trovano nella regione di Odessa, nell’Ucraina meridionale, dove erano stati già notificati altri focolai nel corso delle precedenti settimane. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse. Le Autorità Competenti continuano ad applicare misure di controllo su tutto il territorio, tra le quali: controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), distruzione sotto vincolo ufficiale di carcasse e rifiuti di origine animale, operazioni di disinfezione e disinfestazione, ispezioni ante e post mortem.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i due focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
28/05/2018
In data 25/05/2018, è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
1 positività è stata confermata in un suino domestico di un allevamento sito nel comune di Smila, nell’Oblast di Čerkasy, nell’Ucraina centrale. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse, sotto vincolo ufficiale. Le operazioni di controllo applicate da parte delle Autorità Competenti, come il controllo delle movimentazioni all’interno del paese, sorveglianza all’interno e all’esterno della zona di protezione, distruzione sotto controllo ufficiale delle carcasse e dei rifiuti di origine animale, ispezioni ante e post mortem, sono ancora in atto.
Per maggiori informazioni e per localizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
25/05/2018
In data 24/05/2018, sono stati notificati 9 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella fauna selvatica.
13 positività riscontrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti o cacciati nelle zone di caccia comprese tra i comuni di Auce, Jelgava, Pārgauja, Tukums, Kandava e Daugavpils. Tutti i cinghiali risultati positivi sono stati cacciati o ritrovati morti all’interno dei confini dell’area definita infetta, secondo quanto stabilito dall’Unione Europea in accordo con la Decisione 2014/709/CE, a seguito delle operazioni di controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), disposte delle Autorità Competenti.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

23/05/2018
In data 22/05/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana nella fauna selvatica, in Ungheria.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico ritrovato morto nella città di Gyöngyös, nella provincia di Heves, nell’Ungheria Settentrionale; si tratta della stessa provincia in cui sono stati notificati i precedenti focolai. Il controllo sulla popolazione selvatica sensibile (reservoir) rientra nelle misure applicate sul territorio dalle Autorità Competenti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare il focolaio sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
23/05/2018
In data 22/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina, nella popolazione domestica.
Una positività è stata riscontrata in un suino domestico rinvenuto morto ai confini del paese di Obukhiv, nella provincia di Kiev. La carcassa è stata distrutta sotto il controllo delle Autorità Ufficiali, sono state effettuate le operazioni di disinfezione e sono state applicate le dovute misure di controllo.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/05/2018
In data 22/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana nella popolazione domestica in Ucraina.
È stata riscontrata 1 positività al virus in un suino domestico, ritrovato morto in un allevamento rurale sito nel comune di Zboriv, nell’oblast di Ternopil’, nell’Ucraina occidentale. È stato predisposto l’abbattimento dei restanti suini vivi presenti in allevamento. Le Autorità Competenti hanno provveduto ad attuare le misure di controllo previste, quali: istituzione della zona di protezione ed attività di sorveglianza all’interno ed all’esterno della stessa, distruzione delle carcasse, dei prodotti di origine animale e dei rifiuti sotto vincolo ufficiale, operazioni di disinfezione, ispezioni ante e post mortem, controllo sulla popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa con il focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/05/2018
In data odierna, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana nella fauna domestica in Polonia.
2 positività sono state registrate in un allevamento di suini domestici sito nel comune urbano – rurale di Nasielsk, nel voivodato della Masovia. Si sono già concluse le operazioni di abbattimento dei capi presenti in allevamento. L’allevamento ricade nella zona sottoposta a misure di controllo e restrizione, secondo quanto stabilito dalla legislazione comunitaria.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dell’allevamento infetto, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/05/2018
In data odierna, sono stati notificati altri 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in 13 cinghiali selvatici, in Polonia, nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord est del Paese. Tale zona rientra nell’area dichiarata infetta e sottoposta a controllo e sorveglianza da Parte delle Autorità Competenti.
Per visualizzare la mappa con la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
22/05/2018
In data odierna, sono stati notificati 53 nuovi focolai di Peste Suina Africana nella fauna selvatica, in Polonia.
73 positività riscontate in cinghiali selvatici ritrovati morti nelle regioni di Masovia, Podlachia e Lublino, aree dichiarate infette e sottoposte a misure di controllo e sorveglianza, tra le quali il controllo della popolazione selvatica (reservoir) da parte dalle Autorità Competenti, secondo quanto stabilito dall’Unione Europea.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
21/05/2018
In data 18/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ungheria nella fauna selvatica.
Una positività è stata riscontrata in un cinghiale selvatico, trovato morto nel comune di Tiszakerecseny, nella provincia di Szabolcs-Szatmár-Bereg, nell’Ungheria nordorientale, a pochi chilometri dal confine con la Romania e con l’Ucraina. In considerazione della esigua distanza dalle regioni limitrofe infette dell’Ucraina e la migrazione primaverile dei cinghiali selvatici, si suppone che la fonte più probabile dell’infezione sia dovuta ad un contatto diretto con la popolazione selvatica sensibile.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
21/05/2018
In data 17/05/2018, sono stati notificati 8 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia, nella popolazione selvatica.
11 le positività riscontrate in cinghiali selvatici ritrovati morti o abbattuti nell’area compresa tra i comuni di Beverīna, Bauska, Auce, Iecava, Jelgava, Dundagae e Talsu. Tutti i cinghiali risultati positivi sono stati cacciati o ritrovati morti all’interno dei confini dell’area definita infetta, secondo quanto stabilito dall’Unione Europea in accordo con la Decisione 2014/709/CE, a seguito delle operazioni di controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), disposte delle Autorità Competenti.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/05/2018
In data 15/05/2018, sono stati notificati altri 3 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Moldavia, nella popolazione di suini domestici.
Le 4 positività sono state confermate in tre allevamenti rurali siti tutti nel comune di Ceadîr Lunga, nella regione della Gaugazia, nella parte meridionale della Moldavia, ai confini con l’Ucraina. I suini infetti presentavano segni clinici di malattia. Si sono già concluse le operazioni di abbattimento dei suini ancora vivi e la distruzione delle carcasse, sotto vincolo ufficiale.
Per maggiori dettagli e per visualizzare i focolai sulla mappa, si rimanda al report presente sul sito dell’OIE.
16/05/2018
In data 15/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in suini domestici in Moldavia, ai confini con l’Ucraina.
2 le positività confermate in suini domestici presenti in un allevamento rurale nel distretto di Tvardita, nel comune di Taraclia. I suini presentavano segni clinici di malattia. È stato predisposto l’abbattimento dei suini ancora vivi e la distruzione delle carcasse sotto Controllo Ufficiale. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, tra le quali: sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione istituita, distruzione sotto vincolo ufficiale delle carcasse, dei rifiuti e dei sottoprodotti di origine animale, controllo della popolazione selvatica sensibile, operazioni di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
15/05/2018
In data 14/05/2018, è stato notifiacto un nuovo focolaio di Peste Suina Africana nei selvatici, in Ungheria.
La positività è stata confermata in un cinghiale selvatico ritrovato morto nel comune di Gyöngyösoroszi, nella provincia di Heves, nell’ Ungheria settentrionale, la stessa provincia in cui sono stati notificati i precedenti focolai.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
14/05/2018
In data 10/05/2018, sono stati notificati 4 nuovi focolai di peste suina africana nella popolazione selvatica in Lettonia.
14 positività registrate in cinghiali selvatici, rinvenuti nei comuni di Auce, Nereta, Talsi e Dundaga. Tutti i comuni rientrano nella zona definita infetta e soggetta a misure di controllo e restrizione, in accordo con quanto stabilito con l’Unione Europea secondo la Decisione 2014/709/EU.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa con i focolai, si rimanda al sito dell’OIE ed al report pubblicato.
11/05/2018
In data odierna, sono stati notificati 62 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, nella popolazione selvatica.
78 positività riscontrate in cinghiali selvatici ritrovati morti nell’area compresa tra le regioni di Masovia, Podlachia e Lublino, area soggetta a restrizione e misure di sorveglianza della popolazione selvatica, secondo quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
11/05/2018
In data odierna, sono stati notificati 6 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia, in 15 cinghiali selvatici rinvenuti morti nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord-est della Polonia.
Tale zona rientra nell’area dichiarata infetta dall’Unione Europea, all’interno della quale, le Autorità di Controllo Ufficiale, hanno predisposto controlli sulla popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per visualizzare la mappa con la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/05/2018
In data 08/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africa in Ucraina.
La positività è stata riscontrata in 12 suini domestici, rinvenuti morti in un allevamento sito nella città di Reni, nella regione di Odessa, al confine con la Romania. È stato predisposto l’abbattimento dei restanti 385 capi presenti in allevamenti e sensibili all’infezione. Le Autorità Competenti hanno intrapreso le dovute misure di controllo, quali: il controllo della movimentazione dei capi all’interno del paese, la sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, lo smaltimento, sotto controllo ufficiale, di carcasse, sottoprodotti di origine animale e rifiuti, operazioni di disinfezioni e visite ante e post mortem.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
09/05/2018
In data 08/05/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africa in suini domestici in Ucraina.
Il focolaio è stato notificato in un allevamento di suini domestici sito nei pressi del comune di Kozjatyn, nella regione di Vinnycja, situata nella parte occidentale del paese, al confine con la Moldavia. La positività è stata riscontrata in 31 suini domestici ritrovati morti in allevamento. Per i restanti 292 capi, sono state predisposte le operazioni di abbattimento. Le Autorità Competenti hanno intrapreso le dovute misure di controllo previste, quali: il controllo della movimentazione dei capi all’interno del paese, la sorveglianza all’interno ed all’esterno delle zone di protezione istituite, lo smaltimento, sotto controllo ufficiale, di carcasse, sottoprodotti di origine animale e rifiuti, il controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir) e operazioni di disinfezioni.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa con la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicati sul sito dell’OIE.
07/05/2018
In data odierna, sono stati notificati 2 focolai di Peste Suina Africana nella popolazione selvatica, in Ungheria.
Sono state riscontrate 4 positività in cinghiali selvatici, rinvenuti morti nei comuni di Pálosvörösmar e Mátrafüred, siti entrambi in provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale. Si tratta della stessa provincia in cui è stato notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana riscontrato in suini domestici, in data 24/04/2018.
Per maggiori dettagli e per la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
03/05/2018
In data odierna è stato confermato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina.
La positività è stata confermata in 8 suini domestici di un allevamento rurale, sito nella città di Obukhiv, nella provincia di Kiev. Le operazioni di abbattimento si sono già concluse.
Per maggiori dettagli e per localizzare il focolaio, si rimanda al sito dell’OIE e al report pubblicato.
03/05/2018
In data odierna, sono stati notificati altri 5 focolai di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici in Lettonia.
Due soggetti positivi sono stati rinvenuti morti nei comuni di Jaunpils e Roja, mentre tre cinghiali selvatici positivi sono stati abbattuti nei comuni di Kandava, Ozolnieki e Nereta. Tutte le positività notificate, rientrano nell’area dichiarata infetta in accordo con quanto stabilito dall’Unione Europea.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/05/2018
In data 30/04/2018, sono stati notificati 60 nuovi focolai di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici in Polonia.
85 positività registrate in cinghiali selvatici rinvenuti morti nell’area compresa tra i voivodati della Masovia, Podlachia e Lublino, area soggetta a restrizione e misure di sorveglianza, secondo quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la mappa con i focolai, si consiglia di visualizzare il report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/05/2018
In data 30/04/2018, sono stati notificati 14 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
21 positività riscontrate in cinghiali selvatici, trovati morti nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord – est della Polonia. Tale zona rientra nell’area dichiarata infetta dall’Unione Europea, all’interno della quale, le Autorità di Controllo Ufficiale, hanno predisposto controlli sulla popolazione selvatica sensibile (reservoir).
Per maggiori dettagli e per la localizzazione dei focolai sulla mappa, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
02/05/2018
In data 30/04/2018, è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in Ungheria in un cinghiale selvatico.
La positività è stata riscontrata in un cinghiale rinvenuto morto nella provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale.
Per maggiori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
30/04/2018
In data 27/04/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Moldavia.
La positività è stata riscontrata in 9 suini domestici di un allevamento rurale a conduzione familiare, sito nel comune di Palanca nel distretto di Ștefan Vodă, precisamente a 49 km dal centro del distretto e a 2 km dal confine con l’Ucraina. I suini domestici presentavano sintomi clinici tipici della malattia. Tutte le carcasse sono state distrutte. Le Autorità Competenti hanno disposto misure di controllo, come: controllo delle movimentazioni all’interno del Paese, misure di sorveglianza sia all’interno sia all’esterno della zona di protezione, smaltimento, sotto il controllo ufficiale, delle carcasse, dei sottoprodotti e dei rifiuti di origine animale, nessun trattamento, stamping out, controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir) e procedure di disinfezione.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE ed al report ivi pubblicato.

 27/04/2018

In data odierna, le Autorità Ucraine hanno notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina.
La positività è stata riscontrata in 2 cinghiali selvatici, rinvenuti morti in una zona di caccia nei pressi della città di Donec’k, durante le attività di sorveglianza nella popolazione selvatica sensibile.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare la localizzazione del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE ed al report di notifica.
27/04/2018
In data 26/04/2018, sono stati notificati 11 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia.
21 positività riscontrate in cinghiali selvatici, ritrovati morti o abbattuti nella zona compresa tra i comuni di Kuldīga, Jelgava, Tukums, Talsi, Rēzekne, Auce e Vārkava. Tutti i soggetti positivi sono stati rinvenuti all’interno della zona dichiarata infetta, secondo quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea.
Per ulteriori dettagli è possibile consultare il sito dell’OIE.
26/04/2018
In data 24/04/2018, è stato notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana in Ungheria.
La positività è stata riscontrata in un cinghiale selvatico, ritrovato morto nella città di Gyöngyös, nella provincia di Heves, nell’Ungheria settentrionale. Dai dati emersi dall’indagine epidemiologica preliminare, un’ipotesi, in merito alle possibili vie di introduzione della malattia, sarebbe da associare alla presenza di scarti alimentari umani introdotti da cittadini stranieri che lavorano in impianti industriali, situati in quella zona. L’indagine epidemiologica è ancora in corso. Sono state adottate misure di controllo, tra le quali: controllo delle movimentazioni all’interno del Paese; monitoraggio sia all’interno sia all’esterno della zona di protezione, distruzione delle carcasse e dei rifiuti di origine animale sotto il controllo ufficiale, controllo della popolazione selvatica sensibile (reservoir), disinfezioni.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report di notifica pubblicato su sito dell’OIE.
20/04/2018
In data odierna, sono stati segnalati 3 focolai di Peste Suina Africana nella Repubblica Ceca, nella regione di Zlìn, ad est del Paese.
3 positività riscontrate in cinghiali selvatici ritrovati morti nella regione suddetta. Le misure di controllo sono state intraprese.
Per ulteriori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
20/04/2018
In data odierna, sono stati notificati altri 3 focolai di Peste Suina Africana in soggetti selvatici in Polonia.
23 cinghiali selvatici, risultati positivi ai test di laboratorio, che sono stati ritrovati morti nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord est del territorio polacco, entro i confini dell’area dichiarata infetta in accordo con l’Unione Europea.
Per maggiori informazioni, si rimanda al report di notifica pubblicato sul sito dell’OIE

20/04/2018
In data odierna, sono stati notificati 42 focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
59 positività riscontrate in cinghiali selvatici, ritrovati nella zona compresa tra i voivodati della Masovia, Podlachia e Lublino. Tutti i casi notificati di Peste Suina Africana sono stati rilevati entro i confini dell’area dichiarata infetta, da quanto stabilito in accordo con l’Unione Europea.
Per visualizzare la localizzazione dei focolai e per ulteriori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
19/04/2018
In data 19/04/2018, sono stati notificati 8 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia.
9 cinghiali selvatici risulti positivi erinvenuti morti o abbattuti nell’area compresa tra i comuni di Jaunpils, Talsi, e KuldīgaI suini selvatici positivi al virus sono stati cacciati o ritrovati morti entro i confini dell’area infetta, definita in accordo con l’Unione Europea, secondo la Decisione 2014/709/EU.
Per ulteriori dettagli, si rimanda al sito al report pubblicato sul sito dell’OIE.
16/04/2015
In data odierna, è stato notificato dalle Autorità Ucraine 1 nuovo focolaio di Peste Suina Africana nella regione di Zhitomir, nella parte occidentale dell’Ucraina.
67 suini domestici, di cui 10 rinvenuti morti e 57 abbattuti secondo disposizioni, in un allevamento della città di Berdyčiv. Le misure di controllo sono state intraprese dalle Autorità Competenti.
Per maggiori dettagli, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

15/04/2018
In data 13/04/2018, sono stati notificati 4 focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
10 cinghiali selvatici risultati positivi e rinvenuti morti nel voivodato della Varmia-Masuria, a nord est del territorio polacco.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report sul sito dell’OIE.
15/04/2018
In data 13/04/2018, sono stati notificati 63 focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
Sono stati ritrovati morti circa 100 cinghiali selvatici, risultati positivi al virus, nei voivodati della Masovia, Podlachia e Lublino; tutti i casi notificati sono stati rilevati nell’area di restrizione, stabilita in accordo con l’Unione Europea.
Per ulteriori informazioni e per le localizzazioni dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
13/04/2018
In data 12/04/2018, sono stati notificati 14 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Lettonia.
15 soggetti selvatici, trovati morti (n.5) o soppressi (n.10) nel territorio compreso tra i comuni lituani di Vecumnieki, Krāslavas, Sējas, Kandavas, Ozolnieku, Bauskas, Tukuma, Jaunjelgavas e Daugavpils, entro i confini dell’area definita secondo la Decisione 2014/709/CE dell’Unione Europea.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
12/04/2018
In data 11/04/2018, è stato notificato un nuovo focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina.
1 cinghiale selvatico è stato ritrovato morto vicino al villaggio di Sebyne, nella regione di Mykolaïv. La carcassa, da cui sono stati effettuati i campioni, è stata distrutta e si sono già concluse tutte le operazioni di disinfezione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
12/04/2018
In data 11/04/2018, è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in Ucraina.
1 positività riscontrata in un suino domestico, rinvenuto morto in un piccolo allevamento rurale, sito nella città di Smila (nella provincia di Cherkassy, situata nella parte centrale del Paese). Altri 7 suini allevati nel medesimo allevamento sono stati soppressi, come previsto dalle misure di protezione intraprese dalle Autorità Competenti.
Per ulteriori dettagli e per visualizzare la posizione del focolaio, si rimanda al sito dell’OIE ed al report di notifica.
10/04/2018
In data 06/04/2018, è stato notificato un focolaio di Peste Suina Africana in un soggetto selvatico, nel voivodato di Warminsko-Mazurskie a nord est della Polonia.
Per ulteriori informazioni e per visualizzare l’esatta posizione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
10/04/2018
In data 06/04/2018, sono stati notificati 36 nuovi focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
74 cinghiali selvatici risultati positivi al virus, trovati morti tra le regioni Podlaskie, Mazowieckie e Lubelskie.  La suddetta area rientra nella zona di restrizione, stabilita in accordo con l’Unione Europea.
Per maggiori informazioni e per visualizzare i focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.
06/04/2018
In data 05/04/2018, sono stati notificati 5 focolai di Peste Suina Africana in Lettonia.
7 cinghiali selvatici, di cui 4 trovati morti e 3 abbattuti a seguito di positività al virus, nell’area compresa tra le città lituane di Ventspils, Rēzekne, Jēkabpils e Daugavpils. Tutti i soggetti sono stati catturati o trovati morti entro l’area definita secondo la Decisione 2014/709/CE dell’Unione Europea.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la localizzazione dei focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.


30/03/2018
In data 29/03/2018, sono stati notificati altri 13 focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
27 suini selvatici, trovati morti e risultati positivi al virus, nella regione della Varmia – Masuria, a nord est della Polonia, principalmente nell’area compresa tra i distretti di Bartoszyce e Braniewo. Tale zona rientra nell’area di restrizione, stabilita in accordo con l’Unione Europea.
Per ulteriori dettagli, si consiglia di consultare il report pubblicato sul sito dell’OIE.

30/03/2018
In data 29/03/2018, sono stati notificati altri 68 focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
142 positività riscontrate in suini selvatici, trovati morti nell’area compresa tra le regioni Podlaskie, Mazowieckie e Lubelskie, nella zona centro – orientale della Polonia. Le suddette Regioni rientrano nell’area di restrizione, stabilita in accordo con l’Unione Europea.
Per ulteriori dettagli, si consiglia di consultare il report pubblicato sul sito dell’OIE.

29/03/2018
In data odierna, sono state confermate n. 7 positività al virus della Peste Suina Africana, in Lettonia nei comuni di Taurene, Mārupe, Madonas, Lubānas, Tukuma, Kuldīgas e Krāslavas. Tutte le positività sono state registrate in soggetti selvatici cacciati o trovati morti all’interno dell’area di sorveglianza, istituita in accordo con l’Unione Europea.
Sono state prese ulteriori misure di controllo.
Per maggiori dettagli e per visualizzare la mappa dei relativi focolai, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

28/03/2018
In data 27/03/2018, è stato notificato un nuovo caso di Peste Suina Africana, in Ucraina.
La positività è stata riscontrata in un selvatico, durante le operazioni previste dal piano di sorveglianza attuate nella zona di caccia “Dashivske” nella città di Illintsi, nella regione di Vinnitsa. Sono state attuate le dovute misure di controllo.
Per maggiori informazioni e per identificare la zona interessata, si rimanda al report reso noto sul sito dell’OIE.

26/03/2018
In data 23/03/2018, è stata notificata una positività al virus della Peste Suina Africana in 134 suini presenti in un allevamento nel voivodato di Lublino, ad est della Polonia. L’allevamento contava circa 640 capi, tutti ad oggi abbattuti.
Per maggiori informazioni e per la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

23/03/2018
In data 22/03/2018, sono stati notificati 171 focolai di Peste Suina Africana in circa 355 cinghiali selvatici, per la maggior parte registrati nell’area compresa tra le regioni Podlaskie, Mazowieckie e Lubelskie, nella zona centro – orientale della Polonia.
Tutti i focolai sono stati segnalati nell’area di restrizione stabilita in accordo con l’Unione Europea. Le Autorità hanno già provveduto ad attuare le misure di controllo previste, come controllo delle movimentazioni all’interno del Paese, nessun trattamento da eseguire su animali infetti, controllo della popolazione selvatica sensibile e dei vettori.
Per maggiori informazioni e per visualizzare l’esatta posizione dei focolai notificati, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

22/03/2018
In data odierna, sono stati notificati altri 26 focolai di Peste Suina Africana in Polonia.
53 positività riscontrate in suini selvatici, trovati morti nella regione della Varmia – Masuria, a nord est della Polonia, principalmente nell’area compresa tra i distretti di Bartoszyce e Braniewo. Tale regione rientra nell’area di restrizione, stabilita in accordo con l’Unione Europea.
Per ulteriori dettagli, si consiglia di consultare il report pubblicato sul sito dell’OIE.

19/03/2018
In data odierna, è stata confermata una positività al virus della Peste Suina Africana in un allevamento rurale di suini, in Mykulychi, nel comune di Borodianka, Kiev (Ucraina). Si è già provveduto alle operazioni di abbattimento di tutti i capi infetti e si sono prese le dovute misure di controllo e prevenzione.
Per maggiori informazioni e per visualizzare la mappa del sito, consultare il report pubblicato sul sito dell’OIE

19/03/2018
In data 16/03/2018, è stato confermato un focolaio di Peste Suina Africana nella città di Stepne, sita nella regione di Poltava, in Ucraina.
L’azienda colpita contava circa 1129 capi, di cui sette sono risultati positivi al virus della Peste Suina Africana. È stato dichiarato lo stato di quarantena e sono state prese tutte le misure precauzionali del caso.
Per maggiori dettagli e per la localizzazione del focolaio, si rimanda al report pubblicato sul sito dell’OIE.

05/03/2018
In data 02/03/2018, è stato notificato il primo focolaio di Peste Suina Africana in un allevamento di suini domestici, sito nel Comune di Ursoaia, nel distretto di Causena, in Moldavia.
Otto i capi infetti, di cui sette abbattuti dopo aver riscontrato la loro positività ai test di laboratorio. Sono state adottate le dovute misure di controllo, da parte dell’Autorità Competente: controllo delle movimentazione dei capi, sorveglianza all’interno ed all’esterno della zona di protezione, distruzione e smaltimento, sotto vigilanza del controllo ufficiale, delle carcasse e dei rifiuti di origine animale, disinfezione.
Per avere ulteriori informazioni e per la localizzazione del focolaio, è possibile consultare il sito dell’OIE.

01/03/2018
In data 22/02/2018, sono stati identificati e confermati tre nuovi casi di Peste Suina Africana in cinghiali selvatici in Ucraina, precisamente nella zona di Černihiv, capoluogo dell’omonima regione. Le Autorità Ucraine hanno già provveduto ad adottare misure di controllo.
Per maggiori dettagli è possibile consultare il report pubblicato sul sito dell’OIE.

31/01/2018
In data 26 gennaio 2018, le autorità ucraine hanno notificato un nuovo focolaio di PSA nei suini domestici. L’allevamento coinvolto si trova nella provincia di Zaporizhia. Le operazioni di abbattimento dei 38 capi presenti al momento della conferma si sono già concluse.
Ulteriori informazioni sono riportate sul sito dell’OIE:
15/01/2018
In data 12 gennaio 2018, le autorità della Romania hanno notificato un nuovo focolaio di PSA. Il caso è stato individuato in un allevamento familiare (“domestic pigs in a backyard”) e successive indagini sono in corso per identificare la fonte dell’infezione. L’allevamento si trova nella regione nord-occidentale di Satu Mare, già coinvolta in un episodio di PSA a fine luglio dell’anno scorso. Ulteriori informazioni sono riportate sul sito dell’OIE.
Inoltre, nello stesso giorno, la Lituania ha notificato all’OIE 27 nuovi focolai di PSA nei cinghiali. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il report riportato sul sito dell’OIE.
30/11/2017
In data 21 novembre 2017, le autorità della Polonia hanno notificato 33 nuovi focolai di PSA nei cinghiali, due dei quali ritrovati a circa 30 km a nord di Varsavia, a un centinaio di km di distanza dai precedenti focolai della Polonia orientale. Misure di restrizione sono state messe in pratica. Nelle ultime settimane infatti c’è stato un aumento dei focolai nei cinghiali negli stati coinvolti dall’epidemia di PSA, mentre rimane invariato il numero di focolai nella popolazione domestica.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il report riportato nel sito dell’OIE.
13/11/2017
In data 27 ottobre 2017, l’EFSA (European Food Safety Authority) ha pubblicato un scientific report riguardante la PSA negli stati baltici e in Polonia. Il report analizza gli eventi dell’ultimo anno (settembre 2016 – settembre 2017), ponendo l’attenzione sul fatto che la malattia stia continuando ad espandersi nei cinghiali. Inoltre, nel corso del 2017, due nuovi stati europei (Repubblica Ceca e Romania) hanno notificato dei casi, portando il numero degli Stati Membri attualmente coinvolti dalla PSA a sei (ovvero: Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca e Romania). Sebbene i paesi coinvolti abbiano attivato misure di controllo, gli esperti puntano l’attenzione sul ruolo attivo dell’uomo nella diffusione della malattia, per esempio tramite la dispersione di rifiuti contaminati in ambiente, con la conseguente trasmissione alle popolazioni di cinghiali.
Il report completo in lingua inglese è disponibile per la consultazione a questo indirizzo. 
04/09/2017

Nuovi focolai di Peste Suina Africana sono stati notificati dalla Repubblica Ceca all’OIE al 31 agosto, per un totale di 98 casi identificati da quando la malattia è stata riscontrata nei cinghiali il 21 giugno scorso. I focolai sono localizzati nella regione di Zlin e hanno esclusivamente coinvolto la fauna selvatica (cinghiali), sebbene il fatto desti preoccupazione in quanto la regione si trova a pochi chilometri dal confine con la Slovacchia. Il livello di allarme è stato alzato anche negli altri stati confinanti, che hanno invitato sia i propri allevatori a fare attenzione alle materie utilizzate per alimentare gli animali e sia gli abitanti nei confronti di ciò che viene comprato e in che modo possa essere smaltito.
In Romania la situazione sembra relativamente tranquilla e, da quando il 31 luglio scorso la PSA è stata identificata in 2 allevamenti familiari localizzati nel nord del paese, non sono stati notificati nuovi focolai. Degli altri Stati Membri coinvolti dalla PSA, la Polonia continua a notificare focolai della malattia: nel mese di agosto 23 aziende di piccole o medie dimensioni sono state identificate infette, e gli animali sono stati abbattuti.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’OIE.

21/08/2017

Al 18/08/2017, sono stati notificati all’OIE nuovi casi di Peste Suina Africana da parte delle Autorità della Repubblica Ceca, per un totale di 90 casi nei cinghiali, tutti localizzati nella regione di Zlin.

Maggiori informazioni sono disponibili consultando i report dell’OIE, mentre le mappe riportanti i dettagli circa le catture di cinghiali effettuate in Repubblica Ceca in merito all’epidemia di PSA sono consultabili al seguente link (in Ceco).

09/08/2017

In data 31/07/2017 il primo focolaio di Peste Suina Africana è stato notificato dalle Autorità della Romania. Il caso è stato individuato in un allevamento familiare e successive indagini sono in corso per identificare la fonte dell’infezione. L’allevamento si trova nella regione nord-occidentale di Satu Mare, che confina con l’Ucraina e l’Ungheria. Ulteriori informazioni sono riportate sul sito dell’OIE.

Inoltre, in data 01/08/2017 la Repubblica Ceca ha notificato all’OIE 9 nuovi focolai di PSA nei cinghiali, per un totale di 75 casi. Anche i nuovi casi sono stati identificati nella regione di Zlin. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’OIE.

27/07/2017

Al 25/07/2017, i casi di PSA notificati dalla Repubblica Ceca nei cinghiali salgono a 66, tutti localizzati nella regione di Zlin. Inoltre, le Autorità dell’Ungheria hanno diramato un’allerta in seguito all’identificazione di un focolaio di PSA in Ucraina (regione di Berehuifalu) a soli 20 km dal confine ungherese.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’OIE.

21/07/2017

Nel corso delle ultime settimane la Repubblica Ceca ha notificato nuovi focolai di Peste Suina Africana nei cinghiali, per un totale di 50 casi al 18/07/2017. Tutti i focolai sono localizzati nella regione di Zlin, al confine con la Slovacchia.

La situazione sta generando preoccupazione in Europa dal momento che il virus della PSA è stato identificato a 400-500 km di distanza dalle aree infette più vicine (sud-ovest dell’Ucraina e nord-est della Polonia), come riportato nella mappa dell’OIE. Considerata la notevole distanza dai focolai polacchi e ucraini, le Autorità ceche escludono che l’introduzione del virus in Repubblica Ceca sia avvenuta a seguito di spostamenti di cinghiali. L’ipotesi è che il virus sia stato introdotto nell’ambito di attività umane. Ulteriori indagini in merito sono attualmente in corso.

Per ulteriori informazioni si riportano i link alla presentazione della Repubblica Ceca allo SCOPAFF del 13/07/2017 e al sito dell’OIE.

04/07/2017

Si riporta la Nota della Regione Veneto prot. n. 264117 del 04/07/2017 – Focolai di Peste Suina Africana in Est Europa a trasmissione di:

In data 27 giugno 2017 infatti le Autorità della Repubblica Ceca hanno notificato all’OIE il primo caso di Peste Suina Africana (PSA) del paese. Un cinghiale ritrovato morto in data 21 giungo 2017 nella regione di Zlin (non lontano dal confine con la Slovacchia) è risultato positivo alle analisi del Laboratorio Nazionale di Referenza (RT-PCR). Si riporta il link alla mappa dell’OIE con la distribuzione dei focolai./

redazione@admin

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *